Breve storia dell’Islam in Cina – Prima parte

Dal VII secolo d.C. alla Rivoluzione Culturale

 

 

IslamCina1

 

 

 

L’Islam fu introdotto in Cina nel VII secolo d.C., dai mercanti arabi e persiani che viaggiavano lungo le Vie della Seta terrestri e marittime. Sulle coste meridionali della Cina navi da trasporto facevano la spola tra Canton, Chuanzhou, Hangzhou, Yangzhou e i porti del Golfo Persico. Secondo la leggenda, quattro dei primi discepoli di Maometto vennero a diffondere la parola del Profeta tra gli arabi che già vivevano in Cina. Lo zio del Profeta, Saad ibn Abi Waqqas, fu accolto nel 651 dall’imperatore Tang Gaozong a Chang’an (ora Xi’an). Alla metà del VII secolo si fa risalire l’edificazione della prima moschea cinese e la predicazione del Corano a Canton, dove era stato costruito nel 627 un minareto usato come faropresso la moschea Huaisheng, o (per l’appunto) Moschea del Faro. Gli islamici venivano identificati col nome persiano Tashih, con la distinzione in Tashih Vestiti di Bianco (Arabi) e Tashih Vestiti di Nero (Persiani).

Leggi tutto: Breve storia dell’Islam in Cina – Prima parte

CIVG Informa n.173

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
10 Novembre 2020. Ancora una volta ingiustizia è stata fatta
Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

 

Caro socio,

 

Morti Amianto, alle ex officine Casaralta di Bologna: annullate in Corte d’Appello le pene.

I tre manager accusati di omicidio colposo e lesioni colpose, condannati in primo grado per la morte di più di 20 persone sono stati assolti. La prescrizione, e l’assoluzione ancora una volta concede l’impunità a manager assassini dei lavoratori.

Per i morti d’amianto nessuna giustizia. Il profitto viene prima della salute e della vita dei lavoratori.

Leggi tutto
La Cina garantisce il vaccino COVID-19 con una catena di approvvigionamento completa, superando gli intoppi del vaccino Pfizer
Global Times

4/12//2020

https://www.globaltimes.cn/Portals/0/attachment/2020/2020-12-04/5dddaecf-f1e7-4582-bf8f-925b19164b2e.jpeg



Proprio come è stato riferito che il gigante farmaceutico statunitense Pfizer ha ridotto della metà le sue dosi originali a causa di ostacoli legati alla catena di approvvigionamento, un massimo esperto cinese ha affermato che la Cina potrebbe distribuire fino a 600 milioni di dosi di iniezioni prima della fine dell'anno, segnando l'inizio di quello che potrebbe trasformarsi in una feroce competizione per la produzione di vaccini, dove le catene di approvvigionamento e l'abilità tecnologica dei paesi saranno messi alla prova, dopo la fase iniziale di ricerca e sviluppo.

Leggi tutto
Disastri "naturali"?
Adelina Bottero

 

Le prime due settimane di novembre hanno rappresentato una catastrofe per il Centroamerica. Due uragani d’intensità enorme (il 3 novembre Eta di categoria 4, il 17 novembre Iota di categoria 5) in successione si sono abbattuti sulla costa atlantica e sulle zone interne di quei Paesi, investendo in pieno soprattutto il Nicaragua, l’Honduras e il Guatemala, ma causando distruzione e morte anche in Costa Rica, Panama, El Salvador, Belize, Messico e Colombia.

Il 2020 è stato un anno record per numero di tempeste e cicloni tropicali, superiori anche alla stagione 2005, l’anno di Katrina, e quando diventano uragani propriamente detti, i dati mostrano che anche la loro potenza distruttiva sta aumentando costantemente nel corso degli anni, parallelamente all’aumentare delle temperature globali delle acque.

Leggi tutto
Bielorussia. I veterani antifascisti della Grande Guerra Patriottica, insieme ai veterani dei vari rami della difesa statale, si schierano contro le ingerenze straniere nel paese e “Per la Bielorussia”.
Enrico Vigna

dicembre 2020


     https://www.sb.by/upload/resize_cache/slam.image/iblock/2d3/855_2000_1/2d396023580cdf22d33e2d8cb1a14376.jpg

 

“ Noi veterani sappiamo che i facili cambiamenti “a passare dall'altra parte della strada” a cui chiamano gli oppositori delle autorità, non ci renderanno più felici e più ricchi in un istante, perché il benessere della nazione si ottiene con il duro lavoro di molte generazioni. Sosteniamo un processo equilibrato e costruttivo, per un ulteriore percorso di sviluppo e miglioramento della Bielorussia, ma mantenendo stabilità, pace e sicurezza sul territorio bielorusso…”, afferma l'appello dell'Associazione dei Veterani.

Leggi tutto
Sulla logistica del "vaccino che verrà"...Lettera a Report
Paolo Selmi

21/11/2020


Logistica sanitaria: ecco come funziona il trasporto e il magazzino  farmaceutico | Logisticamente.it

 

Cara Redazione di Report, buon pomeriggio.

Mi chiamo Paolo Selmi, ho 46 anni e da 20 lavoro nel mondo dei trasporti e delle spedizioni internazionali. E' in questa veste, e non da ricercatore, da militante, o semplice appassionato di determinate tematiche, politico-economiche, o culturali, che vi scrivo. Tralascio quindi altre informazioni su di me e vengo al punto. Chiedo scusa se alcune fonti citate non saranno né in italiano, né in inglese: ho comunque attinto ad esse e, pertanto, mi è sembrato doveroso menzionarle.

