CIVG Informa N°102

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
Aleppo respira! Aleppo è libera!
Enrico Vigna

Dicembre 2016

 A cura di Enrico Vigna SOS Siria/CIVG

Aleppo liberata. Vicario apostolico: “Questo Natale avrà un altro profumo”

Mons. Abou Khazen, felice per l’ingresso dell’esercito siriano nei quartieri occupati, considera “motivo di speranza” la lettera del Papa ad Assad.                              Ma accusa: “L’embargo colpisce solo i civili”


Leggi tutto

Luci e ombre del nuovo disegno di legge recante il testo unico amianto
C.N.A. CORDINAMENTO NAZIONALE AMIANTO

 

COMUNICATO STAMPA CNA

 

Si è tenuta ieri presso Palazzo Giustiniani del Senato la II Assemblea Nazionale sull’Amianto in cui è stato presentato un ddl recante il Testo Unico in materia di amianto, frutto delle conclusioni raggiunte dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno degli infortuni e delle malattie professionali con la collaborazione dell’Università degli Studi di Milano. Otto titoli composti da 128 articoli per cercare di affrontare e riordinare il tema dell'amianto in tutta la sua vastità e complessità.


Leggi tutto

Israele: li chiamano shministim o refusenik
Paola di Lullo

2 Novembre 2016

 

 

Sono i giovani obiettori di coscienza israeliani. I giovani che rifiutano di prestare il servizio di leva nell’esercito del loro paese. Tre anni per i ragazzi, due per le ragazze. Sono la futura classe dirigente israeliana. I futuri genitori di bambini che spereremmo non vedere più armati ad un poligono di tiro. Sono il cambiamento. La “rottura” nella società civile israeliana. Sono giovani che, pur riconoscendo il diritto all’esistenza dello stato d’Israele, non ne riconoscono la politica di occupazione, oppressione, violenza, apartheid. Sono i giovani che riconoscono l’esistenza dello stato di Palestina. Che non vogliono muri, checkpoints, soldati armati, soppressioni di manifestazioni e marce pacifiche.


Leggi tutto

La Geopolitica delle relazioni russo-egiziane
J.Hawk, Daniel Deiss, Edwin Watson

27.10.2016  

 

Le relazioni in via di rapido sviluppo tra la Russia e l’Egitto sono state sovrastate in termini d’importanza dalle relazioni più impattanti tra la Russia e la Siria, come quelle d’altronde tra la Russia e l’Iran. Nondimeno il rapporto tra l’Egitto e la Russia merita un più attento esame perché, a differenza delle relazioni con le altre due Potenze medio-orientali, queste riguardano un Paese che fino a un tempo recente appariva essere saldamente ancorato al campo occidentale. Il brusco spostamento  in termini geopolitici verso lo spazio eurasiatico costituisce quindi un mutamento molto più significativo  per la regione di quanto possa rappresentare l’efficace sostegno russo del legittimo governo siriano.  Le ragioni a base di questo cambiamento sono di duplice natura. Esse hanno a che vedere sia con la maniera con la quale le Potenze occidentali interagiscono con le entità medio-orientali  nel contesto di una crisi economica a carattere sistemico sia  con l’attrazione esercitata dalla Russia in quanto Paese alleato.


Leggi tutto

Benvenuti in Serbia, Paese della manodopera a basso costo
Rajko Blagojevic

JEDINSTVENA SINDIKALNA ORGANIZACIJA

 

 

SAVEZ SINDIKATA

SRBIJE

                                                                                                                                                                                                                                                        Novembre 2016, Kragujevac, Serbia

 

Benvenuti in Serbia, Paese della manodopera a basso costo

Lo spot del Ministero dell’Economia della Repubblica di Serbia con il quale sono stati invitati imprenditori stranieri per investire in Serbia inizia così: "in Serbia oltre alla manodopera a basso costo si offrono gratuitamente: il terreno per le aziende future, edifici già esistenti, le infrastrutture necessarie, tutta la documentazione e permessi per lavori edili. Oltre a tutto ciò è possibile avere un regalo di 10mila euro per ogni posto di lavoro". Queste opportunità, però, non vengono concesse agli imprenditori locali.


