Notiziario Patria Grande - Giugno 2024

 

 

 NOTIZIARIO GIUGNO 2024

 

 

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / GOLPE IN BOLIVIA

Sventato il tentativo di golpe in Bolivia

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / GOLPE IN BOLIVIA

Forte condanna globale contro il tentativo di colpo di Stato in Bolivia

 

RESUMEN LATINOAMERICANO (CUBA) / ESTERI / SITUAZIONE IN BOLIVIA

Bolivia: “normalità apparente” piena di sfiducia dopo il golpe fallito

 

TELESUR (VENEZUELA) / ESTERI / ARGENTINA

Non c’è pane, ma c’è il circo

 

GRANMA (CUBA) / ANALISI / IL NUOVO MONDO MULTIPOLARE

Il mondo multipolare e la fine dell’egemonia statunitense

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / I CONFLITTI NEL MONDO

Mai come in questo momento così tante guerre nel mondo

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / PALESTINA

Funzionerà il «piano Biden» per fermare il genocidio di Gaza?

 

RESUMEN LATINOAMERICANO (CUBA) / ESTERI / USA, EMBARGO E MEDICINA

Il sanguinoso costo del blocco statunitense contro Cuba

 

 

Leggi tutto: Notiziario Patria Grande - Giugno 2024

Cina Notizia - Giugno 2024

 

GIUGNO 2024

 

 

A cura dell’Osservatorio Italiano sulla Via della seta/CIVG, sezione italiana  del Silk Road Connectivity Research Center di Belgrado

                                        

Questo speciale CINA-NOTIZIE intende focalizzare l’attenzione sul tema dell’ecologia.

A causa dello scontro con il blocco Occidentale si è cristallizzata la convinzione e il pregiudizio che la Repubblica Popolare Cinese sia un Paese «grande inquinatore» e «poco attento all’equilibrio uomo-natura». Un’osservazione critica e meno superficiale alla prassi politica e alla dinamica culturale degli ultimi decenni di Pechino potrebbe stimolare l’abbandono degli schemi eurocentrici dominanti tale da permettere un confronto reciprocamente arricchente con il percorso della Cina verso una «comunità umana realmente ecologica».

In questo numero potete trovare tre approfondimenti sulla peculiare dialettica del sistema cinese rispettivamente sull’impegno operativo a livello ambientale, su alcune lotte dal basso che trovano con contraddizioni una convergenza-sintesi con le politiche statali e sulla visione filosofica tra marxismo ed ecologia della Repubblica Popolare.

 

1.     La Cina sta costruendo una civiltà veramente ecologica

2.     Sopravvivere a tempi catastrofici attraverso il consolidamento delle comunità.

3.    Ecologia marxiana, Oriente e Occidente: Joseph Needham e una visione non eurocentrica delle origini della civiltà ecologica cinese

Leggi tutto: Cina Notizia - Giugno 2024

CIVG Informa n.228

24 Giugno 2024
Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
“Al bando dei Pfas in Italia dobbiamo provvedere noi con una iniziativa dal basso”
Rete Ambientalista

17 Maggio 2024

 

  https://smips.org/wp-content/uploads/2024/05/image-39.png

 

Dunque, al bando dei Pfas in Italia dobbiamo provvedere noi con una iniziativa dal basso: con una azione inibitoria popolare, una class action giudiziaria, che imponga la chiusura immediata  delle produzioni Pfas inquinanti della Solvay di Spinetta Marengo, l’unica produttrice di Pfas in Italia. Si tratta di tagliare la testa al toro, agire alla radice per estirpare la ramificazione velenosa, eliminare le produzioni a monte per eliminare a valle l’uso dei Pfas  ormai onnipresenti in tutte le industrie nazionali. Il Movimento di lotta per la salute Maccacaro, la nostra Lista è disponibile per sostenere questa  ambiziosa iniziativa. Quanti dei 40mila che da anni ci seguono, soprattutto quanti Movimenti, quante Associazioni, sono disponibili?

Leggi tutto
Notiziario Patria Grande - Maggio 2024
PatriaGrande/CIVG

 

 

NOTIZIARIO MAGGIO 2024

 

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / GAZA

Il sistema sanitario di Gaza a poche ore dal collasso totale

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / HAITI

Non è con le armi che si rompe la spirale della violenza

 

TELESUR (VENEZUELA) / ANALISI / ARGENTINA

Milei il Malinche: un pericolo per l'America Latina 

 

REBELION (CUBA) / ESTERI / PANAMA

Elezioni a Panama: trionfa il voto punitivo per un Governo antipopolare

 

TELESUR (VENEZUELA) / ANALISI /

L'emocrazia delle società occidentali

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / ISTRUZIONE NEGLI STATI UNITI

