CIVG Informa n.160

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
CORONAVIRUS e amministrazioni pubbliche
Cobas Pubblico Impiego

12/03/2020

 

http://pubblicoimpiego.cobas.it/var/pubblicoimpiego/storage/images/media/images/download-1/13909-1-ita-IT/download-1_medium.jpg

 

La diffusione del COVID-19 con migliaia morti nel mondo e innumerevoli positivi in 114 paesi, con oltre 12 mila contagiati ed oltre 800 decessi ad oggi sul territorio nazionale, è ormai stata dichiarata come pandemia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, la quale prefigura purtroppo un’estensione ancora più dirompente.

Leggi tutto
Yemen: NON di CORONAVIRUS. Più di 50.000 bambini muoiono ogni anno, causa la guerra imposta da Arabia Saudita e USA
Drago Bosnic

24 marzo 2020

Risultato immagini per Yemen children

SANA'A - Il movimento Houthi Ansaruallh dello Yemen ha affermato che la lunga guerra a guida saudita e il blocco sul paese arabo impoverito hanno aumentato il tasso di mortalità infantile in modo allarmante. L'Ansarullah ha detto giovedì che l'aggressione militare saudita in corso contro lo Yemen ha alimentato carestia, povertà e malattie, causando la morte di 50.000 bambini ogni anno, molti dei quali hanno meno di un mese.

Leggi tutto
24 Marzo 1999 – 24 marzo 2020: Jugoslavia
Jean Toschi Marazzani Visconti

 

http://www.civg.it/images/02016/07/24Mart2017/24Mart2017_image001.jpg

 

 Sono passati ventun anni, ma ogni volta che si ripresenta questa data, ricordo, più che gli avvenimenti effettivi, ormai sfocati, le sensazioni che mi avevano procurato. Lo smarrimento nell’ ascoltare una voce al telefono che con calma rassegnata mi comunicava da Belgrado: Ci stanno bombardando. Il colpo nello stomaco, quando seduta a cena, scoppiava il suono stridente della sirena che annunciava il prossimo bombardamento. Il pasto continuava con i commensali impassibili, però tutti con l’orecchio teso a percepire il rombo dell’aereo in picchiata, seguito poco dopo da un’esplosione. Ricordo ancora l’odore acre della nuvola di polvere densa che si allungava come un’entità fantasmagorica lungo Knez Milosha dal palazzo del Ministero della Difesa colpito.

Leggi tutto
La “donna” nella Libia distrutta dall’occidente
Enrico Vigna

marzo 2020

 

La misura dello sviluppo di una nazione è la maturità politica delle sue donne ed i loro diritti.     (Muammar Gheddafi)

 

Risultato immagini per Jamahiriya and womenhttps://miro.medium.com/max/468/1*t1ZVZM6N72N8YYPbPCARzQ.jpeg

Leggi tutto
I piani di guerra di Washington si imbattono nel COVID-19
John Catalinotto

16 marzo 2020

I piani del Pentagono nel pianificare la guerra sono entrati in conflitto con la diffusione di COVID-19 questa settimana. Mentre il virus non è stato in grado di bloccare tutte le aggressioni da parte delle forze armate imperialiste statunitensi, ha rappresentato un ostacolo ad alcune delle manovre previste.

 

https://i0.wp.com/iacenter.org/wp-content/uploads/war.jpeg.jpg?resize=640%2C333

Leggi tutto
Prudencia Ayala la "pazza analfabeta” che cambiò la storia di El Salvador
dw.com

Prudencia Ayala non è molto conosciuta in Centroamerica. Tuttavia la sua eredità resta vigente nelle lotte femministe salvadoregne.

 

Foto de Prudencia Ayala

 

Era un'indigena povera con poca educazione accademica formale che - all'epoca in cui le donne non potevano esercitare il voto - lanciò la sua candidatura alla Presidenza di El Salvador, provocando scandalo nella società conservatrice e dando impulso alla lotta per i diritti della donna nel Paese più piccolo dell'America Latina.

Leggi tutto
Chiudere Guantanamo
Close Guantanamo

https://www.closeguantanamo.org/dyn/scld/3034.jpeg

 

L'11 gennaio 2020 è stato il 18° anniversario dell'apertura della prigione nella baia di Guantánamo, sul territorio di Cuba; o, per dirla in altro modo, il 6.575° giorno della sua vergognosa esistenza, e l'ex prigioniero Shaker Aamer è stato fotografato con un poster che ricorda la ricorrenza, invitando Donald Trump a chiuderlo senza ulteriori indugi. Tutte le foto dei sostenitori che segnano 6.575 giorni dell'esistenza della prigione possono essere trovate qui , così come le foto di 6.600 giorni (il 5 febbraio). Si noti inoltre che, per tutto il resto del 2020, sono presenti poster con 6.700 giorni (il 16 maggio), 6.800 giorni (il 24 agosto) e 6.900 giorni (il 2 dicembre).

Leggi tutto
La NATO è ufficialmente candidata per il Premio Nobel per la Pace 2019
Zivadin Jovanovic, Gen. Milomir Miladinovic e Prof. Dr. Danica Grujicic

Risultato immagini per Foundation United for youth Prof. Dr Danica Grujicic

 

Cari amici di fronte alla “incredibile” e vergognosa notizia della proposta di conferire il premio Nobel per la Pace alla più aggressiva e sanguinosa alleanza militare internazionale dal 1945 ad oggi, come Forum Belgrado per un Mondo di Eguali Italia, come Centro di Iniziative per la Verità e la Giustizia e come Associazioni di Solidarietà “SOS Yugoslavia” e “SOS Kosovo Metohija”,   ci associamo e sosteniamo la lettera pubblica redatta dalla direzione centrale del Forum in Serbia, rendendoci disponibili ad eventuali iniziative pubbliche di denuncia di questo vero e proprio misfatto e insulto al valore della parola PACE. 

Enrico Vigna portavoce del Forum Belgrado Italia, presidente di SOS Yugoslavia-SOS Kosovo Metohija

Leggi tutto
Filippine: uscire dall'influenza americana?
Joseph Thomas

 

https://1.bp.blogspot.com/-CGRcOXgMMdE/XkMAKrJ3ebI/AAAAAAAASm0/aHES1mB93kQFwqKrSVIrAoiV18BdineGwCNcBGAsYHQ/s640/3cd0190e-4afa-11e9-8e02-95b31fc3f54a_image_hires_100041.jpg

 

20 marzo 2020 (Joseph Thomas - NEO) - Il Presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, ha annunciato la sua intenzione di porre fine all'accordo di sicurezza della nazione con gli Stati Uniti, in particolare l'Accordo sulle Forze in Visita.