Leggi tutto

La storia del giovane Maksim. Ucciso per aver gridato “Gloria ai minatori”. Una delle tante storie tragiche del Donbass aggredito
Enrico Vigna

novembre 2016

Maksim, era solo un giovane minatore di 29 anni

 

Una storia di “ordinaria” violenza e ferocia nel Donbass: un giovane minatore di 29 anni, Maksim Gladkih, è stato assassinato dalle bande neonaziste del battaglione Aydar, nella cittadina mineraria di Ugledar, a soli 50 km da Donetsk.


Leggi tutto

Quale Eritrea? Parla il braccio destro del presidente eritreo
Yemane Gebreab

Isaias e Yemane

Eritrea, ex-colonia italiana, poi sotto una brutale occupazione etiopica, liberatasi con trent’anni di guerra di popolo e oggi al tempo stesso unico Stato dell’Africa a rifiutare i modelli politici sociali ed economici dell’Occidente e qualsiasi presenza militare Usa o Nato, e al tempo stesso paese più diffamato e sanzionato del Continente. Per molti sta all’Africa come Cuba rivoluzionaria stava all’America Latina. In ogni caso un paese inviso a imperialismo e neocolonialismo, sottoposto a costante aggressività dal gendarme occidentale in Africa, l’Etiopia, povero, ma in rapido ed equilibrato sviluppo, improntato al principio dell’autosufficienza e della giustizia sociale.


Leggi tutto

Il discorso di Putin al Valdai Discussion Club
CIVG

© Mikhail Klimentyev / Reuters

Il presidente russo Vladimir Putin tiene un discorso durante la riunione del Valdai International Disussion Club a Sochi, Russia, il 27 Ottobre 2016.

 

Il discorso del presidente della Russia Vladimir Putin

Tarja, Heinz, Thabo, colleghi, signori e signore, è un grande piacere rivedervi.

Vorrei iniziare ringraziando tutti i partecipanti al Valdai International Discussion Club, dalla Russia e dall'estero, per aver preso parte in modo costruttivo a questo lavoro e vorrei ringraziare i nostri illustri ospiti per la loro prontezza nel prendere parte in questa discussione aperta.


Leggi tutto

Cuba. L’unità come miglior omaggio.
CIVG

 

 

Profondamente turbati dalla scomparsa del Comandante Fidel Castro Ruiz ci uniamo al grave lutto che ha colpito la nazione cubana.

Fidel é stato un leader immenso; rivoluzionario, statista, stratega e maestro di vita.

Egli è stato capace di incarnare la voce di tutti gli oppressi superando i confini geografici e politici, persino quelli ideologici, in virtù della sua umanità eccezionale.

Il mondo intero ha perso un uomo che aveva dilatato la sua coscienza in cui donne e uomini di tutto il pianeta si riconoscevano e attingevano.

In questa realtà terrena il Comandante è esploso come una luce che ci ha illuminato tutti, diventando idea, luce invincibile.

 

Enrica Mendo e Flavio Rossi per il

Centro di Iniziative per la Verità e la Giustizia - CIVG , Italia

 

Torino 26 Novembre 2016


Leggi tutto

S.O.S. Yugoslavia - S.O.S. KOSOVO METOHIJA: Ottobre 2016
S.O.S. Yugoslavia

LA NOSTRA SOLIDARIETA’ CONCRETA...CONTINUA

 

 

A Ottobre una delegazione dell’Associazione composta da Andrea, Denis, Enrico, Fabrizio, Luca e Willer, si è recata in Serbia, nel periodico viaggio per la consegna degli aiuti alle famigli adottate e alle Associazioni di là gemellate con noi per la solidarietà.

In questo viaggio ci siamo recati a Nis dove sono stati portati sia aiuti economici che vestiario e giochi per bambini  profughi e delle enclavi del Kosovo Methoija

A Nis, grazie alla collaborazione con le Associazioni “Srecna Porodica“ delle donne vedove di guerra e profughe, con le referenti Radmila e Lela e all’Associazione “Madri dei Rapiti del Kosovo“ di Nis con la referente Gordana e grazie all’ospitalità di Padre Milutinovic, presso  il salone della Facoltà Teologica di Nis di cui è rettore, si è svolta la consegna dei sostegni alle famiglie profughe in Nis e a quelle giunte dal Kosovo.