Requiem per il comunismo nelle scuole della Florida

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / EUROPA E LIBERTA’ DI STAMPA

Una visione tedesca sulla libertà di stampa

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / STATI UNITI E TERRORISMO

Gli Stati Uniti continuano a proteggere i terroristi

 

GRANMA (CUBA ) / ESTERI / SOLIDARIETA’ DI CUBA ALL’IRAN

Nel dolore della perdita, Cuba è con l’Iran

Leggi tutto
Un nuovo “uragano” punta su Haiti
Flavio Rossi

5 giugno 2024

 

Benin offers 2,000 troops to Haiti force, US ambassador says

 

In seguito all’assassinio del presidente  Jovenel Moises nel luglio 2021 e al successivo sgretolamento del regime ad interim di Ariel Henry, costretto alle dimissioni dalle proteste popolari nel marzo scorso, ora ad Haiti sembra regnare soltanto il caos.

I media continuano a trascurare il problema politico alla radice della crisi, ripetono (ormai da anni) che l’unica realtà è quella delle bande armate che spadroneggiano nella capitale Port Au Prince. In questa narrazione, come per magia, la società del paese caraibico scompare.

Il Club Montana nel febbraio 2022 aveva eletto l’economista Fritz Jean come “premier ombra”  in vista del superamento del governo iper-corrotto di Henry, ma le centinaia di partitini e associazioni che lo integrano, così come il partito socialdemocratico Fanmi Lavalas (quello del deposto Presidente Aristide), cioè le principali forze politiche haitiane, per i media semplicemente non esistono.

Leggi tutto
LA DICHIARAZIONE FINALE della Conferenza Internazionale tenutasi a BELGRADO dal 22 al 24 marzo 2024
Forum Belgrado Italia/CIVG

 

LA DICHIARAZIONE FINALE della Conferenza Internazionale

tenutasi a BELGRADO dal 22 al 24 marzo 2024

 

 

beogradski-forumklub-generala-i-admirala-srbije

 

 

PER NON DIMENTICARE! 1999 – 2024

 

Leggi tutto
Contro l’ampliamento della discarica Italcave si mobilitano cittadini e associazioni
PeaceLink

 

La discarica Italcave fra Statte e Taranto

 

Nella provincia di Taranto comincia la Valutazione di Impatto Ambientale del quarto lotto. Preoccupa il fatto che l'ampliamento della discarica riguardi anche la tipologia di rifiuti speciali pericolosi. La richiesta di ampliamento di conseguenza farebbe aumentare la quantità di rifiuti in arrivo nel territorio fra Taranto e Statte già martoriato dall’inquinamento ILVA.

Leggi tutto
La minestra di malva. Narrazione di una profuga palestinese da Gaza.
InvictaPalestina

19 maggio 2024

 

“…Il suo profumo è così piacevole, è perfetto, questo profumo è molto buono, ci ricorda la terra della Palestina ogni momento, e ci ricorda la nostra patria….”

 

Molokhia, la zuppa egiziana alla malva - Cure-Naturali.it  Cancellazione o Sumud: Come la Nakba ha ridefinito l'identità collettiva  dei palestinesi - Palestine Chronicle Italia

 

Leggi tutto
La moneta unica dei BRICS fa passi avanti: come finirà l’egemonia del dollaro
QuiFinanza

28 Maggio 2024

 

Si chiamerà R5 dall'unione delle cinque valute da cui nasce il progetto lanciato al vertice dello scorso anno dei BRICS         

 

I paesi Brics vogliono un nuovo ordine monetario. Dollaro più che mai sotto  tiro | Mario Lettieri e Paolo Raimondi - Centro Studi Sereno Regis

 

La nuova valuta dei BRICS romperà l'egemonia del dollaro USA

Continua a fare passi avanti il progetto di una moneta unica per i BRICS, acronimo che unisce ben cinque importanti economie emergenti – Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica – e che oggi raccoglie altri cinque membri (Egitto, Etiopia, Iran, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti). Il progetto è nato in occasione del vertice dello scorso anno, con l’intento di favorire gli scambi commerciali fra i Paesi BRICS, ma di fatto sancendo quella che è stata definita la de-dollarizzazione dell’economia globale.

Leggi tutto
Il Consiglio Ue rinnova di un altro anno le sanzioni contro la Siria
Ora Pro Siria

29 maggio 2024

 

file:///C:/Users/Diest/Downloads/LIFT%20SANCTIONS.jpg

 

" L'Unione Europea, che è completamente subordinata agli interessi delle multinazionali e della N.A.T.O. (ovvero degli U.S.A.), ha esteso le sanzioni alla Siria fino al 1 giugno 2025.  

Sono sanzioni durissime che vietano alla Siria di importare medicinali, macchinari sanitari, macchine per l'edilizia, cibo e moltissimi altri prodotti e vietano al contempo alla Siria di esportare i suoi prodotti. 

