Intervista al padre di Assange

Il “crimine” di Julian Assange: aver portato alla luce i crimini di guerra USA

 

http://www.natoexit.it/wp-content/uploads/470x357-C3x-2.jpg

 

L’intervista video a John Shipton, padre di Julian Assange – fatta da Berenice Galli (CNGNN), montata e pubblicata da Pandora TV diretta da Giulietto Chiesa – costituisce un
documento di grande importanza per la difesa della democrazia, sempre più sotto attacco da parte di un sistemapolitico-mediatico che usa repressione e mistificazione per mettere a tacere la verità. Per meglio comprendere l’intervista, riassumiamo qui di seguito le vicende che hanno
portato alla drammatica situazione in cui si trova oggi Julian Assange. Invitiamo a diffondere al massimo questa informazione, contribuendo in tal modo alla campagna internazionale per la liberazione di Julian Assange.

Leggi tutto: Intervista al padre di Assange

APPELLO per una Giornata internazionale di azione contro le sanzioni e la guerra economica

 

https://sanctionskill.org/wp-content/uploads/2019/10/sanctionskillbanner_fixed.jpg

 

13 MARZO 2020

Le SANZIONI UCCIDONO!

Le SANZIONI SONO GUERRA!

STOP alle SANZIONI SUBITO !

Le sanzioni vengono imposte dagli Stati Uniti e dai suoi consociati minori contro paesi che si oppongono alle loro  politiche. Esse sono armi della Guerra Economica, che producono carenze croniche di beni di prima necessità, delocalizzazioni economiche, iperinflazione caotica, carestie indotte, malattie e povertà. In ogni paese sono i più poveri e i più deboli, neonati,  bambini, malati cronici, anziani  a subire il peggiore impatto delle sanzioni.

Leggi tutto: APPELLO per una Giornata internazionale di azione contro le sanzioni e la guerra economica

Spie russe in Serbia, oppure operazione di “Intelligence” “straniere” contro la Serbia e la Russia?

24 novembre 2019

 

https://stanjestvari.files.wordpress.com/2019/11/spijunska-fusi.jpg?w=700

 

I fatti: il 17 novembre finisce su tutti i giornali e media serbi, un video che ritrae un ex addetto alla sicurezza dell’ambasciata russa a Belgrado, Georgy Kleban,con un ufficiale in pensione dell’esercito jugoslavo (JNA), di cui si sa solo le iniziali Z.K. Nel video, girato il 24 dicembre 2018 di sera in un caffè della periferia della capitale serba, si vedono due uomini che si incontrano cordialmente e vanno a bere insieme, poi il russo consegna una busta di plastica con dei soldi dentro al serbo e se ne va.

Leggi tutto: Spie russe in Serbia, oppure operazione di “Intelligence” “straniere” contro la Serbia e la Russia?

Kosovo: I serbi sono stati brutalmente privati ​​del loro diritto di voto

11.11.2019

 

Risultati immagini per Kosovo Metohija Immagine correlata

"Il diritto di voto dei serbi è già stato limitato in precedenza, ma oggi si è deciso che semplicemente che non esiste e quindi i serbi espulsi dl Kosovo Metohija sono stati spazzati via come esseri umani dalla realtà politica della loro terra", ha detto il direttore dell'Ufficio serbo  per il KiM, Marko Djuric.
Nella dichiarazione si afferma che non solo gli abitanti della provincia sono stati costretti a vivere lontano dai loro focolari secolari, ma ora gli è anche stato negato il diritto di esprimere la loro volontà politica.

Leggi tutto: Kosovo: I serbi sono stati brutalmente privati ​​del loro diritto di voto

La Corte Suprema condanna i prigionieri politici catalani a pene fino a 13 anni di carcere

14 Ottobre 2019

Le dure condanne arrivano nel bel mezzo della campagna di criminalizzazione da parte dei media spagnoli contro il movimento indipendentista catalano, e di un ampio dispiegamento di forze della Guardia Civil e della Polizia Nazionale in Catalogna

 

Risultati immagini per catalunya

Leggi tutto: La Corte Suprema condanna i prigionieri politici catalani a pene fino a 13 anni di carcere