Leggi tutto
Notiziario Patria Grande - Novembre 2020
PatriaGrande/CIVG

 

NOTIZIARIO

 

Novembre 2020

 

SOMMARIO

 

PAGINA 12 (ARGENTINA) / LATINOAMERICA/ FEMMINICIDI POLITICI

DALLE SORELLE MIRABAL A BERTA CACERES

 

TELESUR (VENEZUELA) / POLITICA / CRISI ISTITUZIONALE IN PERU

L'insolita saga dei presidenti peruviani

Leggi tutto
Moldavia. L’Alleanza moldava per la NATO/UE torna al potere nel paese
Bogdan Tirdea*

9 novembre 2020

https://socialistii.md/wp-content/uploads/2020/11/48-%D0%90%D0%BB%D1%8C%D1%8F%D0%BD%D1%81-%D0%B2%D0%BE%D0%B7%D0%B2%D1%80%D0%B0%D1%89%D0%B0%D0%B5%D1%82%D1%81%D1%8F-%D0%BA-%D0%B2%D0%BB%D0%B0%D1%81%D1%82%D0%B8-300x290.jpg Moldova

 

Una analisi/bilancio dettagliato e documentato sulle ultime elezioni presidenziali in Moldavia.

Di come un elevato funzionario corrotto, ha indossato l'abito di un combattente anticorruzione

Le elezioni presidenziali in  Moldavia di quest'anno, si sono svolte in un contesto molto difficile: pandemia, siccità, crisi economica globale, rabbia tra i cittadini. In questo contesto, gli oppositori hanno lanciato flussi industriali di falsità. I cittadini erano semplicemente ipnotizzati ...

Leggi tutto
NagornoKarabakh, ARTSAKH. La situazione dopo il cessate il fuoco.
Enrico Vigna

4 dicembre 2020

 

ARMENIA, O CARA… – Brescia Anticapitalista Nagorno-Karabakh, la denuncia di Amnesty International: Stepanakert  bombardata con bombe a grappolo israeliane | Sicurezza internazionale |  LUISS

 

Con la cessazione delle ostilità e la sconfitta delle ridotte forze militari della Repubblica dell’Artsakh coadiuvate da repartiarmenie la vittoria dell’esercito azero, affiancato da reparti speciali dell’esercito turco e, inoltre è stata denunciata la presenza di terroristi islamici spostati dalla Siria e portati a combattere nella regione. Ora si è aperto un delicato e complesso processo di ritorno ad una normalità che sarà difficile da ripristinare.

Leggi tutto
Eurointelligence - Dobbiamo parlare del debito dell'Italia
vociestero


https://1.bp.blogspot.com/-nGNYyjQx9UI/X8VzUHHVYYI/AAAAAAAANZE/iEN_QDiNj1YAsG8cUy3Waubt5a-pt-8WQCLcBGAsYHQ/w400-h400/italy%2Bdebt.webp

 

Wolfgang Munchau, il prestigioso editorialista del Financial Times direttore del sito Eurointelligence, auspicando una discussione franca e aperta, dice esplicitamente ciò che il governo italiano tenta maldestramente di nascondere, e cioè che i lavori per la riforma del MES hanno il preciso obiettivo di apparecchiare la prossima risttrutturazione del debito italiano, quando le regole di bilancio verranno ripristinate mentre l'economia italiana ancora si troverà al palo. Suggerisco in proposito l'ottimo commento di Liturri su Startmag e aggiungo un caloroso augurio al Governo che avremo nel 2023, di condurre con successo la nave Italia in queste acque pericolose.   

Newsbriefing, 27 November 2020

Leggi tutto
Moldavia. La dichiarazione del Partito Socialista moldavo al rifiuto della vincitrice delle elezioni Maia Sandu, di assumersi la responsabilità del governo.
Enrico Vigna

3  dicembre 2020

 

https://socialistii.md/wp-content/uploads/2020/10/foto3-300x225.jpg

 

“ Il Partito Socialista della Repubblica di Moldova ha preso atto delle dichiarazioni rilasciate dal leader del PAS, Maia Sandu, eletta Presidente della Repubblica di Moldova, in merito al rifiuto di assumersi la responsabilità di proporre un nuovo governo nella Repubblica di Moldova.

Leggi tutto
Slovenia. Mentre i sindacati sloveni sono pronti allo sciopero per la difesa dei salari, il governo stanzia 780 milioni di Euro per armamenti e rifiuta un referendum su questo, richiesto dal partito progressista Levica
Enrico Vigna

Novembre 2020

 

Il governo sloveno ha rifiutato la richiesta di Levica di indire un referendum sull'acquisto di armi per un valore di 925,28 milioni di dollari. Levica impugnerà la decisione presso la Corte costituzionale.

 https://peoplesdispatch.org/wp-content/uploads/2020/10/Annotation-2020-10-26-224918.png

Leggi tutto
Morti per amianto al Teatro alla Scala di Milano
Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

Caro socio,

Il processo per i morti d’amianto che vede imputati 5 dirigenti del Teatro allaScala (oltre ai responsabili civili Fondazione Teatro allaScala e Centro Diagnostico Italiano) per la morte di 8 lavoratori si avvia verso le battute finali.

Oggi sono stati sentiti davanti alla presidente della 9° Sezione del Tribunale, giudice Mariolina Panasitie al Pm. Maurizio Ascione gli ultimi due testimoni delle difese, due medici: il prof.Cottica e il dott. Liscalzi.

 

Leggi tutto
Hasta Siempre Dieguito!
Enrico Vigna

26 novembre 2020

 

http://media.cubadebate.cu/wp-content/uploads/2020/11/Maradona-Barrillete-Cosmico-opinion-grafica-2.jpg QUADRI MODERNI POSTER 100X140 CALCIO NAPOLI MARADONA LA MANO DE DIOS DIEGO -

 

Ad Memoriam del più grande sui campi di calcio e di un UOMO VERO nella vita.

Leggi tutto
ONU: USA e Ucraina i soli paesi a rifiutarsi di condannare l'esaltazione del nazismo
Mauro Gemma

24 Novembre 2020

 

svoboda kiev 

Nel pressoché totale silenzio dei media occidentali (e di quelli italiani, in particolare) il 19 novembre scorso il Terzo Comitato dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato (come avviene ormai dal 2005)  il progetto di risoluzione presentato dalla Federazione Russa sulla lotta contro l'esaltazione e la propaganda del nazismo.

