Speciale Korea Luglio 2017

 

STATI CANAGLIA

Una fiaba moderna da narrare a grandi e piccini

 

C’era una volta, prima del 1989, l’Impero del Bene e l’Impero del Male, in mezzo ai due c’erano gli Stati Vassalli, v’erano pure altre realtà statuali, considerate poco rilevanti e quindi inclassificabili, ma oggetto di un certo corteggiamento da parte dell’Impero del Bene per impedire loro che, se pur al momento insignificanti, potessero essere sedotti dall’Impero del Male.

In seguito l’Impero del Male si dissolse e così il Bene restò solo e trionfò in tutto il mondo ed assicurò che ora in terra si aveva il Paradiso per tutti e, essendosi dissolto il Male, era scomparso anche l’Inferno ed anche per il Purgatorio non c’era più spazio.

Dopo qualche tempo però l’Impero del Bene si pose il problema mistico-filosofico e cioè: il Paradiso perde valore in mancanza dell’Inferno ed allora, pensa che ti ripensa, l’Impero del Bene decise di creare e propagandare una nuova definizione “STATI CANAGLIA” che avrebbe permesso e promosso nuovamente lo splendore dell’Impero del Bene.

Noi del CIVG, sempre attenti alle dinamiche imperiali, vogliamo aiutare la conoscenza degli STATI CANAGLIA, cioè intendiamo conoscerli non attraverso ciò che ci viene detto e scritto di loro, ma attraverso la LORO storia, le LORO tradizioni, la LORO voce, le LORO contraddizioni, la LORO spiritualità, la LORO produzione culturale:” libri, film, musica”, per capire, non per giudicare.

Dal prossimo INFO, inizieremo ad analizzare quello che oggi gode di maggior popolarità e cioè la “COREA DEL NORD”.

Certi di fare cosa grata ai nostri lettori, cordialmente li salutiamo invitandoli a leggere con cura le nostre canagliesche presentazioni.

 

LUIGI CECCHETTI, per il CIVG – Luglio 2017

 

 


 

 

       

KOREA NOTIZIELuglio 2017 

- La Corea è Una -

a cura del Comitato per la Pace e la Riunificazione della Corea di Torino e CIVG

Leggi tutto: Speciale Korea Luglio 2017

Cinque anni dopo l’accordo di cooperazione tra Cina e Paesi Europei Centro-Orientali. Notevoli Risultati

 

Sono cinque anni da quando è stato siglato l’accordo tra i paesi europei centro-orientali (CEEC) e la Cina. Nel 2012 il primo ministro della Repubblica Popolare Cinese, Wen Jibao, presentò al summit fra Cina e i 16 paesi aderenti al CEEC svoltosi a Varsavia, Polonia, un documento intitolato “Le dodici misure Cinesi per promuovere la Cooperazione con i paesi centro orientali".

Leggi tutto: Cinque anni dopo l’accordo di cooperazione tra Cina e Paesi Europei Centro-Orientali. Notevoli...

Verso il Summit del SilkRoad a Pechino: incoraggiando la connessione e la compatibilità

Belgrado, 27 Febbraio 2017

Forum di Belgrado per un Mondo di Eguali

SilkRoad Connectivity Research Center (COREC)

 

 

La Cina si appresta ad ospitare il Summit Belt and Road nel Maggio 2017, al quale sono attesi un grande numero di capi di stato e ufficiali di governo.

 

1. Riguardo la cooperazione tra Cina e Serbia, nell'ambito dell'iniziativa 'Belt and Road', quali sono i fattori limitanti (i cosiddetti colli di bottiglia)? Quali sono le sfide?

Leggi tutto: Verso il Summit del SilkRoad a Pechino: incoraggiando la connessione e la compatibilità

TIBET: la scuola di Buddhismo tibetano Kagyu, ha tenuto la sua adunanza storica a Lhasa

15 Agosto 2016

Queste foto sono state prese il 14 agosto 2016, mostrano l'adunanza del “ Principio dell’ordine cosmico” a Lhasa, capitale della regione autonoma del Tibet nel sud-ovest della Cina. La scuola Kagyu del Buddhismo tibetano ha tenuto il suo raduno tradizionale durante il fine settimana, con centinaia di migliaia di fedeli provenienti dal Tibet e da altri posti della Cina. Questa adunanza è stata tenuta da Drikung Kagyu, una delle otto stirpi minori della scuola Kagyu del Buddhismo tibetano, risalente a più di 300 anni fa e si svolge nell'anno della scimmia del calendario tibetano, quest'anno nella valle di Drikung vicino al Drigung Monastero Thil. (Xinhua / Purbu Zhaxi)

Leggi tutto: TIBET: la scuola di Buddhismo tibetano Kagyu, ha tenuto la sua adunanza storica a Lhasa

Economia e sicurezza: due problemi interconnessi

Alla vigilia del G-20 in Cina

 

Intervista al "People's Daily" di Zivadin Jovanovic
Presidente del Forum Belgrado per un Mondo di Eguali

 

 

- Ci sono diverse visioni circa l'economica cinese. Lei come vede la situazione dell'economia in Cina?

 

L'economia cinese è la seconda più potente del mondo con reali prospettive, in un futuro non troppo lontano, di diventare la prima. Questo cambio di rapporti nel mondo, naturalmente, attrae fortemente, non sempre con un approccio oggettivo, l'attenzione dei mass media globali, centri tradizionali del potere economico e finanziario.

Leggi tutto: Economia e sicurezza: due problemi interconnessi