Presentazione del libro “Uomini e non uomini” di G. Jelisic al Sovietniko

Riuscita serata di informazione e solidarietà del Forum Belgrado Italia il 9 febbraiopresso il locale “Sovietniko”; oltre trenta presenti alla serata che dopo la presentazione del libro “ Uomini e non uomini” di G. Jelisic, ha poi partecipato ad una cena serbo bosniaca, preparata dalle cuoche volontarie Jovanka e Vida, per raccogliere fondi per Jelisic.

Ringraziando i partecipanti e le cuoche, non dimentichiamoci degli amici Giovanna e Sasha del Sovietniko, sempre sensibili e disponibili per iniziative solidali e informative.

Torino 

  

Leggi tutto: Presentazione del libro “Uomini e non uomini” di G. Jelisic al Sovietniko

Giocatori serbi rifiutano di andare in Turchia per rispetto alla Russia

La squadra di calcio serba "Stella Rossa" ha rifiutato di tenere il ritiro invernale in Turchia, così la società ed i giocatori vogliono esprimere il loro rispetto per la Russia, ha detto a RIA Novosti l’amministratore delegato del club Zvezdan Terzic.

Leggi tutto: Giocatori serbi rifiutano di andare in Turchia per rispetto alla Russia

Fondo di beneficenza dalla Russia ha portato 6000 Kit per la scuola agli alunni di prima elementare a Donetsk

1 settembre 2015

 

L’organizzazione di carità russa “Principe Svyatoslav” ha consegnato a Donetsk, quasi 6.000 kit di cancelleria per alunni di prima elementare. "…Abbiamo portato set fissi e standard per gli alunni di prima elementare a Donetsk. I kit comprendono diari, quaderni, album da disegno, penne, zainetti… ».

Leggi tutto: Fondo di beneficenza dalla Russia ha portato 6000 Kit per la scuola agli alunni di prima...

Puoi contribuire anche tu al sostegno di SOS Yugoslavia, destina il tuo 5Xmille

 

S.O.S. Yugoslavia - ONLUS

 Associazione di Solidarietà

 C/c n. 10/160153 Intesa – Sanpaolo

 IBAN     IT56 K030 6909 2171 0000 0160 153

 C/c postale n. 78730587 

 

CONTRIBUISCI GRATUITAMENTE AL SOSTEGNO ECONOMICO DI

SOS YUGOSLAVIA- Kosovo Metohija - ONLUS

Leggi tutto: Puoi contribuire anche tu al sostegno di SOS Yugoslavia, destina il tuo 5Xmille

Campagna 2015 per la fornitura di un corredo scolastico ai Figli dei rapiti e profughi del KOSOVO METOHIJA

CONTRIBUISCI ANCHE TU E SOSTIENICI IN QUESTO IMPEGNO DI SOLIDARIETA’

 

Anche quest’anno apriamo una campagna di raccolta fondi per fornire materiale scolastico ai figli dei rapiti e scomparsi del Kosovo, che fanno parte di “Srecna Porodica” (Per una Famiglia Felice), l’Associazione di donne profughe e vedove di guerra con cui collaboriamo da anni.

Leggi tutto: Campagna 2015 per la fornitura di un corredo scolastico ai Figli dei rapiti e profughi del KOSOVO...

2 Maggio 2014: Il massacro di Odessa, Ucraina

2 Maggio 2015: PER NON DIMENTICARE

Il CISNU indice un presidio/veglia per la rimembranza dei Martiri del feroce massacro, compiuto alla Casa del Sindacato della città (eroina della Grande Guerra Patriottica)

-         Ore 15.00: Appuntamento presso il cortile della Parrocchia Ortodossa di Str. Val San Martino 7 – TO, al tavolo con  materiale informativo

-         Ore 16.00: Funzione funebre nella Chiesa tenuta da Padre Ambrogio per i Martiri caduti

-         Ore 16.30: Commemorazione del CISNU e Saluto ai Martiri

 

 

Centro Informazione e Solidarietà con la NovoRossIya e l’Ucraina resistente  -     INFO info@civg.it -ambrose@fastwebnet.it  

Sarà il loro primo Natale di guerra, aiutateci a NON farglielo ricordare

Centro Informazione e Solidarietà con la NovoRossIya e l’Ucraina resistente  --  info@civg.it

 

 

Nostri PROGETTI di Solidarietà concreta

 

Progetto con Yasinovataya, Donetsk – Referente Padre Vitaliy Bakun

 

Cari fratelli, sorelle e Padri !

Viviamo sul fronte dei combattimenti nella regione di confine di Yasinovataya, vicino a Donetsk. Un terzo della città è distrutta del tutto,  i bombardamenti  nella periferia della città continuano ad aumentare,  il numero di edifici e case devastate e la perdita di vite umane. I pensionati  non ricevono da 4 mesi le loro pensioni , solo  una piccola percentuale della popolazione riceve lo stipendio .  Briciole di aiuti umanitari, che si danno una sola volta sola, a persone sopra i 65 anni, sono sufficienti solo per un paio di giorni. Grazie all'aiuto della confraternita di Giovanni Battista di Trezvenie , negli ultimi 4 mesi  abbiamo aiutato più di 4.000 persone con cibo e medicamenti, siamo stati in grado di fare le riparazioni ordinarie della chiesa e della Scuola attigua, che erano crivellate dalle bombe. Con l'inizio della stagione fredda aumenta il numero di persone  in cerca di aiuto. Da novembre trasformano  il Donbass nella Leningrado assediata. Saremmo grati se qualcuno riuscirà ad  organizzare  spedizioni con cibo e medicine. I prodotti più necessari sono i cereali e conserve. Elenchi di farmaci necessari possono essere scaricati da internet.

