Fedeli ai paradossi

4 marzo 2017

Cara ministra Fedeli,
avevo già letto delle sue dichiarazioni riguardanti noi docenti, pronunciate in occasione della presentazione del volume di Giorgio VittadiniFar crescere la persona – La scuola di fronte al mondo che cambia”.
Ho cercato, visto ed ascoltato l’intero filmato, compreso il suo intervento in cui si è dichiarata “colpita dal linguaggio utilizzato per contrastare legittimamente opinioni differenti dentro il mondo della scuola su alcune innovazioni.” Lei dice: “Non si può dire che sono state deportate le persone. Non si può usare la parola sceriffo  e ha giudicato questo “un linguaggio non degno di chi educa, di chi rappresenta la scuola.

Leggi tutto: Fedeli ai paradossi

Morti per amianto alla BredaTermomeccanica-Ansaldo

Il PM chiede condanne dai 2 ai 4 anni e 11mesi per 8 manager

Al termine della sua requisitoria durata tre udienze, il PM Nicola Balice - davanti al giudice dott. Simone Luerti della 9° Sezione Penale del Tribunale di Milano ha formulato la richiesta di condanna contro 8 dirigenti della BredaTermomeccanica/Ansaldo/Finmeccanica di Milano, imputati della morte per amianto di 12 lavoratori.

 Il PM ha chiesto la reclusione di 4 anni e 11 mesi per Leonardi Sebastiano, 4 anni e sei mesi per Cenzato Lorenzo, 4 anni per Clavarino Giò Batta e Gambardella Giovanni, 3 anni e otto mesi per Bracco Giuseppe, Fabiani Fabiano e Massone Giorgio, 2 anni per Schmid Enrico

Leggi tutto: Morti per amianto alla BredaTermomeccanica-Ansaldo

Declassified: Quando l'America pianificò l'invasione dell'Italia (per salvarla dalla Russia)

Mentre volano le accuse contro la  Russia, per aver manipolato le elezioni americane del 2016 per favorire Donald Trump alla Casa Bianca, alcuni americani ricordano che anche gli Stati Uniti hanno giocherellato con le elezioni in numerosi paesi durante la guerra fredda, tra cui il Cile, l'Iran e l'America centrale.

Leggi tutto: Declassified: Quando l'America pianificò l'invasione dell'Italia (per salvarla dalla Russia)

Puglia, storie di ordinaria schiavitù

20 febbraio 2017  

Cinque romeni si rivolgono alla Camera del lavoro di Taranto. “Sfruttati nei campi e reclusi per pochi spiccioli”. Cgil e Flai: “Comportamenti diffusi in tutto il territorio, serve la collaborazione di tutti e un tavolo permanente a livello regionale"

 

Sono arrivati alla Cgil attraverso Internet. Sul motore di ricerca hanno scritto: “sfruttamento nei campi” e “caporalato”. Sono cinque cittadini romeni che circa tre mesi fa sono arrivati in Italia alla ricerca di una vita migliore e di un lavoro dignitoso ma si sono subito trovati di fronte all’urgenza di cercare qualcuno disposto ad aiutarli a uscire dalla schiavitù. Lo hanno trovato nella Cgil di Taranto. È la terribile storia raccontata questa mattina, 20 febbraio, nella conferenza stampa convocata dalla Cgil Puglia e Taranto insieme alla Flai, e che tratteggia condizioni di vita e lavoro senza dignità.

Leggi tutto: Puglia, storie di ordinaria schiavitù

Amianto, "i manager della Breda sapevano e se ne sono infischiati"

La requisitoria del pm al processo per la morte di una decina di operai alla Breda di Sesto San Giovanni

Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2017

Michele Michelino

Sesto San Giovanni (Milano), 16 febbraio 2017 - La Breda Termomeccanica - Ansaldo "se n'è infischiata fino al 1985» delle norme sull'amianto e i suoi ex manager «sapevano di mettere a rischio i lavoratori". È uno dei passaggi della requisitoria di oggi del pm di Milano Nicola Balice, davanti ai giudici della nona sezione penale, nel processo a carico di otto ex amministratori dell'azienda (altri due ex membri del cda sono nel frattempo deceduti) accusati di omicidio colposo per la morte di una decina di operai causata, secondo l'accusa, dall'esposizione all'amianto nello stabilimento milanese di viale Sarca tra gli anni '70 e il 1985.

Leggi tutto: Amianto, "i manager della Breda sapevano e se ne sono infischiati"