La mossa mette in discussione la presenza militare americana nelle Filippine e con essa l'influenza che questa proietta in tutta l'Asia. In particolare, ciò complica ulteriormente i tentativi degli Stati Uniti di arginare e contenere l'ascesa della Cina sia nella regione che sulla scena globale.

Leggi tutto
Geopolitica di una rivoluzione (green). Il mercato mondiale dei minerali strategici
CIVG

 

Risultato immagini per minerali strategici

 

Premessa

 

La transizione ecologica si presenta come un processo obbligato e irreversibile che coinvolge un numero crescente di paesi. Il passaggio da un’economia basata sui combustibili fossili a una basata sull’energia elettrica sarà la parola d’ordine dei prossimi anni. L’esplosione dell’industria green, soprattutto per quanto riguarda il settore automobilistico, determinerà una crescita esponenziale della domanda di materie prime necessarie alla fabbricazione delle batterie.

Leggi tutto
La Corte penale internazionale continua ad interferire in Libia, rigettato l’appello di Saif Al Islam Gheddafi
CIVG

18 marzo 2020

 

https://i2.wp.com/specialelibia.it/wp-content/uploads/2020/03/20200309-gaddafi-appeal-judgment-002.jpg?fit=960%2C476&ssl=1&resize=1200%2C800&crop=1 Visualizza immagine di origine

 

 

Il 9 marzo 2020, la Camera d’appello della Corte penale internazionale (“ICC” o “Corte”) ha confermato all’unanimità la ricevibilità della causa contro Saif Al-Islam Gheddafi dinanzi alla Corte e ha respinto il suo ricorso contro la Camera preliminare I decisione che respinge la sua contestazione sull’ammissibilità della presente causa.

Leggi tutto
Yemen: Ansarullah prende il controllo militare di Ma’rib
Yahya Sorbello

18/3/2020

 

 

Ansarullah prende il controllo militare di Ma’rib Ansarullah

 

La Resistenza yemenita di Ansarullah ha preso il controllo di una base militare strategica nella provincia centrale del Paese di Ma’rib, gestita da miliziani filo-sauditi fedeli all’ex presidente Abd Rabbuh Mansur Hadi. I combattenti yemeniti e i loro alleati hanno stabilito ieri il pieno controllo del campo di Kofel nel distretto di Sirwah, che si trova a circa 120 chilometri a est della capitale Sana’a.

Leggi tutto
Cosa si nasconde dietro gli stretti legami di Israele con il Sudan?
Inbal Ben Yehuda

7/03/2020

 

Le relazioni israelo-sudanesi sono state sempre  caratterizzate da tensioni pubbliche e collaborazioni segrete – con il destino dei rifugiati sudanesi in Israele in bilico.

 

https://www.invictapalestina.org/wp-content/uploads/2020/03/Sudanese_revolution._Jpg-1000x668.jpg

Manifestanti su di un treno proveniente da Atbra, circa 300 km da Khartoum, durante la rivoluzione sudanese  17 Agosto  2019.

 

L’incontro  dello scorso mese tra il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il leader ad interim del Sudan, il generale Abdel Fattah al-Burhan, ha provocato una protesta diffusa all’idea di una normalizzazione dei legami tra i due Paesi.

Leggi tutto
Il report sulle violazioni dei diritti umani negli Stati Uniti nel 2019
Marx21

18 Marzo 2020

 

baltimore police riots

 

Come ogni anno l'Ufficio d'informazione del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare cinese pubblica il report sulle violazioni dei diritti umani negli Stati Uniti. Questo testo è molto interessante perché costruito solo ricorrendo a fonti statunitensi.

Leggi tutto

CIVG Informa n.159

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
L’emergenza coronavirus mostra i limiti del modello neoliberista
Osservatorio Italiano sulla Nuova Via della Seta

 

 

 

Ringraziamo Fabio Massimo Parenti, Professore Associato di Politica Economica Internazionale presso la China Foreign Affairs University di Pechino e autore di numerosi articoli e saggi dedicati alla Cina, per averci concesso una lunga intervista sull’emergenza coronavirus. Ne abbiamo estratto i passaggi più importanti, che proponiamo ai nostri lettori.

Leggi tutto
Morti sul lavoro: un crimine di guerra in tempi di pace
CIVG

Guardando al futuro della cooperazione fra Cina e paesi dell’Europa centro-orientale (China-CEEC 17+1)
Ž. Jovanović (Presidente del Forum di Belgrado per un Mondo di Eguali e del Silk Road Connectivity Research Center)

17ceec+1

 

Il blocco dei paesi dell’Europa centro-orientale rappresenta un collegamento naturale fra i due poli del territorio eurasiatico. La combinazione della Belt and Road Initiative con la strategia UE di connessione Europa-Asia è alla base della piena realizzazione del ruolo strategico di questi paesi.

Leggi tutto
Iran: fra tensioni internazionali, Vie della Seta, antiche culture e religioni
Maria Morigi

 

 

L’Iran oggi: vittima designata o “stato canaglia”?

Il 21 febbraio 2020 sono stati chiamati alle urne circa 58 milioni gli elettori iraniani per le undicesime elezioni parlamentari della Repubblica Islamica dell’Iran. La tornata elettorale per il rinnovo dell'organismo legislativo (Majilis) monocamerale cade in un momento di tensione internazionale – per l'uccisione del generale Qassem Soleimani e l'abbattimento del Boeing ucraino da parte della contraerea iraniana - ma anche in un periodo di grande sfiducia della popolazione.

Leggi tutto
Breve storia recente dell’Honduras
Adelina Bottero

6 marzo 2020

 

Risultato immagini per Honduras

 

 “Questo Paese è un disastro: è molto bello, ma non è nostro”

Con questa frase lapidaria un rappresentante sindacale all’inizio degli anni ’90 ci sintetizzava la situazione dell’Honduras, “Paese occupato”. Oggi, a distanza di trent’anni la situazione non è cambiata, se non in peggio. Ripercorrendo la storia dell’Honduras emergono varie costanti, ma questa è quella fondamentale.

Leggi tutto
Coronavirus: alcuni dati e gli “aiuti” di FMI e BM
Sonia Savioli

11 marzo 2020

  

https://images.scribblelive.com/2020/3/13/7c6e52d7-ccd6-4d08-8878-ae0ce7bbde83.jpg

 

Cari lettori, un'informazione per rassicurarvi (anzi, due), e l'ultima per allarmarvi.