Leggi tutto

S.O.S. Yugoslavia – SOS Kosovo Metohija
CIVG

La nostra solidarietà concreta continua...

Novembre 2016

Aderendo alla proposta ricevuta dal Kosovo Methoija, attraverso Padre Benedetto, l’Associazione, ha deciso di avviare un nuovo Progetto di Solidarietà verso le enclavi del Kosovo Methoija, che si andrà ad inserire dentro il Progetto Decani, di cui lo stesso Padre Benedetto sarà garante e nostro referente.


Leggi tutto

Domenica 30 ottobre ad Asti, riuscita giornata di solidarietà con i bambini del Kosovo Methoija.
CIVG

S.O.S. Yugoslavia– SOS Kosovo Metohija

Ottobre2016

LA NOSTRA SOLIDARIETÀ CONCRETA… CONTINUA.

Domenica 30 ottobre ad Asti, riuscita giornata di solidarietà con i bambini del Kosovo Methoija.

Organizzata dall’Associazione CreArTe, dal Centro Culturale San Secondo e dalla sezione astigiana di SOS Yugoslavia-SOS Kosovo Methoija, presso il Salone ipogeo del Centro Culturale S. Secondo, gentilmente concesso, le Associazioni si sono unite per animare un pomeriggio all’insegna della solidarietà, per raccogliere fondi per la bambina del Kosovo Andjela, adottata a distanza dalla sezione astigiana di SOS YU-KiM.


Leggi tutto

CIVG Informa N°101

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.

Processo a Torino, Eternit bis, presidio e convegno
Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

 

COMITE’ D’AIDE ET D’ORIENTATION AUX VICTIMES DEL L’AMIANTE (CAOVA)

COMUNICATO STAMPA: PROCESSO A TORINO- ETERNIT BIS – PRESIDIO E CONVEGNO

E’ RIPARTITO IL PROCESSO ETERNIT BIS, DAVANTI AL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI (GUP)

Leggi tutto
Giù le mani dalla Siria
SOS Siria Italia

Un messaggio urgente per la pace alla luce del pericolo di una guerra più grande.

Il 13 ottobre, pubblicato 158 organizzazioni di  numerosi paesi e diverse migliaia di cittadini statunitensi si schierano contro la guerra in Siria ed il ruolo degli USA

 

 

Alziamo la nostra voce contro la violenza della guerra, contro l’enorme pressione della propaganda bellica, delle bugie e di un programma politico adoperati per giustificare questa guerra e ognuna delle precedenti condotte dagli Stati Uniti.

Leggi tutto
Donetsk: oltre 50.000 persone al funerale di Motorola
Ortodossiatorino

 

Ecco una notizia che i media in Italia NON vi daranno: più di 50.000 persone partecipano composte e con rispetto al funerale del colonnello Arsen Pavlov, noto come “Motorola”, ucciso in un attentato in casa sua il 16 ottobre. Dalla “libera stampa” generosamente finanziata dai manovratori dei colpi di stato definiti “rivoluzioni colorate” e delle campagne di distruzione e saccheggio eufemisticamente chiamate “operazioni anti-terrorismo”, più probabilmente sentirete chiamare il 33enne Pavlov “terrorista”. Osservate queste poche decine di migliaia di “terroristi” di ogni età e condizione sfilare per le strade di Donetsk, e attendete fiduciosamente che la corrente propaganda antirussa sia sbugiardata come si merita.

Leggi tutto
Arsen Pavlov “Motorola”: un padre, un eroe
CISNU e CIVG Italia

 

Leggi tutto
Me l’ha detto il fiume - Lettera di Laura Zuñiga
Laura Zuñiga

 

Bertha Caceres, mia madre, la mia mamma, era la lotta in cammino, con tutte le oppressioni addosso, caricando sulle spalle le sofferenze che questo sistema impone ai poveri, agli indigeni poveri, alle donne indigene povere.

Leggi tutto
Ringraziamento di Luis Diaz de Teran
Luis Diaz de Teran

Il CIVG (Centro di Iniziative per la Verità e la Giustizia), ritenendo interno ai suoi intenti e obiettivi la battaglia del COPINH e dei suoi sostenitori sottoscrive l’appello contro l’espulsione del volontario spagnolo in Honduras. Qui sotto il testo dell’appello internazionale in spagnolo con le associazioni internazionali che lo hanno sottoscritto.