Leggi tutto
Il VIDEO della serata streaming del 20 novembre sulla Bielorussia, organizzata dal Comitato Contro la Guerra di Milano
Comitato contro la guerra Milano

...per chi non avesse seguito in diretta

 

L'immagine può contenere: 3 persone, folla, il seguente testo "LE CONQUISTE DELLA BIELORUSSIA E GLI APPETITI DELL'OCCIDENTE VENERDÌ 20 NOVEMBRE ORE 21.30 IN DIRETTA STREAMING CON ENRICO VIGNA (CENTRO DI NIZIATIVE PER LA VERITÀ E LA GIUSTIZIA) OMITATOCONIM"

Leggi tutto
Seminario virtuale sulle buone pratiche mutualistiche
CIVG

 

 

Mercoledì 11 Novembre 2020 il CIVG ha ospitato un seminario in remoto di approfondimento incentrato sulle nuove e vecchie pratiche mutualistiche, un prezioso bagaglio di esperienze per combattere una ideologia della competizione e dell’individualismo sempre più pervasiva.

Il primo intervento, a cura di Dario Romeo, ha ripercorso la parabole delle Società Operaie di Mutuo Soccorso, esaminando in maniera attenta le loro caratteristiche, le loro metamorfosi nel corso del tempo e le lezioni che si possono trarre per il presente.

Leggi tutto

CIVG Informa n.172

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
Seminario virtuale sulle buone pratiche mutualistiche
CIVG

 

 

Mercoledì 11 Novembre 2020 il CIVG ha ospitato un seminario in remoto di approfondimento incentrato sulle nuove e vecchie pratiche mutualistiche, un prezioso bagaglio di esperienze per combattere una ideologia della competizione e dell’individualismo sempre più pervasiva.

Il primo intervento, a cura di Dario Romeo, ha ripercorso la parabole delle Società Operaie di Mutuo Soccorso, esaminando in maniera attenta le loro caratteristiche, le loro metamorfosi nel corso del tempo e le lezioni che si possono trarre per il presente.

Leggi tutto
La gogna mediatica sui cittadini in tempo di pandemia e la lezione dimenticata di Baruch Spinoza.
Enzo Pellegrin

12/11/2020

 

Coronavirus, da epidemia a pandemia: qual è la differenza - Il Faro Online

 

E’ oggi del tutto evidente che il Governo Italiano e le sue Regioni sono giunti completamente impreparati di fronte alla seconda ondata della Pandemia da COVID-19.

Durante l’estate, l’attenzione del Governo è stata rivolta a mille rivoli di spesa: il bonus per le vacanze, il bonus per acquistare biciclette e monopattini sono tra gli esempi più assurdi.

Anzichè organizzare in modo coordinato la ripresa delle attività sociali, provvedendo ad assicurare il surplus di mezzi pubblici di trasporto e attrezzature sanitarie necessari, il Governo ha dato luogo a concessioni frettolose e  disorganizzate, pur di raggiungere i traguardi politici di volta in volta pubblicizzati.

Leggi tutto
SAHARAWI NOTIZIE - Comunicato del Fronte Polisario
Enrico Vigna

Il Fronte Polisario deplora la passività del Consiglio di Sicurezza

Madrid, 13 novembre 2020

Venerdì 13 novembre, le forze armate marocchine hanno deliberatamente violato l'accordo di cessate il fuoco siglato tra le due parti in conflitto nel Sahara occidentale (Fronte Polisario e Marocco) inviando forze militari attraverso tre rotte a est del divario. Guerguerat azione illegale nei confronti di civili saharawi che manifestavano pacificamente nell'area dal 21 ottobre.

Leggi tutto
Joe Biden non è una pagina bianca, potrebbe tornare alle politiche guerrafondaie condotta dagli Stati Uniti prima del 2016, dice l'ex vicepresidente dell'OSCE a RT
RT

10 Novembre 2020

 

bajden avganistan

Ci sono "buone possibilità" che gli Stati Uniti tornino a una politica di guerre estere sotto Joe Biden, il che renderà impossibile la sua riconciliazione con l'UE, ha segnalato Willy Wimmer, ex vicepresidente dell'OSCE. Il motivo principale per cui gli americani hanno votato per Donald Trump quattro anni fa era che erano stanchi delle continue guerre intraprese dal loro paese, così come del collasso dell'economia e delle infrastrutture negli Stati Uniti, ha detto Wimmer a RT.

Leggi tutto
I bielorussi in Ucraina chiedono protezione a Lukaschenko dai neonazisti ucraini
Enrico Vigna

Novembre 2020

http://www.comparty.by/sites/default/files/styles/news_images/public/kon1.jpg?itok=5-Lz6_WM   https://rusvesna.su/sites/default/files/belorusskaya_obshchina_syabry_volyni_piket_posolstva_ssha_kiev_3.jpg

 

La comunità bielorussa "Syabry Volyn" DI Ucraina, ha fatto appello al presidente della Repubblica di Bielorussia Lukashenko con la richiesta di proteggere i bielorussi dell'Ucraina, dopo una serie di attacchi ai membri dell'organizzazione e al suo leader Mikhail Kononovich.

L'appello è stato inoltrato all'Ambasciata della Repubblica di Bielorussia a Kiev e inviato ufficialmente all'Amministrazione del Presidente della Repubblica di Bielorussia.


Leggi tutto

Raccolte mille firme in pochi giorni per difendere la sanità pubblica
Rete cittadina per la Salute e la Sanità Pubblica

 

https://webmailbeta.aruba.it/cgi-bin/ajaxmail/Tagli%20alla%20sanit%C3%A0.jpg?ID=IeBAIjJ82bM2DQkSMmBAJTTuj4teTDwT827Dk%40&Act_View=1&R_Folder=SU5CT1g%3D&CONTID=&msgID=29732&Body=3&filename=Tagli%20alla%20sanit%C3%A0.jpg&TNEF=false&checkcharset=1&Inline=1

Da anni, ma soprattutto in questi mesi abbiamo toccato con mano le carenze sempre più evidenti della sanità pubblica, ma le arrabbiature e le lamentele non servono: come abitanti del Nord Milano abbiamo deciso di costituire una Rete Salute per la difesa della Sanità Pubblica e abbiamo iniziato a raccogliere le firme su dieci richieste di intervento urgente da portare sul tavolo dei responsabili della sanità nella nostra zona.


