Soleimani. Un assassinio dalle inquietanti conseguenze

14 gennaio 2020

 

Risultati immagini per soleimani 

Premesse.

L’eliminazione fisica di Qassem Soleimani, comandante della branca esterna (Quds Force) del Corpo iraniano delle Guardie rivoluzionarie islamiche (IRGC) avvenuta con un attacco di droni USA partiti da Qatar all’aeroporto internazionale di Bagdad lo scorso 3 gennaio, ha suscitato preoccupazione e sgomento nell’intera regione medio-orientale, a livello sia delle Potenze regionali sia di Potenze a proiezione globale quali la Russia e la Cina, interessate ad una progressiva stabilizzazione di una regione sconvolta da guerre e distruzioni. La gravità di quanto avvenuto non è da dimostrare, trattandosi di un attacco perpetrato contro la Repubblica islamica, Stato sovrano, violando la sovranità di un altro Stato sovrano, l’Iraq, nella cui capitale Soleimani, di fatto numero due della gerarchia politica iraniana, ha visto tragicamente concludersi la sua esistenza.

Leggi tutto: Soleimani. Un assassinio dalle inquietanti conseguenze

Onestà iraniana, arroganza (e altre porcherie) statunitensi

11 gennaio 2020

 

Profile

 

Iran, 12 gennaio 2020 - Quando la marina USA abbatté un aereo di linea iraniano nel 1988, l'allora vicepresidente George HW Bush affermò che "gli Stati Uniti non si sarebero mai scusati. Mai. Qualsiasi cosa avessero fatto" (nella foto, il volo MH17 abbattuto nei cieli del Donbass)

Leggi tutto: Onestà iraniana, arroganza (e altre porcherie) statunitensi

Terrorismo e nuove “minacce alla sicurezza nazionale” della Casa Bianca

Operación Cóndor 2.0: dopo il golpe in Bolivia, gli Stati Uniti puntano Nicaragua e Messico  

 

 Risultati immagini per Operación Cóndor 2.0

 

Dopo aver diretto il golpe in Bolivia, gli Stati Uniti hanno dichiarato il Nicaragua una minaccia alla sicurezza nazionale” annunciando nuove sanzioni; nello stesso momento, Trump definiva “terroristi” i cartelli del narcotraffico in Messico senza scartare l'ipotesi dell'intervento militare.

Leggi tutto: Terrorismo e nuove “minacce alla sicurezza nazionale” della Casa Bianca

L'ex ministro degli Esteri della Jugoslavia, Z. Jovanovic accusa gli Stati Uniti di cercare di distruggere l'ordine mondiale

9 novembre 2019


Risultati immagini per jovanovic Zivadine

Secondo Jovanovic, si tratta di un ordine mondiale stabilito dai risultati della seconda guerra mondiale e gli Stati Uniti cercano di distruggere questo assetto mondiale.

"In questi giorni, il rappresentante speciale del Dipartimento di Stato USA Thomas Zarzetski è a Belgrado per verificare e controllare se la Serbia rispetta o viola le leggi sulle sanzioni americane verso la Russia, acquistando armi russe. Cercando di presentare la missione di Zarzetskiy come qualcosa di normale all’opinione pubblica serba, i media gli ricordano che ha viaggiato in altri 60 paesi con lo stesso compito.

Leggi tutto: L'ex ministro degli Esteri della Jugoslavia, Z. Jovanovic accusa gli Stati Uniti di cercare di...

I Wampanoag ed il giorno del ringraziamento

11 novembre 1620 – 11 novembre 2019

 

mayflower

 

L' undici novembre 1620 il Mayflower approdò nella baia di Cape Cod con a bordo un centinaio di emigranti appartenenti alla setta dei puritani (i "Padri Pellegrini") salpati da Plymouth (dipinto di William Formby Halsall)

Il quarto giovedì di novembre negli Stati Uniti si festeggia  il Thanksgiving Day, la Festa del Ringraziamento, probabilmente la celebrazione più tradizionale e sentita del paese.

Leggi tutto: I Wampanoag ed il giorno del ringraziamento