Perdona loro perché non sanno quello che dicono? Meglio di no

08-11-2018

E dagli addosso a fiumi e boschi! Le speculazioni e le devastazioni ci hanno condotto ai disastri che oggi vediamo eppure non si fermano. Anzi! Cresce l'arroganza e si dichiara guerra agli ambientalisti.

 

 

Non c'era chi si fregava le mani dopo il terremoto? Imprenditori intercettati mentre sghignazzavano parlando delle future commesse. Perché dai terremoti si può guadagnare, anche senza fare niente di buono e anzi aggiungendo danno al danno, se si hanno buoni amici tra i politici al potere in quel momento o in quella regione. Ma si può guadagnare, aggiungendo danno al danno, anche dalle calamità naturali, facendo leva sull'opportunismo e sull'ignoranza.

Leggi tutto: Perdona loro perché non sanno quello che dicono? Meglio di no

Farmaci: il mercato del terzo millennio. La nostra salute fa male alle multinazionali

21-08-2018

C'è qualcuno che ancora crede che la nostra salute sia compatibile con gli interessi delle case farmaceutiche? Beh, ecco qualche dato che potrebbe farvi cambiare idea...

Ecco solo una breve lista di scandali che riguardano i farmaci.

Il Ministero chiede un risarcimento a Pfizer, Roche e Novartis – 28/5/2014

AIFA ritira farmaci con Valstaran. Sono potenzialmente cancerogeni – 6 luglio 2018

Scandalo Novartis. Come funziona il sistema delle prescrizioni pilotate – 23 novembre 2015

In Francia esplode il caso Mediator. Storia tragica di un farmaco… - 23/12/2010

 

Scandalo Eutirox per la tiroide… gravi danni alla salute – 3 aprile 2018

Corruzione, in manette medici e imprenditori farmaceutici in tutta Italia – 8 maggio 2017

Leggi tutto: Farmaci: il mercato del terzo millennio. La nostra salute fa male alle multinazionali

Non comprate fiori stranieri

30-05-2018

È in Africa che si coltiva la maggior parte delle piante e dei fiori che regaliamo. E dietro ad essi ci sono sofferenze e sfruttamento. Quindi, no: non comprate fiori stranieri.

 

 

Non ho pregiudizi contro gli stranieri e i fiori mi piacciono. Poiché ho la fortuna di abitare in campagna, sulla credenza e davanti alle foto dei miei morti ci sono sempre fiori freschi raccolti nel campo o in giardino. Apprezzo quando qualche gentile amico viene in visita con una piantina in vaso o un mazzo di fiori comperati dal fiorista. Apprezzo il gesto eppure mi si stringe il cuore; perché so che quella piantina, scelta anche perché ben confezionata e infiocchettata, è il risultato di sofferenze, saccheggi, distruzione di terre, fiumi, laghi e comunità umane. E che i soldi spesi per acquistarla riempiono le tasche e danno sempre più potere agli aguzzini e vandali che hanno prodotto tutto ciò.

Leggi tutto: Non comprate fiori stranieri

Una nuova industria, la produzione della vita umana

17 maggio 2018

 

 

Il capitalismo globale, dilagante sul pianeta sia quantitativamente (non esiste più un angolo della terra che non venga da esso depredato o minacciato), sia qualitativamente (non esiste più nessun ambito della vita che non venga da esso rapinato e commercializzato), sta arrancando a tutta forza, anche se un po’ ansimante, verso il prossimo traguardo: la mercificazione della procreazione umana.

Leggi tutto: Una nuova industria, la produzione della vita umana

Assalto agli oceani

Arrivano quasi quotidianamente, seppur relegate in colonnine quasi invisibili su quotidiani e riviste: sono le notizie terrificanti sullo stato dei nostri mari. "Nostri", perché dovrebbero essere patrimonio di tutti, non la discarica del pianeta di fronte alla quale tutti ci giriamo dall'altra parte.

 

Leggi tutto: Assalto agli oceani

Bambini scomparsi: la tragica realtà del traffico d'organi

21-06-2017

Un tempo si diceva che il valore di una società si poteva giudicare da come si prendeva cura dei bambini e dei vecchi. Eccolo uno dei modi con cui la nostra società si prende cura dei bambini: tra il 2014 e il 2015 cinquemila bambini scomparsi in Italia.

 

Leggi tutto: Bambini scomparsi: la tragica realtà del traffico d'organi

Una volta si chiamava carità pelosa: l'umanitario funzionale al potere

11-04-2017

Grandi ong, miliardari, fondazioni, denaro: ecco la fitta rete di rapporti e relazioni che unisce chi il potere e il denaro li ha e li usa.

 

 

Trilateral Commission, giugno 1991. David Rockfeller dice: "Siamo grati al Washington Post, al New York Times, a Time Magazine e ad altre importanti pubblicazioni i cui direttori hanno partecipato alle nostre riunioni e rispettato la promessa di discrezione per quasi quarant'anni... Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro piano mondiale se fossimo stati esposti alle luci della pubblica opinione in questi anni. Ma il mondo ora è più evoluto e preparato a incamminarsi verso un governo mondiale. La sovranità sovranazionale di un'élite intellettuale e degli uomini d'affari mondiali è sicuramente preferibile alla sovranità nazionale praticata nei secoli passati".

Leggi tutto: Una volta si chiamava carità pelosa: l'umanitario funzionale al potere