Leggi tutto

Uragano Eta
Adelina Bottero

L'uragano Eta si abbatte sul Centro America, tre le vittime - Protezione  Civile, Il Giornale della Uragano Eta, più di 63 morti e migliaia di sfollati in Centro America. |  PetNews24

Il video, oltre a mostrare immagini del passaggio dell’uragano ETA in Centroamerica, pone a confronto le modalità con cui i governi di Nicaragua, Honduras e Guatemala, i tre Paesi più direttamente investiti dall’uragano, lo hanno affrontato.

Leggi tutto
Gennady Zyuganov leader dei comunisti russi, ha difeso il presidente della Cecenia Ramzan Kadyrov
Kommersant

3 novembre 2020

 

Геннадий Зюганов вступился за Рамзана Кадырова – Газета Коммерсантъ № 202  (6923) от 03.11.2020

 

Il leader del Partito Comunista Gennady Zyuganov ha sostenuto il capo della Cecenia, Ramzan Kadyrov nello scontro con il leader del Partito Liberal Democratico della Russia, Vladimir Zhirinovsky.

Leggi tutto
Comunicato del coordinamento lavoratrici e lavoratori altovicentino “Voci operaie”
CIVG

 

In Italia tre morti sul lavoro al giorno, anche di domenica, Natale e  Pasqua | Globalist

 

Una ventina di lavoratrici e lavoratori e studenti ha partecipato in mattinata al Presidio di lotta contro le morti di lavoro, promosso dal nostro coordinamento.

Leggi tutto
Il sacerdote siriano Zahlaoui a Macron: Se vi indigna il terrorismo perché il suo paese ha inviato migliaia di terroristi in Siria?
Pr Elias Zahlaoui

 

Il sacerdote siriano Zahlaoui a Macron: Se vi indigna il terrorismo perché il suo paese ha inviato migliaia di terroristi in Siria?

 

 

Il sacerdote siriano Padre Elias Zahlaoui, della Chiesa Nostra Signora di Damasco con la sua lettera definita da lui stesso “politicamente scorretta” denuncia l’ipocrisia del Presidente francese Macron dopo gli ultimi attentati terroristici di matrice islamica chiedendogli se la vita umana è così preziosa ai vostri occhi francesi, perché, VOI in Francia, vi siete arrogati il DIRITTO e il DOVERE di portare centinaia di migliaia di assassini, tra cui almeno diecimila francesi, in Siria per dieci lunghi anni, per distruggere, da cima a fondo, un intero paese, la mia patria, la Siria.”

Leggi tutto
Attentato di Vienna. Le radici balcaniche
Enzo Brandi

8/11/2020

 

Vienna, attacco in sei punti della città: «Quattro morti» e attentatori in  fuga. Il Viminale: intensificati i controlli alle frontiere

 

L’attentato di Vienna, come sottolineava l’amico Jure, questa volta non era fatto da Arabi venuti dal mare. Il responsabile, ucciso dalla Polizia austriaca era un cittadino austriaco, Kujtim “Timi” Fejzulaj,  appartenente ad una famiglia albanese originaria della Macedonia. Il giovane terrorista, musulmano radicalizzato, aveva tentato di raggiungere  la Siria per unirsi all’ISIS nella sua lotta contro il Governo laico di Assad, già aggredito dai paesi occidentali della NATO, dalla Turchia, e dalle monarchie arabe reazionarie. Arrestato dalla polizia turca e rimandato in Austria, aveva scontato solo 9 mesi di galera e poi rapidamente liberato. Benchè noto alla Polizia e alle autorità, aveva avuto tutto l’agio di procurarsi armi micidiali, come il fucile d’assalto AK 47 e la pistola Tokarev, e di frequentare gruppi radicalizzati come i cosiddetti Leoni dei Balcani. Intorno a questa organizzazione, che opera in Austria e Svizzera ed altri paesi, gravitano giovani albanesi di origine Kosovara, Bosniaci musulmani, persino Tagiki dell’Asia centrale. Certamente alcuni di questi hanno partecipato all’attentato e sono uccel di bosco.

Leggi tutto
Dichiarazione del WPC sulla situazione nel Sahara occidentale
Il Segretariato del WPC

Venerdì 13 novembre 2020

Sahara Occidentale, torna la guerra a 45 anni dalla pace senza giustiziahttps://www.wpc-in.org/sites/default/files/styles/medium/public/field/image/saara_1.jpg?itok=-1hJ-XBw

Il Consiglio mondiale per la pace

segue con profonda preoccupazione la situazione nel Sahara occidentale e respinge con veemenza la violazione da parte del Marocco dell'accordo di cessate il fuoco questo venerdì 13 novembre. Denunciamo la decisione del Marocco di inviare forze armate, violando la zona cuscinetto concordata con il cessate il fuoco del 1991, sparando contro i civili saharawi che manifestavano nella regione di Guergarat.

Leggi tutto
Pfizer: piccola storia di scandali, cause legali sugli effetti dei farmaci, esperimenti in Africa, guerre, inquinamento...
Alba Tecla Bosco

Covid-19, Pfizer raggiunge accordo fornitura con Ue per 300 mln dosi  vaccino Da Reuters Pfizer e BioNTech annunciano vaccino covid in tempi record |Ofcs.report

 

Nel 2003, la campagna internazionale Boycott the war- Boycott Bush contro la guerra e l’occupazione dell’Iraq prendeva di mira varie multinazionali petrolifere, agroalimentari e farmaceutiche. Non mancava la Pfizer, per via del sostegno alla campagna elettorale del presidente in carica. Anche se, come tutta Big Pharma, i finanziamenti sono andati via via a candidati repubblicani e democratici.