La prima sono i dati dell'Istituto Superiore della Sanità sui morti da coronavirus, che unicamente il Sole 24 ore ha avuto la correttezza e la decenza di pubblicare, mentre tutti gli altri media continuano a terrorizzare, amplificare, mistificare. Questi dati (benché l'ISS rimanga un po' ambiguo) confermano ciò che aveva detto il presidente nazionale dell'ordine dei biologi (e non solo lui, l'infettivologo Bassetti primario del policlinico di Genova ecc.), che trovate nel secondo link.

Leggi tutto
Notiziario Patria Grande - Gennaio-Febbraio 2020
Gruppo di Lavoro Patria Grande / CIVG

 


NOTIZIARIO

 

Gennaio-Febbraio 2020

a cura del Gruppo di Lavoro Patria Grande / CIVG

 

Leggi tutto
Presentazione del Gruppo di Lavoro Patria Grande/CIVG
Gruppo di Lavoro Patria Grande / CIVG

 

 

Si è costituito all’interno degli impegni del CIVG, un nuovo gruppo di lavoro, quello sull’America Latina, che prosegue l’attività del gemellaggio col Granma italiano di Cuba. I partecipanti a questo momento, hanno tracciato un programma di lavoro e i seguenti obiettivi:

Leggi tutto
Progetto VILLAGGIO POGOLOTTI
SOS Cuba / CIVG

 

 

AZ Bandiera Cuba 150x90cm - Gran Bandiera Cubana 90 x 150 cm Poliestere Leggero - Bandiere

UN PROGETTO DI SOLIDARIETA’ CONCRETA

A cura di SOS Cuba - CENTRO di INIZIATIVE per la VERITA’ e la GIUSTIZIA (CIVG)

 In collaborazione con il cubano 

PROYECTO (R)

Il primo quartiere operaio in America Latina è stato costruito a Cuba agli inizi del novecento nei pressi dell’Avana, a Marianao, oggi sede di una creativa iniziativa culturale che vogliamo sostenere materialmente con un contributo economico

Leggi tutto
Intervista a Lula: Guaidó dovrebbe essere arrestato, Maduro é un democratico
BNews

04 marzo 2020

 

Risultato immagini per foto lula

 

L'ex presidente Luiz Lula da Silva ha difeso il dittatore venezuelano Nicolès Maduro e ha attaccato Juan Guaidà, il leader dell'opposizione che si è proclamato presidente ad interim del paese.

Leggi tutto
I piani occidentali di destabilizzazione e di frammentazione del Medio Oriente (1980-2015)
Diana Carminati

[1]

 

Risultato immagini per palestina medio oriente

 

Introduzione.

Il saggio[2] analizza i documenti sulla strategia politica statunitense e dei suoi alleati, Unione Europea, in particolare della Gran Bretagna e di Israele, negli anni ’80-2010. Documenti che in Italia sono stati esaminati da pochi studiosi ed esperti[3]. Documenti che mettono in evidenza come il pensiero dei neocon statunitensi degli anni ’80-’90, nei vari think tanks, avesse un progetto di controllare a livello economico e militare le risorse mondiali e in particolare governi e territori del Medio Oriente.

Leggi tutto
Lettera da Mar Yakub di P. Daniel : tutti parlano di 'crisi umanitaria’, ma non di chi la provoca
Padre Daniel

2 marzo 2020

https://1.bp.blogspot.com/-XY6r8QYuNLU/Xl1YwzM4l-I/AAAAAAAAFng/qrmDgQ7AwMkEMy_8hf9EcAZoU7rji3zaACLcBGAsYHQ/s400/Qara%2Bsala%2Binverno.jpg


Cari amici,
tutta la stampa occidentale è improvvisamente molto preoccupata per la crisi umanitaria della popolazione nel Nord Siria e soprattutto per l'orrore causato dall'esercito siriano e russo. Organizzazioni internazionali richiedono un immediato cessate-il-fuoco. Anche il mio paese, il Belgio, per un mese presidente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, sembra non avere la minima idea né un interesse per la causa di tale miseria.

Leggi tutto
Siria 8 marzo 2020: un Appello delle donne siriane, nella Giornata Internazionale delle donne e alcune note della loro realtà, nel paese aggredito
Enrico Vigna

9 marzo 2020

 

Risultato immagini per General Union Syrian Women

 

Per la Giornata Internazionale della donna, l'Unione Generale delle Donne Siriane ( GUSW), ha lanciato un appello ai popoli liberi del mondo e alla più alta istituzione mondiale, l’ONU, invitando a fare una risoluta pressione sugli Stati che sostengono con denaro e armi i gruppi terroristici armati in Siria e fermare questo sostegno .

Leggi tutto
Il Consiglio comunale di Kiev ufficializza la glorificazione dei nazisti collaborazionisti ucraini, responsabili di pogrom e bestiali massacri
Marx21.it

10 Marzo 2020

 

 

ukra bandiere

 

L’appello del Partito Comunista di Ucraina ai comunisti e agli antifascisti di tutto il mondo

Da non credere! Mentre tutte le istituzioni del pianeta con senso di responsabilità, nazionali e locali, sono impegnate ad affrontare i rischi di una pandemia, nell’Ucraina nazistoide i politici al potere si occupano di ben altro, approfittando del silenzio della “comunità internazionale”.

Leggi tutto
Bollettino n. 85 - marzo 2020
Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

Bollettino n. 85 - marzo 2020

 

CORONA VIRUS: EMERGENZA SANITARIA E BLOCCO DELLE MANIFESTAZIONI.

A causa dell’epidemia di corona virus, il governo e le regioni hanno deciso l’annullamento di  tutte le manifestazioni e assemblee: per questo in marzo non possiamo tenere l’assemblea del Comitato. Tuttavia abbiamo deciso di confermare il corteo del 18 aprile per rivendicare giustizia per le vittime dell’amianto, dello sfruttamento e per tutti i lavoratori e i cittadini assassinati per ilprofitto.

Leggi tutto

CIVG Informa n.158

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
I portuali genovesi da più di un anno in lotta contro i traffici d'armi che transitano dal porto di Genova (destinati in Medio Oriente, soprattutto in Arabia Saudita)
Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali Genova

16 febbraio 2020

 

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/61153943_2850707185000384_5272643766878994432_n.jpg?_nc_cat=108&_nc_ohc=Q0JKDz9nx3QAX9E0odV&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=e2bf9fe386987bdbe19bc7f8678e3ee1&oe=5EC750D7 https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/61115252_2837829049621531_5975319181216710656_n.jpg?_nc_cat=105&_nc_ohc=Vss5AjusDz8AX8SG9tw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=7eff64acba869913350c25e9ac3aac6a&oe=5EBDECCE

 

Dicevamo qualche giorno fa della Bahri Hofuf, passata per Genova il 18 gennaio, con a bordo (almeno) elicotteri da guerra per l'areonautica indiana, di produzione della Boeing statunitense. Dicevamo che, prima di dirigersi verso le sue tappe fisse saudite ed emiratine, aveva fatto uno scalo imprevisto a Iskenderun (tra il 27 e il 28 gennaio), nel sud della Turchia, a cento km dal confine siriano. La Hofuf, prima dello scalo genovese, proveniva come sempre dai terminali militari statunitensi e canadesi, e le aziende di entrambi i paesi vendono armi a Erdogan - in buona compagnia con tanti altri paesi europei, Italia (Leonardo) compresa -: solo gli Stati Uniti hanno rappresentato, negli ultimi anni, più del 50% dell'import militare turco.