 

RINGRAZIAMENTO  DI  LUIS DIAZ DE TERAN

Stimati amici/amiche.

Vorrei esprimere la mia più profonda gratitudine per il vostro appoggio, sia nelle azioni che sono state depositate presso gli organismi nazionali e internazionali competenti, per la risoluzione del mio ingiusto divieto d’ingresso nello Stato honduregno, sia nella solidarietà che ho incontrato in tutti voi; ho sentito che il mio lavoro in difesa dei diritti umani e delle libertà fondamentali non è un lavoro individuale, ma un impegno di tutti.

Molte grazie e spero che presto il mio caso si risolva e io possa tornare a svolgere il mio lavoro e apportare tutto ciò che è in mio potere, per denunciare le ingiustizie che affliggono l'Honduras.

 Cordiali saluti,

Luis Diaz de Teran

 

Leggi tutto
Innovazione: un fattore chiave della crescita mondiale
Zivadin Jovanovic

Forum di Belgrado per un Mondo di Eguali, Serbia, settembre 2016

 

La visione, l'integrazione, l'apertura e inclusività sono le caratteristiche principali del Hangzhou Consensus del G20.

Sia nel Comunicato che nel Piano d'Azione adottati in occasione del vertice del G20, tenutosi a Hangzhou (4-5 settembre) le innovazioni sono percepite come il fattore chiave per lo sviluppo globale sostenibile.


Leggi tutto

Logistica - Firmati accordi di portata storica con i principali corrieri
globalproject

Comunicato nazionale di Adl Cobas e Si Cobas

4/11/2016

Firmati accordi di portata storica con i principali corrieri. Di seguito il comunicato in merito agli accordi siglati cn TNT, BRT, GLS assistiti da FEDIT, da SICOBAS e ADLCOBAS. Mentre SDA di una dichiarazione di intenti con la quale impegna i fornitori ad applicare le stesse condizioni previste dagli accordi.


Leggi tutto

DA ALEPPO OVEST: le toccanti testimonianze degli abitanti in questi giorni terribili
Dottor Nabil Antaki

3   novembre 2016

Messaggio ai media, e a quella parte dell'opinione pubblica disinformata, che parteggiano per i gruppi armati di Aleppo perché li considerano ribelli rivoluzionari e non quel che sono in realtà: terroristi.

 

Esplosione del 3 novembre 2016                                                        

Leggi tutto
SOS Donbass: la nostra solidarietà concreta continua
Andrey

I Bambini di Zaizevo nel Donbass rivedono la luce. Grazie CISNU!

Grazie ai contributi raccolti in Italia dal CISNU per il Progetto SOS DONBASS i nostri referenti hanno comprato un generatore elettrico per una famiglia del posto che da otto mesi non aveva più la luce elettrica.

 

 

Leggi tutto
Storie di disumanità della guerra in Donbass.
ortodossiatorino.it

Un residente di Donetsk racconta la sua tragedia

Per tutti quelli che pensano che il conflitto nel Donbass sia terminato solo perché è sparito dalle prime pagine, presentiamo la trascrizione italiana della video-intervista a un padre di famiglia reso vedovo e vittima di mutilazioni dai bombardamenti sui civili.


Leggi tutto

La verità si apre sempre la strada
Granma italiano e CIVG

Siamo orgogliosi della nostra storia e della nostra cultura, che sono il tesoro più prezioso, ha affermato il cancelliere cubano nella presentazione del progetto di risoluzione:  “Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d’America contro Cuba”, che ha ottenuto 191 voti a favore, due astensioni e nessun voto contrario.

                    

 

Signor Presidente;

Signori Rappresentanti Permanenti;

Signore e Signori Delegati:

 

Sono passati quasi due anni dall’annuncio del presidente Barack Obama della sua disposizione d’usare le sue facoltà esecutive e di lavorare con il Congresso, con l’obiettivo d’eliminare il blocco a Cuba.