Leggi tutto
L'azienda agricola che lancia il concorso per .... "adottare" un contadino bio
ilcambiamento

12-11-2020

Si chiama "A roda dea sega" l'azienda agricola che ha lanciato un concorso per raccogliere le migliori idee innovative di gestione sostenibile e bio dell'azienda stessa, con l'obiettivo di scegliere il migliore e di dare in gestione l'impresa proprio all'ideatore del progetto vincente.

 

L'azienda agricola che lancia il concorso per ....

 

Si chiama "A roda dea sega" l'azienda agricola della provincia di Padova che ha lanciato un concorso per raccogliere le migliori idee innovative di gestione sostenibile e bio dell'azienda stessa, con l'obiettivo di scegliere il migliore e di dare in gestione l'impresa proprio all'ideatore del progetto vincente.

Leggi tutto
Bielorussia, Forum dei giovani :"La Bielorussia siamo noi!"
Enrico Vigna

11 novembre 2020

 

http://brsm.by/wp-content/uploads/2020/07/photo_2020-07-13_18-33-30.jpg https://www.sb.by/upload/resize_cache/slam.image/iblock/26a/855_2000_1/26af45d6b0af3393861633f88be4d479.jpg

 

https://www.sb.by/upload/iblock/c77/c77d2b22cbdeca836b302c4370c8a5b7.JPG https://www.sb.by/upload/resize_cache/slam.image/iblock/1ed/855_2000_1/1edc373e60d55ffe82b5a276b6428bd0.jpg

 

Come risposta pacifica, composta, ma nello stesso tempo ferma e risoluta, in molte città bielorusse, la gioventù è mobilitata a difesa del paese e della sua indipendenza.

Leggi tutto
Segnalazione e APPELLO. Aiutateci ad aiutarli…A RESISTERE!
S.O.S. Kosovo Metohija / Yugoslavia

20 anni di SOS Jugoslavia SOS Kosovo Metohija. 20 anni di militanza per la pace e di solidarietà concreta”

 

20 anni di SOS Jugoslavia SOS Kosovo Metohija. 20 anni di militanza per la pace e di solidarietà concreta

 

Dedichiamo queste pagine a quelli che c'erano 20 anni fa, a quelli che ci sono stati in questi 20 anni ,a quelli che non ci sono più, a quelli che ci sono ancora oggi, tutti preziosi e importanti, ciascuno parte di noi con la speranza che altri verranno per continuare a resistere al fianco dei popoli aggrediti, nel ricordo di tutti gli innocenti di ogni guerra fatta per interessi, profitti, obiettivi dei potenti, con nell'anima la speranza di un futuro più umano: che nessuno dimentichi e nulla sia dimenticato.

Leggi tutto

CIVG Informa n.171

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
Quanto costa l’inquinamento atmosferico? Pubblicato il report di EPHA. L’Italia domina la classifica
ISDE

28 Ottobre 2020

L’inquinamento atmosferico costa agli europei 1.276 euro all’anno
L’Italia domina le prime 10 città per i costi pro capite più elevati

 

Inquinamento ambientale: "La Sinistra di Ardea" chiede al Comune di  istituire un "Registro Tumori" | Meridiana Notizie

 

L’inquinamento atmosferico costa al residente medio di una città europea € 1.276 all’anno, secondo il più grande studio del suo genere.

Il rapporto dell’Alleanza europea per la salute pubblica (EPHA) quantifica il valore monetario di morte prematura, cure mediche, giornate lavorative perse e altri costi sanitari causati dai tre inquinanti atmosferici che causano più malattie e decessi: particolato (PM), ozono ( O₃) e biossido di azoto (NO₂).

Leggi tutto
Bolivia dopo le elezioni dello scorso 18 ottobre
Pablo Prada

 

Il grande trionfo elettorale del MAS, Movimiento Al Socialismo, con il 55,1% dei voti, che gli permette di vincere al primo turno, ha avuto ripercussioni internazionali, ma soprattutto in tutta l'America Latina, e in effetti è un evento politico di grande importanza.
A meno di un anno dal colpo di stato contro Evo Morales Ayma, presidente costituzionale della Bolivia, ad opera della destra boliviana, e a seguito delle istruzioni del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e delle interferenze dell'ambasciatore brasiliano e della Chiesa Cattolica, nel Paese si sono verificati eventi di inaudita violenza, fino agli omicidi, da parte dell'esercito e della polizia per ordine del golpista o presidente de facto Jeaninne Añez, nei dipartimenti di La Paz e Cochabamba.

Leggi tutto
La politica ambientale in Cina: oltre i luoghi comuni
Maria Morigi

 

 

 

La “civiltà ecologica”

Il concetto di “civiltà ecologica” e la relativa necessità di una “rivoluzione ecologica” nascono in Unione Sovietica dopo il 1960 quando alcuni studiosi denunciano come un problema della civiltà contemporanea il legame tra modernizzazione industriale e crisi ambientali.

Leggi tutto
Notiziario Patria Grande - Settembre 2020
PatriaGrande/CIVG

Settembre 2020

 

SOMMARIO

 

REVISTA DE FRENTE (CILE) / LATINOAMERICA / NICARAGUA

Il Covid-19 diminuisce in Nicaragua, mentre i critici al riguardo si zittiscono

 

INVESTIGACTION.NET (BELGIO) / AMERICA LATINA / COLOMBIA E DIRITTI UMANI

Colombia: la normalizzazione dei massacri

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / MESSICO E DIRITTI UMANI

Il Messico rivela i dettagli sulla scomparsa dei 43 studenti di  Ayotzinapa

 

RT SPAGNOLA / AMERICA LATINA / BOLIVIA ALLE ELEZIONI

Corte boliviana respinge ricorso per escludere il partito di Evo Morales dalle elezioni

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / VENEZUELA

Il Tavolo di Dialogo in Venezuela giunto a un accordo

 

GRANMA (CUBA) / ANALISI / PRIVACY E DIRITTI

Il Big Data e la scienza della manipolazione delle masse

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / DIRITTI UMANI IN USA

La schiavitù moderna negli USA: lo sfruttamento sessuale delle donne

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / DIRITTI UMANI

Tagliare i tentacoli  transnazionali della tratta delle persone

 

 