Le sanzioni non solo sono del tutto ingiustificate, perché la Siria è il paese che è stato aggredito dai gruppi terroristi dell'ISIS  armati, finanziati e appoggiati dalla N.A.T.O., da Israele, dall'Arabia Saudita e da altri paesi.  Non è il paese aggressore, ma la vittima dell'aggressione.  

La guerra, che dura dal 2011, ha fatto danni per 1000 miliardi di dollari oltre ad almeno 500.000 morti e innumerevoli feriti. ..."

Prof. Matteo D'Amico

Leggi tutto
La gioiosa barricata collettiva
Silvia Gola

ll 9 luglio 2021 i 422 dipendenti della GKN Driveline, fabbrica di semiassi di Campi Bisenzio vicino Firenze, hanno ricevuto via email la comunicazione che era iniziata una procedura di licenziamento nei loro confronti, un provvedimento che colpiva indirettamente anche oltre 80 lavoratori esternalizzati addetti ai servizi di pulizia, portineria e mensa. Da un giorno all’altro, il fondo britannico di investimento Melrose — proprietario di GKN dal 2018 — ha messo in atto il suo slogan “Compra, migliora, vendi”. L’idea alla base, da parte loro, era semplice: chiudere e delocalizzare.
Da quel momento, i lavoratori e le lavoratrici hanno occupato lo stabilimento, ma non solo: il Collettivo di Fabbrica ha saputo attivare una rete estroflessa e variegata di vicinanza, solidarietà, incarnando il punto di convergenza di tante istanze sociali non solo legate al lavoro: dalla collaborazione con Fridays For Future, alle attività per il territorio circostante, ai festival letterari, i cortei, gli sportelli di mutuo aiuto, alle assemblee in tutta Italia.
2 anni e mezzo dopo, i lavoratori sono ancora là: le ultime novità della fine del 2023 riguardano il ricorso presentato al tribunale del lavoro per comportamento antisindacale dell’azienda ai sensi dell’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori. L’udienza si è tenuta il 13 dicembre e la sentenza di annullamento della procedura di licenziamento è incidentalmente arrivata mezz’ora prima di questa intervista fatta a Dario Salvetti, rappresentante del Collettivo di Fabbrica ex GKN.

Silvia Gola

Leggi tutto
Torino, città trasformata in sede industriale militare NATO per progetto DIANA
osservatorionomilscuola.com

12/6/2024

 

La trasformazione della città metropolitana di Torino, da caposaldo della produzione metallurgica dell’auto a sede industriale militare, è legata all’utilizzo degli spazi di corso Marche, ceduti per 50 anni da Leonardo SpA al Politecnico di Torino. Quest’ultimo, con fondi PNRR, privati ed europei, è destinato ad ospitare l’aerospazio con Laboratori, sedi di incubatori di imprese, startup, residenze universitarie e centri commerciali e così diventerà la prima sede operativa europea del piano NATO chiamato DIANA (Defence Innovation Accellerator North Atlantic).

Leggi tutto
Ingegneria finanziaria per banche impiombate (dal Superbonus)
phastidio.net

15 Maggio 2024

 

Moto perpetuo

 

 

Dopo l’emendamento governativo che stringe ulteriormente le viti sul Superbonus, colpendo soprattutto le banche, pare siano in corso manovre per una exit a beneficio degli istituti di credito. Sarebbe l’ennesima versione del fecondo filone italiano dell’ingegneria finanziaria per disperati.

Il contesto: l’emendamento governativo, firmato dal MEF, prevede che lo spalma-bonus si applicherà a tutti i lavori ancora in corso nel 2024, quelli che avvengono con la nuova aliquota di detrazione scesa da 110 a 70 per cento. E prevede anche che le banche e gli intermediari finanziari non potranno più compensare, a partire dal 2025, crediti del Superbonus con debiti Inps e Inail. Questa è la versione più evidente e marcata della retroattività del provvedimento, visto che le banche hanno pianificato i propri fabbisogni finanziari basandosi anche su tale compensabilità.

Leggi tutto
Ucraina: gli USA ufficializzano la fornitura di armi e addestramento al battaglione neonazista Azov. La storia e per cosa combattono i militanti del Battaglione
Enrico Vigna

12 giugno 2024

 

Il primo leader di Azov fu Andriy Biletsky, chiamato il “capo bianco” che scrisse “…la missione storica della nostra nazione in questo momento critico è guidare le Razze Bianche del mondo in una crociata finale per la loro sopravvivenza. Una crociata contro gli Untermenschen ‘subumani’ guidati dai semiti….