Leggi tutto

CIVG Informa N°100 - Moldavia: speciale elezioni

MOLDAVIA: alle elezioni presidenziali il popolo moldavo cambia rotta e cerca un'alternativa, rivolgendosi verso la Russia. Una svolta geopolitica.

14 novembre 2016

 

 

Dopo decenni di rapine e saccheggio sistematico del Paese compiuto dai politici e dai partiti legati, finanziati e protetti dall’occidente, dal Fondo Monetario Internazionale, dalla Banca Mondiale, dall’Unione Europea e dalla NATO, che hanno portato il Paese ad essere il Paese più povero d’Europa; infatti secondo uno studio del FMI basato sul reddito pro-capite a parità di potere di acquisto, in Moldavia risulta di 5.006 dollari pro-capite. Questo è un dato riferito a chi materialmente vive nel paese, altro discorso andrebbe fatto per chi è emigrato in occidente. Anche un rapporto dell’UNDP(United Nations Development Programme), ha stabilito che l’8,1% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà internazionale di 1,25 dollari al giorno (2000-2007); ma il 48,5% vive al di sotto della cosiddetta soglia di povertà nazionale. La Moldavia è un paese con circa 3.600.000, di cui oltre la metà vivono all’estero, situata tra Ucraina e Romania. Si parla rumeno, come lingua ufficiale, ma una grande parte parla russo. La Moldavia, posizionata alla 103esima posizione nella Corruption Perceptions Index 2015 di Trasparency International è anche considerato uno dei Paesi più corrotti d’Europa, preceduta nella classifica solo dalla Georgia. Il 13 novembre c’è stato il secondo turno delle elezioni presidenziali, dove ha prevalso il candidato del Partito Socialista della Repubblica di Moldavia, con il 52,18% complessivo, ma senza i voti esteri, in Moldavia la media è del 75%. Questo nonostante  tutto l’insieme dei “poteri forti” del sistema, partiti, apparati, media e ONG filooccidentali hanno profuso ogni sforzo e investimento finanziario, sabotaggi elettorali, ricatti, pressioni e minacce sulla stampa e i media, completamente in mano ai potentati filo occidentali. Un esempio denunciato dal Blocco elettorale per  il candidato socialista Dodon è quello che, mentre nei paesi occidentali il governo moldavo ha istituito centinaia di seggi per permettere di votare i propri emigrati, in stragrande maggioranza fautori dell’occidente in quanto arricchitisi e culturalmente occidentalizzati, un dato che non ha bisogno di ulteriori commenti, al primo turno in Italia l’80% aveva votato per l’americana Sandu e il 7% per Dodon! In Russia e in altri paesi dove i  lavoratori emigrati non riconoscono l’occidente come un modello o una soluzione, il governo ha ridotto ad una minima presenza i seggi, basta pensare che in una città come Mosca, dove vivono e lavorano oltre 700.000 moldavi emigrati, le scorse elezioni erano stati messi 3 seggi.

Leggi tutto: CIVG Informa N°100 - Moldavia: speciale elezioni

CIVG Informa N°99

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
FERROVIERI: con la 'Fornero' la pensione al cimitero….
inmarcia.it

PENSIONE FERROVIERI: La legge Fornero ci manda la pensione al cimitero…. Renzi  e Sindacati ce la fanno anche … pagare con l'APE social!

LETTERA APERTA ALLE SEGRETERIE SINDACALI NAZIONALI - SETTORE TRASPORTI - E PER CONOSCENZA ALLE ISTITUZIONI INTERESSATE - Ecco il testo dell'accordo sull'APE, del 28 settembre 2016 - Vedi le nostre iniziative sulle pensioni

Se la condividi, invia questa lettera ai sindacati FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, ORSA, FAST e UGLTRASPORTI

Leggi tutto

 

L'accorato appello dell'arcivescovo cattolico greco-melkita di Aleppo
mons. Jean-Clément Jeanbart

Questo è ciò che accade ad ALEPPO

 


 "Il mondo intero è terrorizzato alla vista dell'immagine di Aleppo che i mass media in questi ultimi giorni vi hanno rappresentato. Molti dei nostri amici all'estero sono preoccupati e vogliono sentirlo da noi.