GRANMA (CUBA) / CULTURA / RIVOLUZIONI COLORATE

Senza luce nè gloria: le rivoluzioni dei colori

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / NOBEL PER LA PACE AI MEDICI CUBANI

Lettera al Comitato Nobel Norvegese

 

GRANMA (CUBA) / INTERNI / POLITICHE SOCIALI

Di fronte ai tempi nuovi i CDR progrediscono, non rallentano

 

Leggi tutto
Friedrich Paulus, il Feldmaresciallo tedesco sconfitto a Stalingrado, che finì per aderire al Socialismo
Imbratisare

31 gennaio 1943. Friedrich von Paulus si arrende a Stalingrado

Paulus, il giorno della resa a Stalingrado

 

Friedrich Paulus (1890-1957), il generale nominato maresciallo in extremis da Hitler per comandare l’esercito tedesco nella battaglia di Stalingrado, fu catturato il 31 gennaio del 1943, con la definitiva vittoria dell’Esercito Rosso sulle truppe tedesche e dei loro alleati rumeni, cechi e ungheresi (oltre agli spagnoli della División Azul), fatto che avrebbe segnato l’inizio dell’inarrestabile avanzata sovietica verso Berlino. Al contrario di quanto era la tradizione, secondo cui i marescialli tedeschi non si arrendevano mai e, in caso di sconfitta, si suicidavano,  Paulus avrebbe finito per collaborare con le autorità socialiste, vivendo prima a Mosca e in seguito nella Repubblica Democratica Tedesca, e avrebbe riconosciuto sotto ogni punto di vista la superiorità del Socialismo di fronte alla barbarie capitalista.

Leggi tutto
Moldavia: il ruolo delle ONG occidentali nella destabilizzazione politica, informativa, economica e culturale del paese.
Enrico Vigna

27 ottobre 2020

 

IL DEPUTATO SOCIALISTA ACCUSA LE ONG governate da USA e UE NELLA "GUERRA IBRIDA CONTRO LA MOLDOVA"

 

In questi mesi di forte dibattito politico in Moldavia, legato alla campagna per le elezioni del Presidente del Paese, ha suscitato un enorme discussione e grandi polemiche, un libro del deputato moldavo Bogdan Tirdea, che svela il profondo e destabilizzante lavorio delle ONG occidentali di questi anni, all’interno della vita politica della Moldova.

Notizia che non stupisce, visti i precedenti negli scenari dei vari conflitti e destabilizzazioni già effettuati, ma che utilmente va a rafforzare questa conoscenza e verità.

 

Leggi tutto
La vicinanza della Serbia alla Cina fa irritare chi già coopera con Pechino
politika


La Serbia e quel legame con Pechino — L'Indro


Dichiarazione del presidente del Forum di Belgrado per un Mondo degli Eguali ed ex Ministro degli Affari esteri della Jugoslavia, Zivadin Jovanovic, rilasciata al quotidiano serbo Politika

 

Leggi tutto
Amianto al Cantiere navale La Spezia
ONA

22 Ottobre 2020

 

La Spezia, tragedia in un cantiere navale: morto un operaio 56enne

 

Cantiere navale La Spezia. E’ il Cantiere del Muggiano, di cui è titolare la SpA Fincantieri. In questo cantiere navale sono state realizzate anche le navi della Marina Militare Italiana. La SpA Fincantieri ha utilizzato amianto e materiali contenenti amianto.

Leggi tutto
Moldavia: scenari di un “MoldoMaidan” per il dopo elezioni di novembre?
Enrico Vigna

ottobre 2020

 

CoR - Moldova   

 

In vista delle elezioni presidenziali del 1 novembre in Moldavia, a rischio rinvio nel caso di incremento dell’emergenza Covid19, dal punto di vista politico ci sono concreti segnali e dichiarazioni ai media delle cosiddette “opposizioni”, di una pianificazione di proteste e manifestazioni di rifiuto del voto, nell’eventualità, data da tutte le agenzie moldave e non, di una vittoria del leader socialista Igor Dodon .

Leggi tutto
Una coppia di ebrei lascia Israele per dare un futuro di dignità ai suoi figli
invictapalestina

 

 

Davvero mi sono sentita, come ebrea, spossessata, violentata della mia storia per opprimere un altro popolo, e questo non posso più accettarlo. Ho una particolare responsabilità di usare la mia voce. Non perché sono ebrea, ma perché Israele pretende di parlare in mio nome.

 

Leggi tutto
La nostra solidarietà concreta continua – ottobre/novembre 2020
CIVG

 http://www.civg.it/images/02016/34/14SOSYUStudKiM/14SOSYUStudKiM_image001.png

 

  S.O.S. Yugoslavia

 

Nonostante i grandissimi problemi legati alla pandemia che ci ha impedito di recarci in Serbia, grazie al lavoro e impegno di Rajko Blagojevic segretario del Sindacato Samostalni di KG e di Rajka Veljovic nostra referente sul posto, abbiamo inviato i sostegni per le adozioni ai figli dei disoccupati della ex Zastava, e i sostegni sociali alle famiglie più disagiate.

Leggi tutto
Notiziario Patria Grande - Ottobre 2020
Patria Grande/CIVG

 

Ottobre 2020

 

 

 

 

SOMMARIO

 

CIVG / BOLIVIA / VITTORIA DEL MAS

A quasi un anno dal colpo di Stato

 

GRANMA (CUBA) / BOLIVIA / VITTORIA DEL MAS

Con la Bolivia, siamo MAS, siamo di più

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / VENEZUELA

Nicolás Maduro denuncia le azioni di sabotaggio progettate in Colombia

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / NICARAGUA

L’ALBA-TCP respinge le sanzioni degli Stati Uniti contro il Nicaragua

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / ONU, Consiglio dei Diritti Umani

Cuba eletta membro del Consiglio dei Diritti Umani dall'88% dei membri della ONU

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / ELEZIONI STATI UNITI

Elezioni negli USA: il circo della democrazia

 

GRANMA (CUBA) / ECONOMIA / RIFORMA MONETARIA

Ordinamento monetario: imprescindibile per trasformare l’economia cubana

 