 

Ucraina, la sfida dei mercenari  Reggimento Azov - Wikipedia

Leggi tutto
Per un contratto vivibile, macchinisti e capitreno del gruppo FSI da domani scioperano ancora. Sciopero Assemblea Nazionale
Ancora In Marcia

 

https://www.inmarcia.org/wp-content/uploads/2024/06/sciopero-16-giugno.jpg

 

Prosegue la vertenza per un contratto di lavoro vivibile, promossa dall’Assemblea Nazionale PDM e PDB del Gruppo FSI.

La prossima azione sarà lo sciopero per i treni viaggiatori, dalle 3.00 di domenica 16 giugno alle 2.00 di lunedì 17 giugno.

Leggi tutto
GEORGIA: chi sono e cosa fanno le ONG nel Paese
Enrico Vigna

20 maggio 2024

არასამთავრობო ორგანიზაციები-საბა ბაღიშვილი | PDF Protests In Georgia Revealed Their True Goals

 

Dopo l’approvazione definitiva della legge della trasparenza sulle ingerenze straniere nel Paese, si sono scatenate nella capitale Tblisi manifestazioni violente e tentativi di assalti al Parlamento. Gli oppositori della legge, filo europeisti e sostenuti dall’Occidente, era già da aprile che protestavano. In realtà quanto sta accadendo è una vera e propria “Rivoluzione colorata”, progettata e pianificata nelle capitali europee. Ricordo che in Georgia, già nel 2003 ci fu il tentativo della prima “rivoluzione colorata” in Europa, poi fallita. Poi quella, vincente del 2012. Un dato è certo: il paese è ormai spaccato in due e il rischio di una nuova “EuroMaidan” è reale.

Leggi tutto
Comitato dei lavoratori uniti per la questione salariale
Cub Collegno

file:///C:/Users/Diest/Downloads/thumbnail.jpg

Leggi tutto
In Nuova Caledonia, la Francia sta per perdere un altro dominio coercitivo e di sfruttamento neocoloniale
Enrico Vigna

29 maggio 2024

 

Nuova Caledonia, la lotta di indigeni  al colonialismo francese; è paura della di restare intrappolati come i palestinesi  file:///C:/Users/Diest/Downloads/436310945_122115269594288868_5794534723531924999_n.jpg

 

Nuova Caledonia in rivolta, per la Francia, la posta in gioco è alta. Le conseguenze e i danni collaterali e geopolitici nella regione sono già visibili, si sta frantumando la presenza ed il ruolo opprimente della potenza europea.

La scorsa settimana in Nuova Caledonia, un’entità amministrativo-territoriale sotto dominio francese, situata nell’Oceano Pacifico e formata da una grande isola omonima e un gruppo di piccole isole nel Pacifico sud-occidentale, in Melanesia, sotto la direzione del Fronte di Liberazione Nazionale Kanaco Socialista, sono scoppiate, prima pacifiche e poi violente proteste, causa una repressione inaudita e inutile da parte delle forze speciali francesi, inviate da Parigi.

Leggi tutto
Alle elezioni in Serbia vince nettamente la coalizione di governo. Gli elettori serbi hanno votato per stabilità, lavoro per scenari pacifici, indipendenza del paese e contro sanzioni alla Russia.
Enrico Vigna

5 giugno 2024

 

Vučić u Lazarevcu: Pred nama, u narednih deset dana, velika i važna bitka  za Srbiju - JMU Radio-televizija Vojvodine

 

 

La Missione di osservazione elettorale internazionale (ODIHR), ha decretato che le elezioni locali del 2 giugno in Serbia, sono state “correttamente organizzate e hanno offerto agli elettori un’ampia gamma di alternative politiche”, afferma il rapporto finale. “I candidati, come scritto nel testo, hanno potuto fare campagna elettorale liberamente. Il quadro giuridico per le elezioni, ha stabilito l’esistenza di una base adeguata nello svolgimento di elezioni democratiche”, ha affermato la missione. “…La giornata elettorale si è svolta in gran parte senza intoppi, il conteggio dei voti e il conteggio dei risultati sono stati generalmente valutati positivamente. Il voto è stato valutato negativamente solo nel 7% dei seggi elettorali osservati. Nonostante il periodo di tempo ridotto, le Commissioni elettorali municipali (MEC) hanno gestito le elezioni in modo efficace e nella maggior parte dei casi hanno rispettato le scadenze legali”, afferma il rapporto dell'ODIHR.

Leggi tutto

CIVG Informa n.227

25 Maggio 2024
Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
MAXIDI. Sciopero lavoratori a Verona. Lotta contro i licenziamenti, per migliori condizioni e libertà sindacale. Fermo il magazzino di Belfiore
SI Cobas

Maggio 7, 2024

 

http://sicobas.org/wp-content/uploads/2024/05/maxi-di-verons.jpg

 

SCIOPERO OPERAI MAXIDI IN LOTTA

CONTRO LICENZIAMENTI PER LIBERTÀ SINDACALE

Ancora protesta dei lavoratori MaxiDí di Belfiore (VE), per tutta la giornata lo sciopero ha fermato (per la ventitreesima volta in pochi mesi) le merci del magazzino di logistica agroalimentare della filiera Gdo di proprietà Brendolan.