Leggi tutto
Comunicato per Il 4° Anniversario della semina di Berta Cáceres
CICA - puchica.org

2 marzo 2020 – Patria Grande/CIVG Italia

Risultato immagini per caceres berta

 

VIDEO:  https://we.tl/t-VYcEK0covh

Salve compagne e compagni del COPINH e di tutti i gruppi che oggi in Honduras continuano attivamente nella lotta, ricevete il nostro saluto solidale dall'Italia.

Noi del CIVG (Centro di Iniziative per la Verità e la Giustizia) vogliamo dirvi che oggi, nel giorno del 4° Anniversario della semina di Berta, ci uniamo a tutte e tutti voi nel ricordo di una donna e compagna che ha lasciato la sua orma e la sua stella formidabile e potente in questo mondo, con suo pensare, agire e sognare, con ciò che è stata tutta la sua vita, affrontando il colonialismo, capitalismo, razzismo e patriarcato con coraggio, ribellione, lucidità e lungimiranza.


Leggi tutto

 
 
L’India di Modi: fra politiche neoliberiste e tensioni religiose
Maria Morigi

13 febbraio 2020

 

 

Circa 250 milioni di indiani hanno manifestato l’8 gennaio scorso a sostegno dello sciopero generale – il più grande della storia – convocato per resistere alle politiche governative neo-liberiste del premier Narendra Modi, leader del partito nazionalista indù Bharatiya Janata (BJP). A provocare il malcontento popolare stanno ragioni di fondo economiche e materiali. L’economia indiana ha, infatti, segnato uno dei più rapidi incrementi dei prezzi insieme ad un tasso di disoccupazione record e alla massiccia estorsione di ricchezza pubblica da parte di pochi miliardari.

Leggi tutto
Breve storia della Bolivia che ora attende le elezioni del 3 maggio
Pablo Prada

febbraio 2020

 

 

La storia repubblicana della Bolivia inizia il 6 agosto 1825 per opera del liberatore Simon Bolivar che liberò anche la sua terra natale Venezuela, Colombia, Ecuador e Perù.

Il nome “Bolivia” è femminile perché il primo governo nazionale, a riconoscenza del lavoro del Libertador e a suo tributo, decise di chiamarla così come a rimarcare di essere la figlia prediletta si Simon Bolivar.
Dalla nascita della repubblica, la destra e i repubblicani orientarono i destini del Paese a favore dei proprietari terrieri e dei baroni delle miniere, in particolare quelle di argento, fin da quando il prezioso metallo venne scoperto per caso perché un agricoltore per riscaldarsi diede fuoco alla collina di Potosí, a 5000 metri sul livello del mare, e si rende conto che l'argento si scioglie con il fuoco e il suo sfruttamento da allora fece la fortuna di Potosí.

Leggi tutto
Morte alla terra, lunga vita alla Nutella
Sonia Savioli

febbraio 2020

 

Risultato immagini per deforestazione

 

Nell'anno di disgrazia 2019 sono bruciati 13 milioni di ettari di foreste russe, 6 milioni dei quali nella più grande foresta del pianeta, la taiga siberiana; 12 milioni di ettari della foresta amazzonica erano già bruciati alla fine di settembre e i fuochi non erano ancora spenti ; in Australia da dicembre sono bruciati  11 milioni di ettari di foreste e boscaglie e gli incendi continuano, appaiono inestinguibili.

Leggi tutto
Le truppe americane in Iraq sono esposte ad un rischio sempre maggiore, ogni giorno che gli USA rimangono in questa nazione sovrana
Kevin Zeese and Margaret Flowers

29 Jan 2020

 

“Gli USA saranno affrontati con una forte e legittima resistenza popolare armata”

 

The World Demands U.S. Out of the Middle East – Will the U.S. Listen?

Il mondo sta dicendo no alla guerra contro l’Iran e [contemporaneamente] fuori gli USA dal Medio Oriente. Centinaia di proteste si sono tenute negli Stati Uniti ed in giro per il mondo con un’unica voce “No alla Guerra”.

Queste proteste sono in solidarietà con le proteste di massa in Iraq che richiedevano l’uscita degli Stati Uniti dal paese, dove si trova ora come forza di occupazione a cui il governo ha chiesto di andarsene.

Leggi tutto
La deputata ucraina Inna Ivanochko ha sostenuto pubblicamente il nuovo progetto di negoziati "sul Donbass", a cui partecipano Ucraina, Russia, Francia e Germania, e denunciato la situazione sociale nel paese
Enrico Vigna

Immagine correlata

La leader del partito “Scelta Ucraina. Il diritto del popolo”, nella regione di Leopoli, Inna Ivanochko, ha sostenuto il nuovo format di negoziati sul Donbass, al quale hanno partecipato Ucraina, Federazione Russa, Germania e Francia.
Una coraggiosa presa di posizione pubblica di questa deputata che già aveva subito attacchi violenti per la sua partecipazione alla commemorazione del 9 maggio, Giornata della Vittoria, lo scorso anno e di cui avevo scritto su www.civg.it

Leggi tutto
Prefazione di Diego Siragusa al libro “ Giornalisti comprati” – Zambon Ed.
CIVG

 

https://1.bp.blogspot.com/-zxWT1sZ14lc/XjVZyrS3nSI/AAAAAAAAUPI/XwtYW7Gl7zM9YboI8_VI-Tljg7fUP8gKACLcBGAsYHQ/s640/Udo.jpgRisultato immagini per udo ulfkotte

 

“ Nessuno in Italia ha voluto tradurre questo libro. Nessun editore, anche contro il proprio interesse, si è preoccupato di pubblicarlo nonostante in Germania sia stato accolto dal successo di ben sette edizioni. Molti lettori italiani lo aspettavano, ma invano. Avevo suggerito al mio editore di acquistare i diritti del libro ma la trattativa era fallita. Nel mese di ottobre del 2018, mentre ero alla Fiera del Libro di Francoforte, insistetti per l’acquisto dei diritti.