GRANMA (CUBA) / DIRITTI / ONU e BLOQUEO

Il Cancelliere cubano presenta la Risoluzione sugli effetti del blocco

 

Leggi tutto
Tribunale penale Internazionale per i crimini commessi in ex-Jugoslavia (Tpi) - Parte IV
Pacifico Scamardella

ICTY | LinkedIn

2.Cooperazione degli Stati e poteri del consiglio di Sicurezza

 

 

2.1 Introduzione e cenni storici

 

Da tempo si afferma che il miglior deterrente per i crimini lesivi di interessi comuni alla generalità degli Stati - i c.d. delicta contra gentium – è rappresentato dal maggior rischio per lo stesso individuo (esecutore materiale, superiore gerarchico che abbia impartito l’ordine, complice, ecc.), di essere penalmente perseguito, piuttosto che dalla possibilità di far valere l’eventuale responsabilità dello Stato per non aver prevenuto e/o represso le violazioni per decisione o per mano dei suoi organi.

Leggi tutto

CIVG Informa n.170

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
Storia del Porto di Trieste
Maria Morigi

 

Immagine che contiene acqua, natura, esterni, barcaDescrizione generata automaticamente

 

Il 18 marzo 1719 l’imperatore austriaco Carlo VI istituì il regime di Porto Franco, che avrebbe dato a Trieste un ruolo come crocevia di trasporti marittimi e via terra nel corridoio del Mare Adriatico: una scelta politica che fece di Trieste l’affaccio dell’impero asburgico sul mare.

Leggi tutto
Nuove pericolore tensioni in Iraq
Angelo Travaglini

19 ottobre 2020

 

Iraq, coalizione a guida Usa ridimensionerà azioni anti-Isis - Il Sole 24  ORE

      Contesto turbato

 La situazione sembra di nuovo peggiorare in Iraq in larga misura come conseguenza dell’assassinio del capo della Forza Quds iraniana Qassem Soleimani e del capo delle milizie sciite irachene Abu Mahdi al-Muhandis avvenuto lo scorso 3 gennaio all’aeroporto internazionale di Baghdad ad opera di un drone statunitense.

Leggi tutto
Note sulla situazione in Serbia
Rajka Veljovic*

Kragujevac, 9 ottobre 2020

 

Fca, in Serbia lo sciopero più lungo - Rassegna mobilebandiera serbia - MondoSportivo.it

 

Cari amici e compagni,

dopo l’incontro con Trump del 13 settembre a Washington, il presidente serbo Vucic, ha dichiarato che iniziava una nuova epoca dei rapporti tra la Serbia e gli USA. Appena rientrato in Serbia sono arrivati i rappresentanti della DFC - US Development Finance Corporation (Banca Americana di Sviluppo), e viene aperto il loro ufficio a Belgrado. Annunciando questo passo “…per dare sostegno alle piccole e medie imprese''.

Leggi tutto
Intervista del ministro degli Esteri russo Lavrov su SCO, Russia e Cina
mid.ru/en/foreignpolicy

 

lavrov

 

D: Date le gravi tensioni nel mondo di oggi, a volte possono sorgere differenze anche tra gli Stati membri dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai. Il formato SCO può aiutare ad appianare queste differenze?

S. Lavrov: Credo che la SCO sia un meccanismo moderno molto promettente per promuovere le priorità della politica estera. Inizialmente, la SCO è stata istituita per affrontare le questioni di confine. Ma i suoi membri divennero gradualmente consapevoli dei suoi vantaggi nell'affrontare questioni più serie, compreso il coordinamento dei loro sforzi per rafforzare la sicurezza dell'Asia nel Pacifico, promuovere lo sviluppo economico, il commercio e l'eliminazione delle barriere. Un altro elemento fondamentale della SCO è la cooperazione umanitaria, che sta acquisendo forme più pratiche, come scambi di giovani e scambi tra organizzazioni e parlamenti femminili, interazione sportiva e molto altro.

Leggi tutto
Smetterla di intromettersi negli affari interni della Bielorussia!
Consiglio per la pace degli Stati Uniti

settembre 2020

 

https://uspeacecouncil.org/wp-content/uploads/2020/09/Belarus-880x528.jpg

 

Il Consiglio per la pace degli Stati Uniti esprime la sua solidarietà al popolo della Bielorussia, il cui paese sta attraversando una campagna di destabilizzazione e interferenza nei loro affari interni da parte di forze esterne. USPC invita tutte le parti a rispettare la sovranità e l'integrità territoriale di quel paese.

Leggi tutto
Irlanda: i prigionieri palestinesi e irlandesi intraprendono uno sciopero della fame.
Christian Noakes

Issam Hijjawi-Bassalat, un medico palestinese e antimperialista sincero, è stato arrestato il 24 agosto insieme a nove membri del Partito Repubblicano Irlandese Saoradh, a seguito di una retata  della polizia britannica MI5. Questi arresti fanno parte della repressione in corso contro il movimento repubblicano irlandese* da parte delle forze militari e dei servizi segreti britannici.

https://www.workers.org/wp-content/uploads/IrishPalSolMural-509x509.jpeg

Murale di solidarietà irlandese-palestinese sul muro di pace di Falls Road che separa le comunità cattoliche e protestanti di Belfast. 

 

I prigionieri sono stati portati nella prigione di Maghaberry gestita dagli inglesi ad Antrim, una delle sei contee occupate nel nord-est dell'Irlanda. Dopo aver subito l'isolamento iniziale di 14 giorni, praticato durante la pandemia COVID-19, sono stati portati a Roe House a Maghaberry, che viene utilizzata per i prigionieri politici repubblicani.

Leggi tutto
Dichiarazione del WPC sulla recente escalation delle tensioni tra Azerbaigian e Armenia
Il Segretariato del WPC

06 ottobre 2020

karabakwpc

Il Consiglio Mondi ale della Pace (WPC) esprime la sua profonda preoccupazione per la recente escalation delle tensioni tra Azerbaigian e Armenia, riguardo alle controversie sui confini nella regione del Nagorno-Karabakh, che hanno provocato vittime da entrambe le parti, compresi i civili. Questo conflitto che ha origine più di trenta (30) anni fa è una questione complicata in cui sono coinvolte indirettamente varie potenze regionali e globali.