Queste le rivendicazioni dell’iniziativa operaia per migliorare le condizioni di vita e lavoro:

Leggi tutto
Honduras - Appelli urgenti
COPINH

6 maggio 2024

 

Allerta Internazionale.

Giustizia per Berta Cáceres: impunità in agguato.

 

 

  

 

La nuova Corte Suprema di Giustizia dell’Honduras ancora non conferma le sentenze per l'assassinio di Berta Cáceres 

I responsabili dell'assassinio della nostra compagna Berta Cáceres tentano di far rilasciare illegalmente gli autori materiali e coautori del crimine, che già sono stati condannati. 

È dimostrato che le persone incarcerate sono responsabili dell'assassinio di Berta Cáceres, pertanto qualsiasi decisione che li lasci liberi è illegale ed arbitraria, e fa incorrere lo Stato Honduregno in violazione delle sue responsabilità internazionali. 

Sono passati 8 anni e 2 mesi dal crimine contro Berta e la giustizia in Honduras non ha ancora confermato le sentenze di condanna delle persone implicate e non ha processato gli autori intellettuali.

Leggi tutto
Il 10 giugno 2024 si terrà un'udienza per la concessione della liberta' vigilata a Leonard Peltier. Facciamo sentire la voce dell'umanità
"Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo

 Viterbo, 5 maggio 2024

Hoodie for Sale mit "Leonard Peltier" von davedollop | Redbubble

Il 10 giugno 2024 si terrà un'udienza per la concessione della liberta' vigilata a Leonard Peltier, l'illustre attivista nativo americano difensore dei diritti umani di tutti gli esseri umani e dell'intero mondo vivente, da 48 anni prigioniero innocente.
Facciamo sentire la voce dell'umanità che chiede che sia liberato Leonard Peltier.

Leggi tutto
Speciale “PFAS”. APRILE 2024
Rete Ambientalista

 

file:///C:/Users/Diest/Downloads/asss.jpg

 

Ricatto occupazionale per mascherare una serrata programmata.

 

2024. Solvay: o vi tenete i Pfas oppure licenzio.: Ilham Kadri, la presidentessa di Solvay (SyensQo), minaccia di chiudere lo stabilimento di Spinetta Marengo se la si disturba troppo per il disastro eco sanitario di Alessandria, di cui i Pfas sono la punta dell’iceberg.

In realtà, sta solo prendendo tempo almeno fino al 2026, perché  ha già programmato da tempo il trasferimento delle produzioni Solexis: Solvay di Spinetta Marengo trasferita in Cina.

Per ora, dunque non molla. Salvo incidenti. Quelli dell’ultima ora…

Leggi tutto
PERÙ. “Persecuzione giudiziaria” contro l’ex presidente Castillo
Geraldina Colotti

29 Apr 2024

 

Pedro Castillo completa um ano na presidência do Peru; | Internacional

 

Agli inizi di aprile, il Tribunale Costituzionale del Perù (Tc) ha respinto la richiesta dei legali dell’ex presidente peruviano, Pedro Castillo, che ne chiedevano la scarcerazione per arresto ingiustificato. Ora, un giudice del Juzgado Supremo de Investigación Preparatoria, ha fissato per giovedì 9 maggio l’udienza preliminare relativa all’accusa di tentato colpo di stato del 7 dicembre 2022, per cui si trova in carcere da quella data. Il 12 gennaio scorso, il Pubblico ministero aveva chiesto una pena di 34 anni per i reati di ribellione, abuso di potere e grave perturbazione dell’ordine pubblico.

Leggi tutto
2024 - Destina il 5%o a: SOS YUGOSLAVIA
SOS YUGOSLAVIA – ONLUS

2024: AIUTATECI A CONTINUARE LA SOLIDARIETA’ CONCRETA

http://www.civg.it/images/SosYugoslavia/SosYugoslavia002.png

S.O.S. Yugoslavia - ODV

Associazione di Volontariato

C/c n. 115513 Intesa Sanpaolo

IBAN    IT30M0306909606100000115513

C/c postale n. 78730587

IBAN      IT66ZO760101000000078730587

 

CONTRIBUISCI GRATUITAMENTE AL SOSTEGNO ECONOMICO DI SOS YUGOSLAVIA – ONLUS

 

In occasione della prossima dichiarazione dei redditi delle persone fisiche è possibile destinare una quota del reddito a finalità sociali.