Leggi tutto

Libia: ritorna il fantasma di Gheddafi e la ricomparsa della Jamahiriya
libyanfreepress

In questo articolo ci sono alcune delle ragioni per cui gli americani stanno ancora bombardando la Libia, ai giorni nostri: Daesh (ISIS) è una creatura USA e viene utilizzato per destabilizzare e quindi avere la scusa per intervenire in Siria come in Libia, come in tutto il mondo.


Leggi tutto

“Gli Stati Uniti non lasceranno tanto presto l’Ucraina”
avante.pt

11 Ottobre 2016

 

 

Intervista a Anatoly Kryvolapov, redattore capo del giornale del Partito Comunista di Ucraina

a cura di Hugo Janeiro

In un’intervista concessa nel corso della Festa di Avante!, il redattore capo del giornale del Partito Comunista di Ucraina – messo fuorilegge dalle autorità ucraine –, Anatoly Kryvolapov, riferisce sulla situazione che si vive nel paese dopo il colpo di Stato del febbraio 2014 e la conseguente installazione di una giunta governativa di stampo fascista.

Leggi tutto
Convocazione Nazionale delle Associazioni, comitati e Vittime Amianto
C.N.A. CORDINAMENTO NAZIONALE AMIANTO

 

 Alle Associazioni Comitati e Vittime Amianto Loro Sedi

 

Oggetto: Convocazione Nazionale

 

       Come già evidenziato nel mese di Agosto ritengo urgente effettuare una riunione delle Associazioni, comitati e Vittime Amianto e quanti desiderano collaborare con IL C.N.A. per analizzare le situazioni attuali.

Leggi tutto
Siria:attenzione, non cadete nella trappola
Dottor Nabil Antaki

2 ottobre 2016

 

 

Un amica francese mi ha consultato su una petizione di Avaaz che circola in rete a proposito di distruzioni commesse dall'esercito siriano e da aerei russi sugli ospedali d'Aleppo”.

Petizione che si richiede di firmare e che sarà in seguito inviata come lettera aperta a Barak Obama e ad Angela Merkel.

 Ecco la mia risposta:

 Attenzione. Non firmate questa petizione pensando che possa essere utile con le sue espressioni di solidarietà verso di noi.

Leggi tutto
Libia: la Resistenza verde si rafforza. Quello che non ci fanno vedere
CRIofficiel

Brak El Shari - Sud Libia – La città viene liberata                         
La località di Brak el Shati è una zona liberata dalla Resistenza popolare verde, nonostante sia  sorvolata continuamente da aerei da caccia non identificati in modo da terrorizzare il bastione gheddafista. Questa è una regione storicamente fedele alla Jamahiriya libica.
16/08/2016

 
Leggi tutto

Il Crimine di Barbados. Cuba non dimentica
Lauren Céspedes Hernández

Miguel Díaz-Canel Bermúdez ha presieduto la cerimonia politico – culturale nel  teatro Lázaro Peña della capitale, in occasione del giorno delle Vittime del Terrorismo di Stato.

 

 

7  - 10 - 2016

Nel teatro Lazaro Peña della capitale è stata realizzata una manifestazione politico - culturale in occasione del Giorno delle Vittime del Terrorismo di Stato e nel 40º anniversario del criminale attentato in Barbados.

Leggi tutto
Tentati omicidi contro il Coordinatore Generale del COPINH e un leader comunitario del COPINH
Copinh Intibucá

10 ottobre 2016

 

 

Il Consiglio Civico di Organizzazioni Popolari e Indigene dell'Honduras denuncia di fronte all'opinione pubblica nazionale e internazionale i tentativi di assassinio del compagno Membreño Tomas Gomez, Coordinatore Generale del COPINH, e di Alexander Garcia Sorto, leader della comunità di Llano Grande, Colomoncagua.

Leggi tutto
Inaugurazione del Mulino della Rete di Impresa Grani Resistenti e Laboratorio di Filiera
Sandro Mazzariol


Leggi tutto

Kragujevac, Serbia ex Jugoslavia
Enrico Vigna

PER NON DIMENTICARE

21 ottobre 1941- 21 ottobre 2016

 

   

Le ali spezzate – Dedicato alle V classi

Fiori di pietra – Dedicato ai 300 piccoli Rom lustracarpe

Il monumento di dolore e orgoglio

Le pietre addormentate

 

Per la memoria storica :
Kragujevac, Serbia, exJugoslavia - 21 ottobre 1941

Leggi tutto

CIVG Informa N°98

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.