Leggi tutto
Živadin Jovanović su governance globale, Belt and Road Initiative, rapporti Serbia-Cina e sfide per il 2020. Intervista al Quotidiano del Popolo
Quotidiano del Popolo

 

zivadin_jovanovic

 

1) Tre anni fa il Presidente cinese Xi Jinping tenne un importante discorso al Forum di Davos. Che cosa la colpì maggiormente di quel discorso e quale secondo lei è il significato delle parole che Xi Jinping spese riguardo alla governance globale?

Leggi tutto
Le mosse anti-serbe
Z. Jovanovic

Presidente del Forum di Belgrado per il mondo degli uguali

10 febbraio 2020  

Risultato immagini per Zivadine Jovanovic revizijadejtona

Gli sforzi per rivedere  gli accordi di Dayton non sono nuovi, ma la loro attuale intensità  è nuova. Che il loro obiettivo primario sia quello di staccare ulteriormente le competenze e i diritti della Republika Srpska, come sono definiti dalla configurazione di Dayton, riducendoli  in una forma vuota, e quindi abolirli formalmente per creare una comunità bosniaca unitaria, con una  "funzione"  europea dominata dalla Bosnia-Erzegovina,  non è da tempo un segreto.

Leggi tutto
Bolivia: denuncia di incidenti contro media e giornalisti del settore popolare
Camila Huaranca

Risultato immagini per Bolivia repression

 

INVOLUZIONE IN BOLIVIA: QUANDO PENSARE DIVERSAMENTE E' SINONIMO DI "SEDIZIONE E TERRORISMO"
L'autoproclamato governo di "transizione", dopo solo due mesi al potere, ha scatenato una feroce persecuzione non solo contro i leader politici e sindacali, ma anche contro i giornalisti e gli addetti alla comunicazione che hanno osato mostrare il volto sanguinario della repressione, specialmente a Senkata e Huayllani, con un preoccupante bilancio di 36 morti, più di 1000 feriti e altrettanti arresti.

Leggi tutto
Riparte il processo per i morti per amianto al Teatro alla Scala
Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

         

 

Milano, 17 febbraio 2020

 

COMUNICATO STAMPA

 

Sarà presentato un Dossier sull’intera vicenda, curato dalle Associazioni e dai i rappresentanti dei familiari dei 10 lavoratori uccisi

 

Il 19 febbraio 2020 , riprende il processo, cominciato il 9 febbraio 2017, al Tribunale di Milano,  nella IX sezione penale, aula misure prevenzione , terzo piano. Nove lavoratori del Teatro alla Scala, operai, tecnici, cantanti, musicisti, coristi, direttori d'orchestra, sono stati uccisi dall'amianto  e di ciò risultano imputati 5 dirigenti del Teatro alla Scala, in carica o dimessi, tra cui l’ex sovrintendente e presidente dell'AGIS CarloFontana.

Leggi tutto
Chi era Udo Ulfkotte, autore di “Giornalisti comprati”
Enrico Vigna

febbraio 2020

 

Risultato immagini per udo ulfkotte                

 

E’ finalmente disponibile in italiano (grazie al coraggio e alla risolutezza dell’editore Giuseppe Zambon ed al lavoro di traduzione e cura del Prof. Diego Siragusa) il testo del giornalista tedesco Udo Ulfkotte, di importanza fondamentale per chiunque si batta per la verità e la giustizia. Il libro verte sul coinvolgimento delle Agenzie di intelligence nei media tedeschi e in generale.

Riportiamo di seguiro un profilo di questo coraggioso giornalista.

Leggi tutto
Lo schiaffo del secolo. Intervista a Noura Erakat*
InvictaPalestina

 Risultato immagini per Noura Erakat

 

Noura Erakat è una studiosa legale americana palestinese, avvocato per i diritti umani. Docente alla George Mason University, è una conosciuta attivista per la pace  e scrittrice, nonché una specialista in sicurezza nazionale. Erakat è una dei promotori che hanno fondato Jadaliyya nel 2010.

Leggi tutto
Un sacerdote racconta come Hezbollah ha protetto con eroismo i cristiani in Siria
Mohammed Eid

22 Febbraio 2020

 

Aleppo CattedraleSEliadeiMaronit 

Molti cristiani siriani ringraziano la resistenza (chi combatte a fianco del legittimo governo siriano che difende la sovranità del suo paese, messa a repentaglio dall’imperialismo e anche dai suoi propagandisti a libro paga per spargere fake news, Ndt) per aver permesso loro di rimanere nelle proprie città e villaggi che sono state attaccate dai terroristi di Takfiri.Hezbollah ha collaborato con l'esercito siriano per difendere queste comunità cristiane.

Leggi tutto
SOS Donbass: la nostra solidarietà concreta continua - Gennaio 2020
SOS DONBASS - CISDU /CIVG

 

        Risultato immagini per Brianka Lugansk             

Per il natale ortodosso insieme ai nostri referenti locali di AntiVoyna,  abbiamo continuato l’impegno di solidarietà con le popolazioni vessate del Donbass, in particolare con le cittadine di  Brianka e Pervomaisk, nella Repubblica Popolare di Lugansk, un area tuttora nella prima linea del fronte di guerra.

Leggi tutto

CIVG Informa n.157

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
L’Esercito acquista 800 missili da Israele per armare blindati e carri armati
Antonio Mazzeo

26 gennaio 2020

 

https://1.bp.blogspot.com/-VHcoTxHhJxg/Xi6NU-62nQI/AAAAAAAABOc/_QqrVYXVMv0u_zUYVrJQTRacaVIwbUpiwCLcBGAsYHQ/s320/spike.jpg

 

L’Esercito italiano fa incetta di missili in Israele. Nell’ambito del programma di ammodernamento ed approvvigionamento di nuovi sistemi d’arma “tecnologicamente avanzati”, lo Stato maggiore dell’Esercito ha comunicato che acquisterà 126 lanciatori controcarro e 800 missili “Spike” prodotti dalla Rafael Advanced Defense Systems Ltd, società leader del complesso militare-industriale israeliano.

Leggi tutto
Il rapporto 2020 di Human Rights Watch sulla Cina: l’opinione di Maria Morigi
Osservatorio Italiano Sulla Nuova Via Della Seta/CIVG

27 gennaio 2020

 

 

Lo scorso 14 gennaio, Human Rights Watch ha rilasciato il rapporto 2020 sulla situazione globale dei diritti umani, in cui la Repubblica Popolare Cinese è pesantemente messa sotto accusa: dallo Xinjiang a Hong Kong, passando per il progetto della Nuova Via della Seta, per l’ennesima volta assimilato a una trappola economica finalizzata a piegare la volontà politica degli stati coinvolti agli interessi di Pechino.