Destina il 5%o a: SOS YUGOSLAVIA

Codice Fiscale  97587940012

Leggi tutto
Due anni fa l’assassinio della giornalista Shireen Abu Akleh. RSF: “Aspettiamo ancora giustizia”
Eliana Riva

11 Mag 2024

 

Due anni fa l’assassinio della giornalista Shireen Abu Akleh. RSF: “Aspettiamo ancora giustizia”

 

Due anni fa, l’11 maggio 2022, veniva assassinata la giornalista di Al Jazeera Shireen Abu Akleh. Si trovava nel campo profughi palestinese di Jenin per raccontare uno dei tanti raid dell’esercito israeliano nella Cisgiordania occupata. È stata uccisa da un proiettile che l’ha colpita alla testa nonostante la scritta PRESS fosse chiaramente visibile su casco e giubbotto di sicurezza.

Tra le altre, un’indagine dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani ha concluso senza dubbio che il colpo è stato sparato da un soldato israeliano. Le immagini dell’esercito che carica e colpisce i palestinesi che portano sulle spalle la bara di Shireen, durante il suo funerale, hanno fatto il giro del mondo, suscitando sdegno e disapprovazione.

Leggi tutto
Porto di Genova. USB: mazzette per ottenere concessioni portuali, caso isolato o normalita?
USB Mare e Porti

Genova, 08/05/2024

 

https://www.usb.it/fileadmin/_processed_/d/0/csm_329817442_PG_a79fdc50da.jpg

 

All’indomani dell’inchiesta per corruzione a Genova che ha coinvolto anche il gruppo Spinelli e l’ex Presidente dell’Autorità Portuale di Genova Signorini, iniziano ad emergere alcuni dettagli inquietanti rispetto al sistema delle concessioni portuali nello scalo più importante d’Italia. Quello che da sempre dovrebbe fare “scuola”. Si parla di telefonate dirette tra Aponte e il dirigente della AdSP che si lamenta delle troppe concessioni verso l’ex Presidente del Genoa e del Livorno Calcio minacciando Signorini di ritorsioni. Non è da escludere che questo filone di indagine possa essere una “rappresaglia” ma bisogna considerare il rischio concreto per migliaia di lavoratori, adesso che alla famiglia Spinelli viene dato il divieto temporaneo di esercitare l’attività imprenditoriale.

Leggi tutto
Wall Street Journal: i creditori occidentali si preparano a chiedere a Kiev il pagamento degli interessi sui debiti
Enrico Vigna

10 maggio 2023

Cosa accadrebbe effettivamente se l'Ucraina entrasse nell'Unione europea? |  Euronews

 

Per l’Ucraina si avvicina il momento della liquidazione del debito e della resa dei conti. L’altra faccia dell’amicizia e solidarietà occidentali

Come ha scritto il Wall Street Journal, icreditori stranieri si preparano a esigere da Kiev il pagamento degli interessi sui propri obblighi, l'Ucraina dovrà effettuare i primi pagamenti all'inizio del prossimo anno.

Leggi tutto
La Cina ci sbeffeggia anche sul diesel: presentato un motore con un'efficienza mai vista
Lorenzo Bagnoli

24/04/2024

https://en.weichai.com/sy_94/sy_common/sy_sjksh/201312/W020140102614946092375.png

L'azienda cinese Weichai ha presentato un innovativo motore diesel che sfida le norme restrittive dell'Unione Europea, grazie a un livello di efficienza energetica, senza precedenti, del 53,09%. Questo dato è stato ufficialmente riconosciuto da vari enti di certificazione internazionali.

Leggi tutto
Blocco di ingresso sul territorio del Kosovo e Metohija, al Patriarca serbo Porfirie
Jelena Glišić*

15 maggio 2024

 

https://www.savezsrba.it/it/wp-content/uploads/2024/05/441579286_481681034233853_8340368749098051244_n.jpg Primati della Chiesa ortodossa serba - Wikipedia

 

Solidarietà al Patriarca e al Santo Sinodo dei Vescovi della Chiesa Ortodossa Serba e appello per un intervento del Consiglio d’Europa e delle Nazioni Unite.

 

Le forze dell’ordine del cosiddetto “Kosovo”, un territorio non riconosciuto dalle Nazioni Unite (è ancora in vigore la risoluzione 1244 del 1999) ed in Europa non riconosciuto dalle Spagna, Grecia, Romania, Slovacchia e Cipro, hanno bloccato il 14 maggio 2024 l’ingresso sul territorio del Kosovo e Metohija, al Patriarca serbo Porfirie e ad alti prelati serbo-ortodossi che si recavano per il consueto incontro del Santo Sinodo dei Vescovi che si svolge ogni anno nel monastero del Patriarcato di Peć, dove si sono sempre tenuti questi incontri a partire dal XIV secolo. E non è neanche la prima volta che ciò accade, però la chiesa serba ha sempre voluto mantenere i toni bassi, sperando nel ritorno del buon senso.