Manifestazione dopo l'omicidio di Abd Elsalam - Oltre 7.000 in corteo a Piacenza
USB

Piacenza, 17/09/2016

 

 

In una città blindata da un'assurda ordinanza che ha imposto la chiusura di negozi ed uffici, sono sfilati in corteo oltre 7000 lavoratori chiamati da USB a manifestare contro l'omicidio di Abd Elsalam.

Leggi tutto
Siria, Hassakè: “Un grido di aiuto, in soccorso dei cristiani, ma anche dei curdi in generale”
ACS

 

Una richiesta di aiuto è stata lanciata da monsignor Jacques Behnan Hindo, arcivescovo di Hassaké-Nisibi dei Siri. “Dopo l’annuncio della tregua tra esercito arabo-siriano e forze curde, che prevede la smilitarizzazione, fra l’altro, del quartiere cristiano di Hassaké, le barricate non sono state rimosse, anzi sono aumentate, così come è aumentato il numero delle strade chiuse. La circolazione è diventata molto difficile, se non addirittura impossibile”.

Leggi tutto
L’umanitario funzionale al potere
Mostafa El Ayoubi

16 settembre 2016

 

 

La guerra e l’umanitario idealmente sono due realtà che si contrappongono: la guerra provoca disastri umani e ambientali; l’umanitario, invece, soccorre le vittime e promuove i diritti. Ma nella prassi le due dottrine sono spesso interconnesse e convergono, delle volte, verso lo stesso obiettivo: quello di essere al servizio degli interessi delle grandi potenze mondiali. Si fa la guerra in nome dell’umanitario.

Leggi tutto
MNOAL: Siamo riusciti a preservare il Movimento nonostante le voci che auspicavano la sua scomparsa
CIVG

Intervento di Bruno Rodríguez Parrilla, ministro delle Relazioni Estere di Cuba nella Sezione dei Cancellieri del XVII Vertice del Movimento dei Paesi Non Allineati, neIl’Isola Margarita, Venezuela, il 15 settembre del 2016, “58º Anno della Rivoluzione”.

 

 

 

Stimata compagna Delcy Rodríguez, ministra delle Relazioni Estere della Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Stimati ministri e capi di delegazione.

Signori delegati e invitati.

Leggi tutto
7-8-9 Ottobre 2016 - Mondeggi Terra Bene Comune Fattoria Senza Padroni
CIVG

¡Berta vive!

Coltiviamo comunità, reti e territorio

Pratiche di riappropriazione, difesa e autogestione

 

7-8-9 Ottobre 2016 - Mondeggi Terra Bene Comune Fattoria Senza Padroni

 

Come parte della campagna per la giustizia e la verità di fronte all’omicidio di Berta Cáceres Flores,  leader indigena honduregna uccisa sei mesi fa per il suo impegno come coordinatrice del C.O.P.I.N.H. (Consejo Civico de Organizaciones Populares e Indigenas de Honduras): Mondeggi, il Collettivo Italia Centro America (CICA) e il Comitato Berta Vive invitano tutte le realtà che vogliono confrontarsi sul tema della difesa del territorio, della resistenza contro le grandi opere, dell'organizzazione delle comunità rurali, all’incontro “Coltiviamo comunità, reti e territorio - Pratiche di riappropriazione, difesa e autogestione”.

Leggi tutto
I procedimenti penali per i tumori professionali: Giustizia o Ingiustizia?
Michele Michelino

VENERDI’ 23 SETTEMBRE 2016

SENATO DELLA REPUBBLICA, SALA KOCH, PALAZZO MADAMA                                                      

PIAZZA MADAMA 11, ROMA

 

 

Al lavoro è peggio che in guerra.

L’Italia è il paese che, subito dopo l’incendio che uccise 7 lavoratori bruciati vivi nel 2007, ha visto gli industriali applaudire i dirigenti assassini della ThissenKrupp.

