La Direzione Generale per i profughi palestinesi in Siria, si è appellata al l'UNRWA e all'UNICEF per condannare i terroristi della cosiddetta "Haraket Nur al-Din al-Zenk"

21/07/2016

 

 

La Direzione Generale per i profughi palestinesi in Siria, ha condannato il crimine efferato dei terroristi  della cosiddetta  "Haraket Nur al-Din al-Zenko", che davanti alle telecamere a sangue freddo, hanno  ucciso un bambino palestinese. In seguito a questo crimine, sono state invitate alla mobilitazione sia l'agenzia dell’ONU per il Medio Oriente per il soccorso dei profughi palestinesi sia l’UNRWA (l'Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l'Occupazione dei rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente).

Leggi tutto: La Direzione Generale per i profughi palestinesi in Siria, si è appellata al l'UNRWA e...

Armi e repressione: il legame pericoloso dell’America Latina con Israele

7 luglio 2016

 

 

Due figli di desaparecidos della dittatura militare cilena residenti in Israele hanno chiesto allo stato ebraico, tramite il tribunale di Tel Aviv, di declassificare circa ventimila documenti relativi alla vendita di armi al regime di Augusto Pinochet. Se venissero provati i legami tra Israele e il Cile pinochettista, emergerebbero una volta di più le relazioni pericolose e le responsabilità dello stato ebraico per quanto riguarda il rifornimento di armi delle dittature del Cono Sur e del Centroamerica tra gli anni Settanta e Ottanta.

Leggi tutto: Armi e repressione: il legame pericoloso dell’America Latina con Israele

Aleppo, un medico siriano demolisce la propaganda imperialista ed i Media guerrafondai

           

In questa intervista a "Be Curious TV" realizzata da parte di un giornalista indipendente, un medico siriano, cristiano, ha raccontato la vita dei siriani. Egli ha lanciato un appello ad aprire gli occhi di fronte ad un certo tipo di informazione che determina un fraintendimento della realtà siriana e ritarda il ritorno alla pace.

Il link del video dell'intervista su becurioustv e la trascrizione della stessa, in inglese, di Vanessa Beeley su 21stcenturywire

Leggi tutto: Aleppo, un medico siriano demolisce la propaganda imperialista ed i Media guerrafondai

Conseguenze Regionali del Conflitto nel Nagorno-Karabakh

7/04/2016

 

Esiste un collegamento tra il recente conflitto nel Nagorno-Karabakh e altri processi regionali e internazionali (Caucaso, Ucraina, Afghanistan e Medio Oriente)?

C'è un collegamento ma non è determinante. L'aggravarsi del conflitto del Nagorno-Karabakh (NK) si inserisce nel confronto in corso tra la Russia e le forze Occidentali negli altri teatri sopra indicati, ma brucia soprattutto di carburante interno, vale a dire l'inerzia di un conflitto irrisolto da più di 20 anni, durante i quali le due parti hanno utilizzato una propaganda guerresca crescente, con la parte Azera soprattutto che rimarca come la continuità irrisolta dello status quo del NK sia per loro inaccettabile.

Leggi tutto: Conseguenze Regionali del Conflitto nel Nagorno-Karabakh

Un volontario russo-siriano parla della sua esperienza nelle milizie pro-governative “Shabiha”

 Assad con alcuni miliziani

 

Nei media vediamo spesso storie di persone da tutto il mondo che si uniscono all'ISIS per un motivo o per un altro.

Nel contempo, quasi nulla si sa di quelli che lo combattono.

Abbiamo parlato con Michel Mizah, cittadino Russo e siriano di 25 anni, che è recentemente tornato da Damasco dove ha combattuto nelle unità paramilitari filo-governative "Shabiha".
Lui ci ha detto cosa i siriani pensano della guerra, del presidente Bashar al-Assad, dello Stato Islamico e del futuro.

Leggi tutto: Un volontario russo-siriano parla della sua esperienza nelle milizie pro-governative “Shabiha”