Leggi tutto
L’amianto torna alla ribalta
Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio

3.4.2024

 

file:///C:/Users/Diest/Downloads/breda%20ammalati%20di%20vauro.jpg

 

Negli ultimi giorni l’amianto – dopo anni di silenzio - è tornato sulle prime pagine dei giornali.

Il mesotelioma che ha colpito un giornalista della RAI ci fa rivivere quanto abbiamo dovuto lottare per ottenere diritti scritti sulla carta (la legge 257 del lontano 1992): ottenere i curricula dal datore di lavoro,  lo scontro con l’INAIL che negava questo diritto, lo scaricabarile tra enti diversi, anni di battaglie in piazza e nei tribunali ..... le malattie e le morti dei nostri compagni di lavoro.

Leggi tutto
Incontro al Ministero della Giustizia ad Asmara, Eritrea
IniziativaMondoMultipolare/CIVG

 

Nel terzo viaggio di “Eritrea-Tour for Friendship” siamo stati ricevuti al Ministero della Giustizia ad Asmara.

 


Lì siamo stati accolti da Fawzia Hasmin, ministro della Giustizia, e da alcuni dei suoi più stretti collaboratori.
La nostra guida e mentore Mohamed Hassan ha introdotto la discussione.


Mohamed: “In altre parti del mondo, la legislazione è di solito una copia delle leggi occidentali. Qui in Eritrea, la legislazione moderna è legata a ciò che c'è di positivo nella legislazione tradizionale. L'Occidente usa la sua legislazione per distruggere le tradizioni. In Occidente, la proprietà privata domina ed è la norma nella legislazione. Nel Sud del mondo è diverso. I diritti della comunità hanno la priorità. La proprietà della comunitàviene prima.
Il sottosuolo è di proprietà della comunità. Quando si estraggono risorse, ciò deve essere fatto a beneficio della comunità e l'ambiente deve essere protetto per le generazioni presenti e future”.

Leggi tutto
A Casteldaccia un’altra strage operaia: a condizioni di morte non si deve lavorare
Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio

 

Strage di Casteldaccia, cosa sappiamo? L'indagine sulla Quadrifoglio Group,  gli operai sotto inquadrati e l'assenza di maschere

 

Neppure il tempo che si asciughino l’inchiostro e le lacrime di coccodrillo versate sull’ultima strage (in ordine di tempo quella di Suviana, ma nel frattempo sono morti più di 10 operai in vari “incidenti” sul lavoro) e ieri un’altra mattanza di operai, altro sangue versato e altre famiglie distrutte.

5 operai morti intrappolati e soffocati mentre ripulivano un condotto fognario:  4 di una piccola impresa a cui era stato appaltato il lavoro dall’AMAP (Azienda Municipalizzata Ambiente di Palermo) e uno dipendente della municipalizzata. Asfissiati uno dietro l’altro – perché hanno tentato di salvare chi li precedeva – dall’idrogeno solforato, gas che -è ben noto - si sprigiona nei condotti.

Solo un esempio,  tanto per ricordare. Il  25 novembre 2006  4 operai morirono in un’esplosione alla Umbria Olii di Campello sul Clitumno: stavano saldando una passerella su due cisterne, ma nessuno aveva detto loro della presenza di un gas, l’esano, altamente esplosivo.

Leggi tutto
Cooperazione con organizzazioni pacifiste in Europa e nel mondo
Forum di Belgrado per un Mondo di Eguali

 

Belgrade Forum for the World of Equals  Forum di Belgrado per un Mondo di Eguali – Serbia

 

 

Il Forum Belgrado è un membro onorato del Consiglio Mondiale per la Pace (WPC).

Manteniamo contatti regolari con la leadership di questa organizzazione mondiale riconosciuta e con numerose organizzazioni nazionali e di altro tipo che ne fanno parte. Il WPC è regolarmente invitato alle nostre conferenze internazionali, abbiamo diffuso annunci e avvisi e i nostri rappresentanti hanno partecipato, quando possibile, alle riunioni regionali e mondiali organizzate dal WPC.

Il Forum per la pace in Europa, con sede a Berlino, pubblica regolarmente articoli e testi del Forum di Belgrado sul suo sito web e sulla newsletter settimanale. Abbiamo aderito alla campagna globale per l'abolizione delle basi militari statunitensi e della NATO, compresa la base "Bondsteel" in Serbia. Tale campagna è guidata da circa 700 organizzazioni pacifiste e attivisti provenienti da tutto il mondo.

In Italia è molto attivo il Forum di Belgrado Italia, guidato dal Sig. Enrico Vigna, con sede a Torino. I testi e gli appelli più importanti del Forum vengono pubblicati su un apposito sito web www.civg.it  e viene fatto un lavoro di sostegno materiale ed economico.