Leggi tutto
Indignati per tutto quello che stiamo subendo, che vediamo, sentiamo: noi, di Aleppo!
Nabil Antaki

20 settembre 2016

 

 

Lettera da Aleppo del 17 settembre 2016

 

Rivolta e Compassione

La tregua negoziata tra i russi e gli americani è entrata in vigore 5 giorni fa. Finora, è abbastanza rispettata. Gli Aleppini di confessione musulmana hanno potuto celebrare l'Eid al Adha (Festa del Sacrificio), nelle strade e nei giardini pubblici, senza il timore dei mortai e delle bombole di gas piene di chiodi e di esplosivi che i ribelli lanciavano su Aleppo da 4 anni e 2 mesi facendo ogni giorno numerose vittime. Finora, non vi è stata nessuna strage, come accadde 70 giorni fa durante la festa del Fitr, quando colpi di mortaio lanciati sui quartieri civili, su strade piene di famiglie in festa hanno fatto decine di morti, soprattutto bambini. Ma gli Aleppini stanno in guardia, essi sono scettici circa il rispetto prolungato della tregua, dal momento che quest'ultima non riguarda i due gruppi riconosciuti come terroristi dalla comunità internazionale, Daech e al-Nusra.

Leggi tutto
Gli imbrogli della politica statunitense verso l’Isola
Sergio Alejandro Gómez

 

Martedì 13, com’è avvenuto negli ultimi 40 anni, il presidente degli USA ha rinnovato la Legge sul Commercio con il Nemico del 1917, che attualmente si applica solo con Cuba.

È un controsenso che Washington continui, almeno nei documenti ufficiali, a definire L’Avana un “nemico”, proprio quando i due paesi cercano d’avanzare verso la normalizzazione delle loro relazioni.

Barack Obama ha visitato l’Isola ed ha chiesto “di lasciare indietro il passato”, ed ora rinnova con tutta la retorica della guerra fredda una Legge che si sostiene sugli interessi della sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Leggi tutto
Logistica Simply Market Trucazzano (MI): prosegue la vertenza dopo lo sciopero del 12 settembre
CUB

16 Settembre 2016

 

 

Simply Market nuove manifestazioni  - I lavoratori CUB presso i magazzini Simply di Trucazzano (MI) hanno dichiarato, giovedì 25 agosto, lo stato di agitazione e hanno iniziato lo sciopero degli straordinari, a tempo indeterminato, anche sabato e festivi. (galleria fotografica del presidio dei cancelli di lunedì 12).

Leggi tutto
Se i russi votano Putin hanno le loro ragioni
Fulvio Scaglione

L'occidente parla di dittatura, ma nessuno si preoccupa di sapere se ai russi sta bene così - e perché - mentre il presidente incassa l'ennesima vittoria elettorale

19 Settembre 2016

 

 

“Quelle russe sono le elezioni più noiose del 2016”. Leonid Bershidsky è un bravissimo giornalista. Nel 1993 è tornato a Mosca dalla California, ha fondato Vedomosti (quotidiano di informazione economica frutto di un progetto comune di Financial Times e Wall Street Journal) ed è stato il primo direttore dell’edizione russa di Forbes. Nel 2014, deluso e disgustato, se n’è andato dalla Russia. Bershidsky, però, che ora fa l’editorialista per Bloomberg, è anche uno di quei giornalisti russi che sanno raccontare la Russia come agli occidentali piace sentirsela raccontare.

Leggi tutto
Prefazione di Diego Siragusa al libro “ La maledizione dell’Achille Lauro”
Diego Siracusa

 

Lei è Palestinese nei suoi occhi e nel tatuaggio

Palestinese nel suo nome

Palestinese nei suoi sogni e nell’affanno

Palestinese nella sua sciarpa, nei suoi piedi,

nel suo corpo

Palestinese nella sua voce.

Palestinese in nascita e in morte.                  

 

(Mahmoud Darwish)

 

Ho voluto iniziare questa presentazione del libro di Reem al Ni-mer coi versi di Mahmoud Darwish perché descrivono in modo mirabile la donna palestinese che resiste, che non cede al logorio della lotta e afferma la propria identità con orgoglio, un gesto di sfida alnemico storico, il sionismo che ha devastato la Palestina e inflitto al suo popolo una ingiustizia tra le più crudeli, forse unica nella storia.

Leggi tutto