Leggi tutto
Medicina Democratica e USB : due esposti “milanesi” per i diritti calpestati dei pazienti nelle RSA e dei lavoratori/lavoratrici
Medicina Democratica e USB

13 ottobre  2020

 

https://www.medicinademocratica.org/wp/wp-content/uploads/2020/10/imagesC9FOAA42.jpg

 

Milano, 13 Ottobre 2020  -  COMUNICATO STAMPA

Troppi morti e malati COVID 19 fra degenti e operatori sociosanitari delle RSA Lombarde: per questo Medicina Democratica ha presentato ieri due esposti, con la partecipazione del sindacato USB- Pubblico Impiego, presso le Procure della Repubblica di Milano e di Pavia. Al centro le storie drammatiche di chi ha perso i propri cari e di chi si è ammalato di COVID 19 sul posto di lavoro. Sotto accusa i ritardi, le gravissime carenze e inefficienze del sistema socio-assistenziale lombardo, conseguente alle storture della massiccia opera di privatizzazione in corso da tempo.

Leggi tutto
La tortura nell'Italia di oggi. Leggi l’ebook di Antigone
Antigone

 

ebook tortura

 

La tortura è un crimine del potere. Esso è commesso da uomini in carne e ossa nel nome di un fine superiore e non dicibile.

Leggi tutto
I leader del Sud del mondo chiedono alle Nazioni Unite di indagare sull'apartheid israeliano.
BDS

30 settembre 2020

 

I leader del Sud del mondo Jessie Duarte (Sud Africa), Claudia Mix (Cile), Elamaram Kareem (India) e Nora Cortiñas (Argentina) chiedono che # UNGA75 indaghi sull'apartheid israeliano e imponga sanzioni.

 

https://bdsmovement.net/sites/default/files/Global%20South%20video%20ENG%20THUMBNAIL%20IMAGE%209.30.2020.png

Leggi tutto
Un cittadino siriano fa appello al mondo: «Non lasciate morire la culla della civiltà. La Siria sta diventando terra bruciata»
Said Hilal Alcharifi

11 ottobre 2020

 

https://1.bp.blogspot.com/-aRW-dZUykmQ/X4Lv4h4vRxI/AAAAAAAAGKA/-mugkk6FgZ0WcXPyMxo2vJf9ueJnTytzACLcBGAsYHQ/s320/in%2Bfumo.jpg

 

“ Il buio non è mai stato così fitto. Incendi che è impossibile spegnere divorano in questi giorni uliveti e agrumeti, come mesi fa i campi di grano. La guerra quasi decennale contro gruppi terroristi fomentati da potenze straniere ha gettato il Paese in una crisi economica mortale. Proseguono l’occupazione turca e statunitense di territori ricchi di risorse: rubato l'olio dai pozzi petroliferi siriani mediante quotidiani convogli statunitensi che lo trasportano verso l'Iraq mentre in Siria ogni automobilista fa code di chilometri per rifornirsi di 30 litri di benzina;  bruciati i campi di grano siriani al nord;  le fabbriche siriane smontate e rubate dalla Turchia, la povera gente che non aveva un posto dove emigrare è diventata sempre più povera... E intanto continuano le sanzioni internazionali...


Leggi tutto

SOS DONBASS/CIVG: LA NOSTRA SOLIDARIETA’ CONCRETA…CONTINUA - ottobre 2020
CIVG

 

Grazie alle sottoscrizioni ricevute della Campagna scuola 2020 per i bambini delle guerre, siamo riusciti a portare un piccolo aiuto a 45 famiglie più bisognose della cittadina di Yasinovataya nella Repubblica Popolare Donetsk, anche grazie all’impegno e cuore di Padre Vitaly, nostro referente sul posto.

Leggi tutto
La nostra solidarietà concreta continua – ottobre 2020
S.O.S. Yugoslavia

 SOS Yugoslavia onlus: conoscerla e sostenerla      Together for efficient representation interests of employees of companies  in extractive sector 

All’interno della Campagna Scuola 2020, su richiesta del Sindacato Samostalni ex Zastava di Kragujevac, siamo riusciti a fornire per l’apertura dell’anno scolastico, il quale causa Covid19, sarà in gran parte on line, 10 Tablet per i ragazzi con voti ottimi, provenienti dalle famiglie piu povere e disagiate, che non hanno possibilità di avere un computer in casa, molte di queste famiglie hanno anche più figli, in questo modo l’uso del computer diventa collettivo.

Leggi tutto
Bollettino n. 85 ottobre 2020
Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

 

 

Sabato 10 ottobre 2020 - ore 15.30 - ASSEMBLEA

presso il CENTRO DI INIZIATIVA PROLETARIA “G. TAGARELLI”

Via Magenta 88 Sesto San Giovanni

(è obbligatorio, in base alla normativa anti Covid, portare la propria mascherina)

 

O.d.G.:

1)     Bilancio e resoconto delle attività del Comitato nel periodo del Covid; informazione sulle prossime iniziative e sulle cause penali

2)     Informazioni sul contenzioso legale contro il Comune di Sesto San Giovanni rispetto alla sede.

3)     Partecipazione alla manifestazione dei sindacati di base contro il governo e contro i morti sullavoro.

4)     Varie.

Leggi tutto
Storia del Tibet di Chen Qingying
Marco Pondrelli

 

Copertina Una storia del Tibet Intera 1 470x260 

Il libro di Chen Qingying andrebbe letto da tutti coloro che parlano di Tibet senza la minima conoscenza della storia, della cultura e della realtà di questa regione. Chen Qingying non è tibetano essendo nato nella provincia del Sichuan ma trasferitosi nel Qinghai (in Tibet), ha iniziato lo studio della lingua, della storia e della cultura di quello che è conosciuto come il 'tetto del mondo'.

Leggi tutto