Israele-ESL (Esercito Siriano Libero), la stessa guerra

Un capo ribelle siriano si compiace di vedere il proprio paese bombardato

dal nemico israeliano.

Di Bahar Kimyongur,5 maggio 2013

 

Questa domenica , un leader dell’opposizione siriana identificato per Hassan Rastanoui è apparso in diretta da Homs sul secondo canale tv israeliano.

Era l'ospite a sorpresa del giornalista israeliano Yaari Ehud.

Rastanoui è stato presentato sul sito internet del canale tv israeliano come un leader della rivolta siriana( http://www.mako.co.il/news-world/arab/ )

Nel rispondere ad una domanda del giornalista relativa ai bombardamenti effettuati negli ultimi giorni dall'aviazione israeliana a Damasco, H.Rastanoui ha espresso la propria soddisfazione e gratitudine.

Secondo lui i bombardamenti dell'aviazione israeliana erano mirati a colpire carichi di armi appartenenti all'esercito arabo siriano ma anche alle milizie di Hezbollah e alla Guardia Repubblicana Iraniana, da lui individuata come “il più grave pericolo terrorista”.

Questo nuovo attacco del nemico israeliano, afferma Rastanoui, “riempie il cuore del popolo e dei rivoluzionari siriani”.

Leggi tutto: Israele-ESL (Esercito Siriano Libero), la stessa guerra

Pensate che Fiji fosse il paradiso? Ripensateci

 

Da quando la dittatura militare guidata dal commodoro Frank Bainimarama ha preso il potere dell'isola del Pacifico del Sud, nel 2006, i diritti umani e dei lavoratori sono sotto attacco.

                         

In merito alla campagna

Fiji è famosa per le sue spiagge di sabbia bianca, acque cristalline, palme, sole e volti sorridenti. La nuova compagnia di bandiera dell'isola, Fiji Airways, si basa su questa immagine.

Ma dietro la bellezza dell'isola si trova una realtà molto più amara.

Sotto la dittatura militare del Commodoro Frank Bainimarama, c'è stato poco sole per i lavoratori e le comunità delle Fiji.

Da quando ha preso il controllo, nel 2006, il regime ha peggiorato i salari e le condizioni dei lavoratori, la libertà di parola è stata soffocata, e la Costituzione del Paese e la Carta dei Diritti è stata abrogata.

Leggi tutto: Pensate che Fiji fosse il paradiso? Ripensateci

SIRIA Notizie – Giugno 2013

 CIVG

 

SIRIA Notizie – Giugno 2013

 

                  

Yara Abbas  giovane reporter di 25 anni della TV Indipendente siriana Al-Ikhbariya è stata uccisa da un cecchino ad al-Qusair nella provincia di Homs in prossimità della base aerea militare Al-Daba'a, che è stata riconquistata dalle truppe siriane a seguito di una grande offensiva sulla città di Al-Qusayr.

Il Padre della Martire Yara Abbas: Orgoglioso del Martirio di mia figlia

Il Padre della Martire Yara ha detto all’Agenzia SANA che il martirio di sua figlia è un motivo di orgoglio, perché "…Yara è stata martirizzata mentre  stava svolgendo il suo dovere nazionale a denunciare le pratiche dei gruppi terroristici armati e il caos che hanno apportato alla patria."

Leggi tutto: SIRIA Notizie – Giugno 2013

Iran notizie - giugno 2013

27 Giugno 2013

TEHERAN - Nella base navale della Flotta russa del Caspio, situata ad Astrakhan, il 28 giugno effettueranno una visita amichevole le navi della Marina Militare dell'Iran.

La visita è organizzata in conformità con il piano di sviluppo e di rafforzamento della cooperazione internazionale tra la Marina russa e gli Stati del Caspio. I marinai iraniani e russi deporranno una corona al memoriale militare. Gli ospiti iraniani potranno fare escursioni nei luoghi storici di Astrakhan, visitare i musei e una delle navi russe. Inoltre sono previsti incontri sportivi amichevoli tra i marinai dei due Paesi.  

18 Giugno 2013 07:31

 


 

Rohani: l'Iran non rinuncera' all’arricchimento dell'uranio

TEHERAN- Il nuovo presidente iraniano Hassan Rouhani, intervenendo alla sua prima conferenza stampa, ha dichiarato che intende rilanciare un dialogo costruttivo con la comunità internazionale.

Il presidente ha detto che Teheran è pronta a dimostrarsi più aperta sul suo programma nucleare, ma non abbandonerà l'arricchimento dell'uranio.

"Proseguiremo i nostri interessi per lo sviluppo dell'economia nazionale, il ripristino di un impegno costruttivo con il mondo,- ha detto. Il nuovo capo di Stato dell'Iran ha espresso la speranza che "tutti i Paesi possano usufruire di nuove opportunità per stabilire relazioni amichevoli."

 

Da Irib

 

 

 

 

Liberare Mordechai Vanunu

Il 4 aprile 2013, VANUNU ha scritto:

"Aprile 2013, il nuovo ministro degli interni Saar, deciderà questo mese della mia libertà, o porrà fine a questa restrizione e mi farà uscire da questo paese, o lui dovrà annullare la mia cittadinanza israeliana. La libertà subito. 1986-2013 "

Il 21 dicembre 2012, Vanunu ha scritto a proposito della sua attesa di 19 mesi concessa a Israele per rispondere al suo appello di revocare la cittadinanza:

"Il ministro degli interni risponde alla mia lettera a lui rivolta per annullare la mia cittadinanza israeliana. Ha scritto: “Sarò felice di farlo, ma gli uomini della sicurezza lo sconsigliano perché posso danneggiare l'immagine di Israele e la sua sicurezza ... "

"Vanunu ha detto al mondo che Israele aveva sviluppata tra cento e duecento bombe atomiche [nel 1986!] E aveva continuato a sviluppare bombe al neutrone e armi termonucleari, sufficienti a distruggere l'intero Medio Oriente e nessuno ha fatto nulla da allora. " (Peter Hounam, 2003, per la BBC).

Il 18 giugno 2012, Vanunu ha scritto: "Da gennaio, quando sono tornato a Gerusalemme Est, ho di nuovo incontrato gli stranieri che qui vanno e vengono, pronto a incontrare chiunque venga qui ... è un bene per la mente sapere che qualcuno si prende cura di te ... e la Libertà deve venire. " (*)

Il 21 aprile 2012 ha segnato il primo giorno del 9 ° anno - al culmine di 18 anni di carcere, che Vanunu ha trascorso 24 ore al giorno sotto la sorveglianza dei Servizi segreti (Mossad / Shabbak) per vendetta, da quando espose al pericolo la loro sicurezza all'interno di 7 piani sotterranei del deposito di armi di distruzione di massa in Israele nel 1986.

Leggi tutto: Liberare Mordechai Vanunu