Vi preghiamo fortemente di rispondere a questo appello e aiutarci con le preghiere e concretamente.                                                                      

Progetto per i bambini della scuola bombardata № 24

della città di KrasnodonReferente insegnante Serghey Aartemov

 

 

 

 

AIUTATECI ad AIUTARLI

 

Progetto di Solidarietà nella Siria martoriata

 

Con i bambini siriani  -  SOS -SIRIA

 

Novembre 2014, comunicazione

Con profonda e sentita soddisfazione comunichiamo a tutti gli amici e sodali, che ci hanno aiutato nella realizzazione di questo piccolo ma concreto Progetto solidale, che in data 14 ottobre Enrico Vigna ha incontrato a Roma il Patriarca greco melchita Gregorio III Laham, di passaggio a Roma proveniente da Damasco, con cui insieme a Padre Haddad archimandrita di Roma, abbiamo costruito questo progetto, consegnandogli le PRIMA parte del ricavato delle vendite del libro “ Le Chiese d’Oriente ed il regime siriano” – Edizioni Zambon, e delle sottoscrizioni raccolte durante le serate di presentazione del libro e di solidarietà con il popolo siriano aggredito e martoriato.  Non essendo possibile elencare tutti coloro che hanno contribuito anche solo comprando una copia del libro, chi lo ha fatto sa di essere parte di questo; così come le tantissime associazioni, circoli, centri di tante città e paesi, che ci hanno invitato e hanno organizzato incontri e serate. GRAZIE a nome dei bambini siriani che beneficeranno di questo piccolo ma profondo atto, tra l’altro come detto dal Patriarca, il valore della somma nella situazione siriana va moltiplicato per almeno 10, con la seconda parte che daremo, una stanza del reparto pediatrico dell’ospedale sarà stata possibile grazie alla nostra solidarietà. Certamente poco ma non inutile come le parole vuote o le teorie scritte, ma non praticate. Ma l’impegno di informazione e solidarietà continua e deve continuare, nell’incontro sono emerse alcune valutazioni circa la drammatica situazione nel paese, accanto ad una ferma e caparbia volontà di resistere del popolo siriano, di fronte ad una aggressione spietata e devastante. Prossimamente pubblicheremo un intervista al Patriarca che darà la percezione di quanto sta accadendo e di quali prospettive ci sono.    

Leggi tutto: Progetto di Solidarietà nella Siria martoriata

Solidarietà per i bambini del Donbass in Ucraina

Dal Movimento contro la guerra ucraino - Ottobre 2014

“ Cari compatrioti!

La guerra ha creato una catastrofe nel Donbass,  centinaia di migliaia di profughi, compresi i bambini sono ora indigenti. Ma è una grande “fortuna” questo, perché significa che sono sopravvissuti con i genitori o parenti. Spesso, come nel caso della situazione di Diana Popkov, la sua situazione è terrificante: è rimasta solo lei.

A Novomoskovsk ,vicino Dnipropetrovsk, Ucraina, in questa città, abbiamo creato un movimento adottivo come Movimento Antivoyna: con il  "Fondo per la Fratellanza col Donbass" per aiutare i rifugiati e i bambini malati. L'attuale governo ha portato l'Ucraina al collasso economico. Naturalmente raccogliere  i soldi per chi è nel bisogno e molto difficile. Tuttavia, abbiamo pianificato  e organizzato per i bambini rifugiati una vacanza.

Leggi tutto: Solidarietà per i bambini del Donbass in Ucraina

I serbi del Kosovo e della Metohija in aiuto alla Novorossija

La Comunità di solidarietà serbo-slava “Grigorij Stepanovich Scherbina” di Kosovska Mitrovica ha organizzato una raccolta di aiuti umanitari per gli abitanti della Novorossija.

COMUNICATO

La difficile situazione politica dell’Ucraina, provocata dalla presa del potere da parte dei tirapiedi filonazisti di Washington e di Bruxelles, ricorda molto ciò che accadeva in Kosovo e in Metohija quindici anni fa, quando le vittime erano i serbi del Kosovo e della Metohija. In questi territori, i crimini nei confronti dei serbi venivano compiuti dal cosiddetto Esercito di Liberazione del Kosovo, mentre in Ucraina i crimini contro la popolazione russa vengono messi in atto dall’organizzazione denominata “Pravyj Sektor”, la cui ideologia è fortemente filonazista. Le persone uccise e arse vive nella Casa dei Sindacati di Odessa sono un autentico esempio del carattere criminoso del regime di Kiev. A causa della strage di civili, più di 150mila russi hanno lasciato le regioni di Lugansk e di Donetsk. La Comunità di solidarietà serbo-slava “Grigorij Stepanovich Scherbina” del Kosovo e della Metohija condanna il genocidio attuato dal regime di Kiev, ed esorta tutti i serbi del Kosovo e della Metohija ad aiutare i russi secondo le proprie possibilità.

Leggi tutto: I serbi del Kosovo e della Metohija in aiuto alla Novorossija