Leggi tutto
Il nuovo processo non fermerà Pfas e Solvay
Lino Balza

16 maggio 2024

Dunque, al bando dei Pfas in Italia dobbiamo provvedere noi con una iniziativa dal basso: con una azione inibitoria popolare, una class action giudiziaria, che imponga la chiusura immediata  delle produzioni Pfas inquinanti della Solvay di Spinetta Marengo, l’unica produttrice di Pfas in Italia. Si tratta di tagliare la testa al toro, agire alla radice per estirpare la ramificazione velenosa, eliminare le produzioni a monte per eliminare a valle l’uso dei Pfas  ormai onnipresenti in tutte le industrie nazionali. Il Movimento di lotta per la salute Maccacaro, la nostra Lista è disponibile per sostenere questa  ambiziosa iniziativa. Quanti dei 40mila che da anni ci seguono, soprattutto quanti Movimenti, quante Associazioni, sono disponibili?

Clicca qui l’intervista di Lino Balza a BuZz.

 

file:///C:/Users/Diest/Downloads/unnamed.jpg

Leggi tutto
Il vescovo Longhin, della Chiesa Ortodossa Russa in Ucraina, aggredito dai neonazisti è in convalescenza in Romania, dopo l’operazione agli occhi.
Enrico Vigna

Maggio 2024

 https://www.ortodossiatorino.net/Images/2024/Longhin_attentato_2024.jpg

L'Unione dei giornalisti ortodossi aveva denunciato chenella notte del 22 gennaio 2024, il metropolita della Chiesa ortodossa ucraina del Patriarcato di Mosca, Longhin (Jar) di Banceni nella Bucovina ucraina, era stato ferocemente aggredito sulla porta della sua abitazione, colpito ripetutamente con un coltello anche sul volto, fu ritrovato da alcuni monaci svenuto, dopo aver perso i sensi in seguito alle violenze subite. (A sinistra nella foto).

Naturalmente nella attuale Ucraina, il suo caso è stato rubricato in un procedimento contro ignoti per "lesioni personali intenzionali leggere".

Leggi tutto
A 80 anni deve tornare in carcere, sindacato di polizia penitenziaria: "Una follia"
Adnkronos

20 maggio 2024

 

Cancello interno del carcere - Fotogramma

 

In cella in Italia oltre 1200 over 70

"Far tornare in carcere un ottantenne, come è accaduto a Caserta, con tutti i problemi di sovraffollamento e di emergenza che ci sono, è pura follia". Lo sostiene il segretario generale del S.pp. Aldo Di Giacomo.

Senza entrare nel merito del provvedimento dell'Ufficio esecuzione penale della Corte di Appello di Napoli che ha disposto lo stop ai domiciliari per il detenuto, Di Giacomo sottolinea che "per un ottantenne la conferma degli arresti domiciliari avrebbero garantito comunque l’espiazione della pena".

Leggi tutto
9 maggio 1941 – 9 Maggio 2024. Memoria eterna al Reggimento degli Immortali.
Enrico Vigna

9 maggio 1941 – 9 Maggio 2024

Victory Day Immortal Regiment Great Patriotic War , георгиевская лента  transparent background PNG clipart | HiClipart

Victory Day Immortal Regiment Great Patriotic War , георгиевская лента  transparent background PNG clipart | HiClipart

Noi  NON dimentichiamo e diciamo GRAZIE ai vincitori e ai liberatori dal nazifascismo in Europa.

Memoria eterna al Reggimento degli Immortali.

Leggi tutto

Notiziario Patria Grande - Aprile 2024

 

NOTIZIARIO APRILE 2024

 

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / HAITI

Haiti: tra la vita e la morte

 

TELESUR (VENEZUELA) / ESTERI / ARGENTINA

Richiesta di impeachment per il presidente Milei

TELESUR (VENEZUELA) / ESTERI / BOLIVIA SU ARGENTINA NELLA NATO
La Bolivia avverte del pericolo nella regione se l’Argentina aderisce alla NATO

 

GRANMA (CUBA) / ANALISI

Colonialismo

 

GRANMA (CUBA) / ESTERI / EGEMONIA STATUNITENSE

L’egemonia statunitense sta calando?

 

GRANMA (CUBA) / INTERNI / GUANTANAMO

Invece di chiuderla, gli Stati Uniti vogliono usare Guantánamo per i migranti illegali haitiani

 

RESUMEN LATINOAMERICANO / PENSIERO CRITICO

Gli altri Stati Uniti

 

TELESUR (VENEZUELA) / OPINIONI

Terremoto a Miami

I fatti di marzo, le nuove PMI e cosa bolle a Miami

Leggi tutto: Notiziario Patria Grande - Aprile 2024