Abbiamo chiesto un parere all’esperta sinologa Maria Morigi*. 

Leggi tutto
Assange: fissata a Londra, la procedura per l’estradizione negli USA del fondatore di Wikileaks
Enrico Vigna

3 febbraio 2020

Court artist’s sketch of Julian Assange  https://dontextraditeassange.com/wp-content/uploads/2019/11/dont-extradite-assange-UK-poster2WEB.jpg

Il calendario sulla richiesta di estradizione statunitense di Julian Assangeè stato fissato a Londra. La prima audizione è stata decisa per il 25 febbraio e proseguirà per almeno due o tre settimane. Poi è stata fissata la seconda parte delle audizioni a partire dal 18 maggio. Lo staff dei suoi legali con a capo l’avvocato E. Fitzgerald hanno già dichiarato al Tribunale inglese che non saranno in grado di presentare l’insieme delle prove a difesa entro tali date, richiedendo una modifica del calendario.

Leggi tutto
Imponente preparazione della stampa in vista uno scontro dell’Occidente con la Cina
Willy Wimmer

ex Sottosegretario di Stato presso il Ministero della Difesa tedesco

 

wimer2018

 

In questi giorni, mentre si percepisce un imponente preparativo della stampa per uno scontro dell’Occidente con la Cina, sembra di avere una sorta di déjà vu.

Vecchi e storici conflitti vengono riaccesi per destabilizzare la Cina: sono segnali inquietanti.

Leggi tutto
La causa di Berta: Organizzazioni internazionali esigono cattura degli “autori intellettuali”
Giorgio Trucchi | LINyM

                

Otre 1000 firme per chiedere giustizia 

Questo 3 febbraio, a meno di un mese dal quarto anniversario del vile assassinio della leader indigena Berta Cáceres, organizzazioni nazionali ed internazionali, accompagnate dal Consiglio Civico di Organizzazioni Popolari ed Indigene dell’Honduras (Copinh), hanno consegnato al Pubblico Ministero un documento nel quale si richiede allo Stato dell’Honduras "di procedere nell'investigazione, sentenza e punizione degli autori intellettuali" del crimine, iniziando dall'ex direttore dell'impresa Sviluppi Energetica SA (DESA), ed ex membro dell'apparato d’intelligence delle Forze Armate, David Castillo.

Leggi tutto
Recensione di “I Palestinesi e la guerra in Siria”
Enrico Vigna

La Città del sole Ed. -Prefazione di Kutaiba Younis

 

Immagine correlata

 

Quello che colpisce maggiormente di questo libro è il minuzioso lavoro di ricerca e documentazione, in una epoca dove la verità o l'informazione si reperisce con il consueto click o fidandosi di quel ce riporta l'amico di turno.

Leggi tutto
Putin ricorda all’occidente: “Coloro che ignorano la storia, sono condannati a ripeterla!”.
Matthew Ehret

(Strategic Culture Foundation) 1 gennaio 2020  

 

Risultati immagini per urss 2 guerra mondiale monumenti

 

Mentre l’Unione Europea a guida tedesca si sforza comicamente di scaricare i crimini nazisti sulla coscienza della Russia, Putin ricorda alcuni semplici fatti allo smemorato occidente: Francia e Inghilterra scesero a patti con i nazisti ben prima dell’URSS, ammiravano i politici Mussolini e Hitler e ne condividevano le idee sull’eugenetica. Chi usa l’antinazismo ai propri fini politici, salvo poi appoggiare i gruppi di veri neonazisti in Ucraina, è destinato a ripetere gli errori del passato.

 

Leggi tutto
Google sta lavorando a un progetto top secret con accesso a milioni di dati sulla salute degli statunitensi, inclusi test di laboratorio e diagnosi, ma a pazienti e medici non è stato detto nulla.
Jennifer Smith

11 novembre 2019

 

Google is working on a top secret project with a leading healthcare company to gather millions of Americans' health data without them knowing it

 

• Google ha collaborato con Ascension, una delle principali società di servizi sanitari, per il Project Nightingale
• Già circa 150 dipendenti di Google hanno già avuto accesso ai dati sulla salute delle persone
• Sono in grado di visualizzare diagnosi, risultati dei test e registri di ricovero
• Google sta utilizzando le informazioni per creare un nuovo software di progettazione che si baserà sull’IA.
• Si concentrerà sui pazienti per consentire loro di apportare facilmente modifiche alle loro cure
• Google ha affermato che il progetto è totalmente conforme alle leggi, che consentono la condivisione dei dati medici delle persone a loro insaputa.

Leggi tutto
I palestinesi non hanno altra scelta: restare e lottare
David Hearst

1 febbraio 2020

 

http://zeitun.info/wp-content/uploads/2020/02/una-protesta-contro-il-piano-trump-777x437.jpg

 

Palestinesi fronteggiano soldati israeliani il 29 gennaio durante una protesta contro il piano Trump (Reuters

 

Una nuova ondata di lotte deve ora iniziare per ottenere la parità dei diritti in uno Stato che comprenda tutta la Palestina storica

Per anni sulla strada dei piani messianici di Benjamin Netanyahu per stabilire lo Stato di Israele fra il fiume e il mare, c’è stata una trappola per elefanti.

Si tratta del dato demografico secondo il quale, in quello spazio, c’erano più palestinesi che ebrei. Secondo i dati dell’Ufficio Centrale di Statistica (CBS) del 2016 forniti alla Commissione di Difesa e Affari Esteri della Knesset israeliana, fra il fiume Giordano e il mar Mediterraneo c’erano 6,5 milioni di mussulmani e 6,44 milioni di ebrei, anche se quei dati ora sono superati. La commissione si riferiva ai musulmani, non ai palestinesi, escludendo perciò i palestinesi cristiani.

Leggi tutto
Declassificati documenti sulla propaganda britannica antecedente il 1977
Voltairenet

26 gennaio 2020

 

 

Documenti ufficiali, declassificati dagli Archivi Nazionali britannici a inizio 2020, attestano che dal 1945 al 1977 il governo di Sua Maestà ha segretamente sovvenzionato l’agenzia Reuters e la BBC per diffondere fakes news sull’Unione Sovietica e i simpatizzanti comunisti.

Leggi tutto
Rischi di guerra. Il Capo di Stato maggiore russo ha sottolineato la minaccia di nuovi conflitti militari.
Enrico Vigna

 

Risultati immagini per Gerasimov Valery

 

In un simposio internazionale tenuto a Mosca in dicembre, dove erano presenti 150 addetti militari delle missioni diplomatiche di 70 paesi Valery Gerasimov, Capo di Stato Maggiore Generale delle Forze Armate della Federazione Russa, nonché Primo Vice Ministro della Difesa e Generale dell’Esercito, ha parlato di una possibile preparazione della NATO per un conflitto militare, e in particolare  della possibilità di operazioni militari contro la Russia.

Leggi tutto
FlightGlobal: la Russia schiera la seconda forza aerea del mondo
Maurizio Sparacino

29 gennaio 2020

 

1634463_-_main

 

La Forza Aerea militare russa (Aeronautica e Aviazione della Marina) è composta da oltre 4.000 velivoli tra aerei ed elicotteri secondo quanto emerso dal recente rapporto annuale World Air Forces 2020 pubblicato dagli analisti del FlightGlobal.

Secondo lo studio in questione a dicembre 2019 la Russia contava nello specifico un totale di 4.163 velivoli tra aerei ed elicotteri militari per vari utilizzi (pari all’8% delle forze mondiali), secondi solo agli Stati Uniti che sono in cima alla vetta, forti di 13.266 velivoli pari al 25% dell’indicatore globale.

Leggi tutto
Disastro ferroviario di Pioltello, un anno dopo
Ancora in marcia

Un treno di pendolari della Trenord srl deragliò all'alba. Tre morti e decine di feriti. I ferrovieri denunciano una inquietante e incomprensibile resistenza alla trasparenza. Ad un anno dal disastro diffidano il ministero dei trasporti e annunciano citazione in giudizio: "vogliamo conoscere e sapere, non dimenticare". Tutti i dubbi sulla manutenzione del binario.

 

http://www.inmarcia.it/images/2018/incidente_pioltello_veduta_aerea.jpg

Leggi tutto
SOSDonbass: la nostra solidarietà concreta e la nostra Memoria storica continuano
SOS DONBASS - CIVG

Noi NON dimentichiamo!

25 gennaio: Tatyana Nikolaevna, residente nel distretto di Donetsk, Kalinin Orekhova, compie 100 anni.

 

https://sun9-61.userapi.com/c853620/v853620703/1de27c/CuZDXLaAZFE.jpghttps://sun9-71.userapi.com/c853620/v853620703/1de273/d9MdvkJAv3M.jpg

Il nostro referente del Progetto HURA, V. Surkov dell’Organizzazione dei Veterani della Repubblica Popolare di Donetsk, ha partecipato alla festa di compleanno portando la solidarietà e l’augurio di SOS Donbass Italia.

Leggi tutto
Riuscita e interessante serata del CIVG sul tema della Difesa della Sicurezza, Salute e Ambiente nel lavoro
CIVG

 

Dopo l’introduzione di Andrea Bulgarelli del CIVG che ha illustrato l’impegno del Centro su questo tema, Antonio Attino giornalista e scrittore di Taranto, prendendo spunto dal suo libro “Generazione ILVA”  ha fatto una esauriente disamina sulla situazione generale nella città e sulla questione ILVA.

Leggi tutto

CIVG Informa n.156

Se volete contattarci per collaborare con questo progetto, per proporci materiali, per chiedere altre informazioni o per essere cancellati dalla newsletter, inviate una mail a info@civg.it. A seguire, gli ultimi articoli caricati sul sito.
Soleimani. Un assassinio dalle inquietanti conseguenze
Angelo Travaglini

14 gennaio 2020

 

Risultati immagini per soleimani 

Premesse.

L’eliminazione fisica di Qassem Soleimani, comandante della branca esterna (Quds Force) del Corpo iraniano delle Guardie rivoluzionarie islamiche (IRGC) avvenuta con un attacco di droni USA partiti da Qatar all’aeroporto internazionale di Bagdad lo scorso 3 gennaio, ha suscitato preoccupazione e sgomento nell’intera regione medio-orientale, a livello sia delle Potenze regionali sia di Potenze a proiezione globale quali la Russia e la Cina, interessate ad una progressiva stabilizzazione di una regione sconvolta da guerre e distruzioni. La gravità di quanto avvenuto non è da dimostrare, trattandosi di un attacco perpetrato contro la Repubblica islamica, Stato sovrano, violando la sovranità di un altro Stato sovrano, l’Iraq, nella cui capitale Soleimani, di fatto numero due della gerarchia politica iraniana, ha visto tragicamente concludersi la sua esistenza.

Leggi tutto
Petizione online “GIUSTIZIA PER BERTA”. Unisciti alla raccolta firme
Adelina Bottero

Petizione online “Giustizia per Berta”   COPINH

CLICCA QUI per aderire alla raccolta firme  esigendo Giustizia per Berta, richiedendo che si proceda nell’indagine, sentenza e sanzione degli autori intellettuali

 

http://www.puchica.org/wordpress/wp-content/uploads/2016/07/peticion_justicia_para_berta.jpg

 

Di fronte al verdetto di condanna contro sette persone per l’assassinio di Berta Cáceres:noi, Organizzazioni dei Diritti Umani, esigiamo che si proceda nell’indagine, sentenza e sanzione degli autori intellettuali

Leggi tutto
KOREA NOTIZIE – gennaio 2020
Enrico Vigna

La Corea di cui non ci riferiscono

Descrizione: Corea del Nord – Bandiera     Descrizione: Corea del Nord - Stemma

- La Corea è Una

 
Si è svolto a Pyongyang in ottobre, un importante Incontro internazionale di scambio sulla scienza e la tecnologia alimentare

http://www.ryomyong.com/contents/gisa/2019/10/2019-10-17-1062731406_aC3yAWr8r9h7LvFMKPKynAHzhHbjyi.jpg


L’incontro, a cui hanno partecipato addetti del settore dell'industria alimentare, lavoratori connessi, scienziati, tecnici ed esperti alimentari cinesi, esponeva ingredienti alimentari, additivi, prodotti intellettuali, condimenti, bevande e prodotti trasformati provenienti dalla Corea e da altri paesi. Sono stati esposti molti prodotti famosi.

Leggi tutto
Cuba Notizie - Dicembre 2019
Gioia Minuti (Granma Italiano) e Luigi Mezzacappa (CIVG)

 

CUBA SU CUBA

Dicembre 2019

 

 

Cuba aggiorna le leggi sulla violenza contro le donne e i  bambini

"Una commissione per ognuna delle 50 leggi già esistenti per decidere se creare un unico nuovo corpo legislativo per l’attenzione alla violenza contro la donna o riorganizzare l'impalcatura attuale". E' ciò che ha spiegato in un’intervista al portale Cubasí la dottoressa Mariela Castro Espín, Presidente del Centro Nazionale d’Educazione Sessuale (Cenesex).

Il Cenesex si è unito a diverse istituzioni e organizzazioni della società civile e dello Stato per attuare interventi concreti mirati a una miglior politica di protezione della donna e dell'infanzia.


Leggi tutto
Piazza Fontana e la psicologia delle masse
Enzo Pellegrin

 

/var/folders/dv/ml4z23j12v110_xtl2gwtx2m0000gn/T/com.microsoft.Word/WebArchiveCopyPasteTempFiles/12342876_1536484443337832_4344979477890415818_n-e1452010687602.jpg?w=100

Boraest: il vento che viene da Est.

 

Nell’anniversario del tragico 12 dicembre 1969, mi è capitata sott’occhi un’intervista allo Storico Miguel Gotor, titolata “Non chiamiamola strage di Stato” (1). Come spesso avviene, il titolo ingigantisce le parole dell’intervistato anche oltre il lecito, ma è significativo un passo dell’intervista dell’autore sul punto:

“La Strage di Stato” è stato il titolo di un libro che ebbe molto successo all’epoca. Cosa pensa di questo concetto?

Leggi tutto
All'interno del complotto per assassinare Berta Cáceres
Danielle Mackey, Chiara Eisner

 

 

Sono già trascorsi più di tre anni da quando Berta Cáceres fu assassinata nella sua casa in Honduras. Caceres era un'attivista di 44 anni, madre e celebrità mondiale. Nel 2015 aveva ricevuto il Premio Ambientale Goldman per aver condotto una campagna di base per evitare che un'impresa privata di energia, chiamata Sviluppi Energetici Società Anonima, costruisse una diga idroelettrica in territorio indigeno. Intorno alla mezzanotte del 2 marzo 2016, dei sicari entrarono in casa sua, le spararono e fuggirono. Lei morì dopo alcuni minuti tra le braccia di un amico.

Leggi tutto
La morte cerebrale della NATO
Willie Wimmer


vimer

Vertice di Londra: oltre all'aumento degli armamenti e delle guerre contrarie al diritto internazionale, questa NATO non fa nient'altro

Le debolezze strutturali della NATO sono diventate visibili. Non sono segreti, non importa quanto i Capi di governo degli Stati membri provino a descriverli come tali.

 

Leggi tutto
Cronache sul mondo di Inna Afinogenova
Luigi Mezzacappa

 

Risultati immagini per Inna Afinogenova

 

Svelato il mistero! Ecco cosa si nasconde dietro la "R" di Russia Today!
https://youtu.be/0Rm5LyZIjzM

29 paesi accusano la Russia con un totale di ZERO prove

Leggi tutto
SOS Donbass: la nostra solidarietà concreta continua - dicembre 2019
SOS DONBASS - CISDU /CIVG

 

Descrizione: C:\Users\civg\Downloads\Школа №61-5.JPG

 

Continua coerentemente il nostro impegno di solidarietà concreta insieme al lavoro di informazione, che, grazie al contributo di numerosi sostenitori e amici, ci permette di AIUTARE A RESISTERE, le vessate popolazioni del Donbass, ancora quotidianamente aggredite e attaccate dalle forze golpiste di Kiev.

In questo caso il gemellaggio con l’Associazione dei Veterani della Grande Guerra Patriottica della RPD, con il “Progetto HURA”, si è indirizzato alle Scuole N°7, N° 45, al campionato di salto acrobatico giovanile della RPD

Grazie al Col. Nikolai Stefan e a Vladimir Surkov responsabile delegato dell’Associazione, il nostro aiuto ha raggiunto oltre 40 bambini, anziani e famiglie.

Leggi tutto
La nostra solidarietà concreta continua – dicembre 2019
S.O.S. KOSOVO METOHIJA

 

Descrizione: http://www.civg.it/images/02016/34/14SOSYUStudKiM/14SOSYUStudKiM_image001.png  

Descrizione: C:\Users\civg\AppData\Local\Temp\narodne kuhinje.jpg.png

 

Aderendo al Progetto dell’Associazione “Unione dei Serbi in Italia” relativo alle Cucine popolari in Kosovo Metohija.Ogni giorno, nelle sei Cucine Popolari in Kosmet, gestite dall’ Associazione di volontari “Majka devet Jugovica”, vengono preparati i pasti per più di 2000 persone che non possiedono sufficienti risorse per provvedere al sostentamento quotidiano. Il cibo preparato viene consumato o presso i locali delle cucine o trasportato a domicilio nei villaggi piú sperduti ed ai soggetti maggiormente svantaggiati: famiglie indigenti e numerose, o anziani rimasti soli.

Leggi tutto
Onestà iraniana, arroganza (e altre porcherie) statunitensi
Max Parry

11 gennaio 2020

 

Profile

 

Iran, 12 gennaio 2020 - Quando la marina USA abbatté un aereo di linea iraniano nel 1988, l'allora vicepresidente George HW Bush affermò che "gli Stati Uniti non si sarebero mai scusati. Mai. Qualsiasi cosa avessero fatto" (nella foto, il volo MH17 abbattuto nei cieli del Donbass)

Leggi tutto
Il trauma di mandare da soli i minori di Gaza a farsi curare
Ghada Majadle

'Phisician For Human Rights Israel (PHRI)’  -  11 gennaio 2020

 

http://zeitun.info/wp-content/uploads/2020/01/bambina-in-ospedale-777x437.jpg

 

Nel 2019 un maggior numero di genitori di Gaza ha potuto viaggiare coi propri figli per ricevere cure fuori dalla Striscia. Ma i numeri non prendono in considerazione un aspetto cruciale della vicenda.

Secondo le statistiche del Coordinatore delle Attività di Governo nei Territori (COGAT), l’ente militare israeliano responsabile di amministrare l’occupazione e il blocco [di Gaza], nel 2019 un numero inferiore di bambini di Gaza rispetto all’anno precedente è stato separato dai propri genitori quando sono stati curati fuori dalla Striscia. Questo sembra essere un miglioramento, ma ciò che i dati non mostrano sono l’ansia e il trauma inflitti a questi bambini e alle loro famiglie in conseguenza alle restrizioni di movimento da parte di Israele.

La via del “progresso”, la ricerca del massimo profitto è lastricata di sangue operaio
Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio


 

 

Ogni giorno si muore sul lavoro e per malattie professionali.

Ieri 13 gennaio 2020 intorno alle 18.30, si è verificato l’ennesimo assassinio sul lavoro di un operaio in un cantiere della Metro 4 di Milano. La vittima è un operaio di 42 anni, Raffaele Ielpo, schiacciato da alcuni detriti a 18 metri di profondità durante i lavori per la realizzazione della nuova metropolitana di Milano.

Ora come sempre si sprecano le lacrime di coccodrillo, le condoglianze di chi doveva tutelare la salute dei lavoratori e nulla ha fatto per salvaguardarla.

Leggi tutto